Baxter: CDC Quietly Fires Monkeypox Deniers (Il CDC licenzia in sordina i negazionisti del vaiolo delle scimmie)


foto link

By

Michael Baxter

May 26, 2022

https://realrawnews.com/2022/05/cdc-quietly-fires-monkeypox-deniers/

traduzione:

I Centers for Disease Control hanno iniziato a licenziare silenziosamente i dipendenti che non si allineano alla narrativa dell’agenzia sul vaiolo delle scimmie, ha dichiarato un informatore dei CDC a Real Raw News.

L’informatore, ricercatore di ruolo presso il Centro nazionale per le malattie infettive emergenti e zoonotiche (NCEZID), ha dichiarato che il dottor Christopher Braden, a capo del Dipartimento, dal 16 maggio ha licenziato un virologo di ruolo e due assistenti di laboratorio per aver messo in dubbio la veridicità degli attuali casi di vaiolo delle scimmie negli Stati Uniti. I licenziamenti, ha aggiunto, sono avvenuti pochi giorni dopo che i dipendenti avevano messo in dubbio che il CDC stesse amplificando artificialmente l’esistenza di casi attivi di vaiolo delle scimmie a fini politici.

“Durante la Covid alcuni dipendenti del CDC si sono insospettiti e hanno capito che c’era qualcosa che non andava. Che Rochelle Walensky stava creando casi attivi fittizi e inventando sintomi che non esistevano, come le dita dei piedi di Covid. Molti di noi non vogliono che questo accada di nuovo, e alcuni hanno parlato e sono finiti nei guai”, ha detto l’informatore.

A RRN è stato chiesto di nascondere l’identità dei dipendenti licenziati perché il CDC li aveva obbligati a firmare accordi di riservatezza e non divulgazione come condizione per ricevere le indennità di licenziamento.

Il primo a essere licenziato è stato un virologo che aveva lavorato presso il CDC per 17 anni. Il 16 maggio gli furono mostrate le foto di un presunto paziente affetto da vaiolo delle scimmie, un uomo del Massachusetts senza precedenti di viaggi internazionali e con le mani coperte di vesciche, bolle e pustole, sintomi del vaiolo delle scimmie. Il CDC aveva già dichiarato l’uomo positivo al vaiolo delle scimmie, ma voleva che il virologo firmasse la diagnosi. Il virologo sembra aver percepito qualcosa di strano, perché ha confrontato l’immagine con un database del CDC di precedenti pazienti affetti da vaiolo e ha scoperto che corrispondeva esattamente all’immagine di un missionario americano che aveva contratto il vaiolo mentre si trovava in Africa orientale nel 2012. Quella persona non aveva mai vissuto in Massachusetts e, di fatto, era morta.

“Il virologo di cui stiamo parlando ha portato le sue scoperte al dottor Braden, dicendo che non poteva in coscienza firmare alcun documento perché il caso era fraudolento. Ha detto che qualcuno all’interno del centro stava riciclando vecchie foto e le presentava come casi attivi attuali. Braden lo ringraziò per aver scoperto “un’incongruenza” e disse che avrebbe portato la questione all’attenzione di Rochelle Walensky”, ha raccontato l’informatore.

Quando è arrivato al lavoro la mattina successiva, il virologo è stato prontamente licenziato. Le ragioni addotte sono state “comportamento non etico” e “uso improprio di proprietà dell’azienda”. Secondo l’informatore, il CDC ha offerto al virologo una buona liquidazione in cambio della firma di un accordo di riservatezza/non divulgazione in cui si dichiarava che non avrebbe parlato alla stampa del vaiolo delle scimmie o dei motivi del suo licenziamento. La sicurezza del CDC ha osservato il virologo mentre impacchettava i suoi effetti personali e lo ha accompagnato fuori dalla porta.

“Gli è stato detto direttamente di evitare i media, sotto la minaccia di veder cancellati i pagamenti e l’assicurazione sanitaria. Inoltre, l’accordo di non divulgazione prevedeva che potesse essere perseguito in caso di violazione. È rischioso darvi queste informazioni, ma è una questione di importanza pubblica”, ha dichiarato l’informatore a RRN.

Due giorni dopo, Braden ha licenziato i due assistenti di laboratorio del virologo. Anche a loro è stata data una buonuscita dopo aver firmato un aggressivo accordo di non divulgazione.

“C’è uno sforzo continuo per portare il vaiolo delle scimmie alla ribalta”, ha detto l’informatore, “anche se non ci sono prove di un’epidemia vera e propria, né di un singolo caso attivo negli Stati Uniti”.

Tradotto con http://www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)

Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...