F-35_(docs)

Inchiesta di Riccardo Iacona sugli aerei F 35:

Dal video problemi finora riscontrati:

  1. attacco anteriore perché l’aereo possa essere catapultato si è rotto al test (min. 2:25)
  2. gancio posteriore per la frenata all’atterraggio non funziona (min. 2:38)
  3. i reattori bruciano la coda dell’aereo se si si va alla max velocità (min. 3:57)
  4. problemi di visibilità del pilota per la conformazione della cabina (min. 4:34)
  5. l’aereo è facilmente infiammabile per la posizione del carburante (min 5.22)
  6. l’impianto elettrico è configurato a 270 volt e più soggetto a infiammarsi (min. 5:40)
  7. rischio incendio se scarichi il carburante in volo per emergenze (6:00)
  8. il segnale video delle telecamere arriva con un ritardo di 1/8 di sec al pilota (6:30)
  9. il controllo manuale non ha informazioni in caso di avaria elettronica (7:20)
  10. il software è considerato troppo complesso e quindi poco affidabile (8:11)
  11. molte ore di manutenzione che ridurrebbero la disponibilità al volo (8:45)
  12. il costo.

Aggiornamento 26 giugno 2013, ore 13:40

http://www.ilpost.it/2013/02/23/ancora-problemi-per-gli-f-35/

Aggiornamento 3 luglio 2013, ore 15:45

credevate di essere in una Democrazia Parlamentare a sovranità popolare (art.1 della Costituzione Italiana)? pare di no ..http://www.huffingtonpost.it/2013/07/03/f35-consiglio-supremo-difesa_n_3539689.html?utm_hp_ref=italy

F35, Consiglio Supermo di Difesa: “La decisione spetta al governo”

http://www.huffingtonpost.it

“Il Parlamento non può avere diritto di veto sulle scelte relative all’ammodernamento delle forze armate, che spettano invece all’esecutivo”. È tutta in questa frase del Consiglio Supremo di Difesa la “bocciatura” dello stop temporaneo deciso dal Parlamento in merito all’acquisto di nuovi F35, in at…
  • Visualizzato da 14
  • Paolo Tinti mai creduto….
  • Roberto Caravella Di vero ci sarebbe soltanto che al confronto con collaborazioni internazionali l’Italia sia sempre indietro di un paio di passi (tecnologie incompatibili, competenze insufficienti etc etc…) forse è questo che vorrebbe arginare il CSD… nella speranz…Altro
  • Joe Io Unico Temerario Pensa tu..ci spiano ci trattano da servi ..in compenso gli compriamo anche i loro aerei bidone…la dignità dei politici nostrani è sulla loro carta igienica
    50 minuti fa tramite cellulare · Mi piace · 1
  • Roberto Caravella Mi piace rammentare la pochezza italiana quando fu decretato fuorilegge l’uso dei piatti di plastica perchè inquinanti e non biodegradabili… La Cina se ne disfece immediatamente, l’asta langui a lungo perchè ne Inghilterra, ne Francia e nessun altro paese della comunità volle accettare. Indovina chi comprò l’intera produzione cinese?
  • Arlette Zat Ragazzi, scusate: ma che cosa vi aspettavate, dopo che l’Italia ha passivamente accettato tutte le clausole del trattato di Lisbona? (Per non parlare del Fiscal Compact, del MES etc.).
    Mi sembra che caschiate tutti dalle nuvole.
  • Grillo Verde caschiamo sotto gli F35 .. che dicono un fatto chiaro .. i soldi ci sono solo per questioni diverse dal soccorrere il 99% perché il 99% va lavorato con il progetto Malthus .. il paradigma che il governo stia operando per il benessere della popolazione va mostrato falso portando prove concrete .. ed andare a spendere per un aereo che tutti stanno lasciando perché risulta difettoso sotto molti punti di vista dice che quella scelta è fatto solo per questioni di lobby ..https://6viola.wordpress.com/f-35_docs/

    6viola.wordpress.com

    Inchiesta di Riccardo Iacona sugli aerei F 35: — Dal video problemi finora risc…Visualizza altro
    Sulla opportunità di fare informazione
    Aggiornamento 3 luglio 2013, ore 16:23
    **start

    Il risveglio politico globale e il Nuovo Ordine mondiale

    La Rivoluzione tecnologica e il futuro di libertà

    cit:

    http://www.prisonplanet.com/brzezinskis-feared-global-awakening-has-arrived.html

    Reading the full extent of Brzezinski’s words in light of the global revolts that we now see spreading like wildfire across the planet provides an astounding insight into how crucially important the outcome of this phase of modern history will be to the future geopolitical course of the world, and in turn the survival and growth of human freedom in general.

    –+

    For the first time in human history almost all of humanity is politically activated, politically conscious and politically interactive… The resulting global political activism is generating a surge in the quest for personal dignity, cultural respect and economic opportunity in a world painfully scarred by memories of centuries-long alien colonial or imperial domination… The worldwide yearning for human dignity is the central challenge inherent in the phenomenon of global political awakening… That awakening is socially massive and politically radicalizing… The nearly universal access to radio, television and increasingly the Internet is creating a community of shared perceptions and envy that can be galvanized and channeled by demagogic political or religious passions. These energies transcend sovereign borders and pose a challenge both to existing states as well as to the existing global hierarchy, on top of which America still perches…

    The youth of the Third World are particularly restless and resentful. The demographic revolution they embody is thus a political time-bomb, as well… Their potential revolutionary spearhead is likely to emerge from among the scores of millions of students concentrated in the often intellectually dubious “tertiary level” educational institutions of developing countries. Depending on the definition of the tertiary educational level, there are currently worldwide between 80 and 130 million “college” students. Typically originating from the socially insecure lower middle class and inflamed by a sense of social outrage, these millions of students are revolutionaries-in-waiting, already semi-mobilized in large congregations, connected by the Internet and pre-positioned for a replay on a larger scale of what transpired years earlier in Mexico City or in Tiananmen Square. Their physical energy and emotional frustration is just waiting to be triggered by a cause, or a faith, or a hatred…

    [The] major world powers, new and old, also face a novel reality: while the lethality of their military might is greater than ever, their capacity to impose control over the politically awakened masses of the world is at a historic low. To put it bluntly: in earlier times, it was easier to control one million people than to physically kill one million people; today, it is infinitely easier to kill one million people than to control one million people.

    Zbigniew Brzezinski

    –++

    traduzione:

    Leggere (vedi il testo seguente) interamente le parole di Brzezinski, alla luce delle rivolte globali che ora vediamo diffondersi a macchia d’olio in tutto il pianeta, ci offre una sorprendente panoramica su quanto sia di fondamentale importanza l’esito di questa fase della storia moderna, per il futuro corso geopolitico del mondo, e di conseguenza per la sopravvivenza e la crescita della libertà umana in generale.

    Il termine “RISVEGLIO POLITICO GLOBALE” è stato coniato da Zbigniew Brzezinski, e fa riferimento al fatto che, come ha scritto Brzezinski:

    –+

    Per la prima volta nella storia umana, quasi tutta l’umanità è politicamente attiva, politicamente consapevole e politicamente interattiva … Il risultato globale dell’attivismo politico sta generando un impulso alla ricerca della dignità personale, del rispetto culturale e di opportunità economiche in un mondo dolorosamente segnato dai ricordi di una secolare dominazione straniera coloniale o imperiale … L’anelito alla dignità umana a livello mondiale è la sfida centrale insita nel fenomeno del risveglio politico globale … un risveglio che è socialmente imponente e politicamente radicalizzante … L’accesso quasi universale a radio, televisione e Internet sta creando sempre più una comunità di percezioni condivise e di invidia che può essere galvanizzata e canalizzata da demagogiche passioni politiche o religiose. Queste energie trascendono i confini sovrani e rappresentano una sfida sia per gli Stati esistenti, che per l’attuale gerarchia mondiale, su cui ancora si fonda l’America…

    I giovani del Terzo Mondo sono particolarmente inquieti e risentiti. La rivoluzione demografica che essi rappresentano è quindi una bomba politica ad orologeria, come pure … Il loro potenziale rivoluzionario potrebbe emergere tra le decine di milioni di studenti concentrati negli istituti di istruzione di “terzo livello” spesso intellettualmente discutibili dei paesi in via di sviluppo. Stando alla definizione di istruzione di terzo livello, vi sono attualmente in tutto il mondo tra 80 e 130 milioni di studenti “universitari”. In genere provenienti dalla piccola borghesia socialmente insicura e infiammata da un senso di indignazione sociale, questi milioni di studenti sono rivoluzionari-in-attesa, già semi-mobilitati in assemblee di grandi dimensioni, collegate da Internet e pre-posizionati per un replay su scala più grande di ciò che è accaduto anni prima a Città del Messico o in piazza Tiananmen. La loro energia fisica e la frustrazione emotiva è solo in attesa di essere innescata da una causa, o una fede, o un sentimento di odio …

    Anche [Le] maggiori potenze mondiali, vecchie e nuove, affrontano una realtà nuova: mentre la letalità della loro forza militare è più grande che mai, la loro capacità di imporre il controllo sulle masse politicamente risvegliate del mondo è a un minimo storico. Per dirla senza mezzi termini: in tempi precedenti, era più facile controllare un milione di persone che uccidere fisicamente un milione di persone, oggi, è infinitamente più facile uccidere un milione di persone che controllare un milione di persone.

    Zbigniew Brzezinski

    –+

    Versione Italiana:

    Versione originale:

    Paul Joseph Watson

    Link:
    28.01.2011
    29.01.2011
    Video trascrizione su youtube:

    Altri docs su Zbigniew Brzezinski:
    http://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/sociopol_brzezinski.htm

    Sulla opportunità di fare informazione
    Aggiornamento 3 luglio 2013, ore 16:23

    **stop

     

    Beppe Grillo: “il Parlamento è una scatola di tonno vuota” [torna il caso Gambaro]

    Beppe Grillo, sul suo blog, aveva titolato

    Gli F35 bombardano il Parlamento

    Ne segue una analisi della situazione che dal punto di vista procedurale (ed esclusi i nomignoli, tipo capitan Findus, che non si attagliano a una situazione politica ma all’avanspettacolo) è sostanzialmente corretta.

    Il problema è .. che è compito di una forza politica, anche se ama connotarsi come “MOVIMENTO”, elaborare una “LINEA POLITICA” .. una proposta .. spiegare cosa propone, e non giocare al tanto peggio -allora- tanto meglio ..

    Abbiamo titolato che “torna il caso Gambaro” perché Beppe Grillo -> fa satira.

    Immagina che nel Parlamento Italiano non vi sia ANCHE il M5S .. e gioca a ridicolizzare il Parlamento e -magari involontariamente- fa il gioco di chi non è capace di distinguere dal lavoro del comico e dell’attore satirico .. e INVECE -su un piano politico- dovrebbe essere portavoce di una forza politica.

    Per chiarire BENE, come la LINEA POLITICA la dovrebbe elaborare la BASE, specie in una forza politica (come il M5S) dove -in linea teorica- “ognuno vale uno” .. riporto un dialogo tra il sottoscritto (che in quel contesto aveva il nick “Grillo Verde”) e un laureato in Giurisprudenza sul tema che stiamo esaminando.

    Anticipo:

    • La Costituzione Italiana va difesa e non ridicolizzata.
    • Il Parlamento e le prerogative di Democrazia Parlamentare dell’ITALIA vanno difese e non ridicolizzate come se stessimo parlando di una scatola di tonno vuota.

    p.s. il M5S come qualunque forza politica non può stare ai dictat dei vertici, ma ci dovremo meritare che “ognuno vale uno” oppure la specie homo sapiens scomparirà dalla faccia del pianeta come scomparvero i dinosauri.

    Ecco il ragionamento di ieri su facebook:

    fonte:
    https://www.facebook.com/groups/298993396795862/permalink/651590441536154/

    credevate di essere in una Democrazia Parlamentare a sovranità popolare (art.1 della Costituzione Italiana)? pare di no ..http://www.huffingtonpost.it/2013/07/03/f35-consiglio-supremo-difesa_n_3539689.html?utm_hp_ref=italy

    F35, Consiglio Supermo di Difesa: “La decisione spetta al governo”

    http://www.huffingtonpost.it

    “Il Parlamento non può avere diritto di veto sulle scelte relative all’ammodernamento delle forze armate, che spettano invece all’esecutivo”. È tutta in questa frase del Consiglio Supremo di Difesa la “bocciatura” dello stop temporaneo deciso dal Parlamento in merito all’acquisto di nuovi F35, in at…
    • Cristoforo Colombo piace questo elemento.
    • Emanuele Quarta Scusate in quale articolo della costituzione sta scritto che l’amministrazione militare(e tutto ciò che ne consegue) deve essere nelle mani del popolo?
    • Grillo Verde Articolo 1
      L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.
    • Emanuele Quarta Cito testualmente. “L’italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro. La sovranità appartiene l popolo che la esercita nelle forme enei limiti della costituzione”. Ora o sn ignorante io (cosa di cui dubito) oppure voi non sapete manco leggere (senza offesa). Io vedo un “forme e limiti della costituzione”. Ciò rimanda ad altri articoli della costituzione o riserve di legge previste dalla stessa. Ora sfogliando la costituzione non ho minimamente visto parole del tipo “acquisazione materiale bellico” o simili. Quindi scusatemi…ma se volete fare contro-informazione, fatela bene. Per concludere questo tipo di atti sono semplici atti amministrativi del governo, perciò non rende conto a nessuno.
      18 ore fa · Mi piace · 1
    • Grillo Verde La repubblica Italiana è parlamentare (senza offesa) e solo il parlamento italiano può legiferare. Il governo legifera per decretazione di urgenza, ma -si noto- che deve avere la conversione in legge tramite la votazione parlamentare. Ergo nessuno può dire -in tempo di pace- che espropria il parlamento della rappresentanza della sovranità popolare. Quindi non invitare una papera a bere, perché se né la Costituzione Italiana e né la legislazione italiana .. ti è nota (senza offesa) è meglio -come hai fatto- che chiedi spiegazioni..
    • Emanuele Quarta Forse tu non sai- e quindi ti rivolgo lo stesso invito: informati- che ogni spesa che il governo effettua è prevista dalla “LEGGE DI BILANCIO” (scritto maiuscolo forse si vede meglio), legge che, cm hai ben detto tu, viene approvata dal parlamento, su proposta bada bene, del governo. Ora se il governo si appresta a fare questa spesa lo fa perchè previsto nel bilancio e quindi perchè votato dal parlamento. Poi, almeno dal tuo discorso si evince questo, che l’uso del decreto legge (diverso dai decreti di urgenza che nemmeno la nostra costituzione cita, ma parla di urgenza solo come motivo x decretare) èprevisto sia in tempo di pace o in tempo di guerra…quindi non vedo come sia stato espropriato il parlamento. Poi ovviamente io devo leggere la costituzione…invece tu non hai bisogno di rifarlo: basta un blog o una pagina su facebook per farsi i fighetti e fare Pseudo-controinformazione…(pseudo…viene dal greco antico..chissà non lo sapesse nessuno).
      18 ore fa · Mi piace · 1
    • Grillo Verde rileggi quello che hai scritto e trovami dove sia diverso da quello che io sostengo.. ti do un aiuto:1) la decretazione è prevista solo per casi di urgenza, altrimenti c’è l’iter normale, e -in ogni caso (sia in presenza di decretazione oppure no)- il parlamento è _l’unico_ e non il governo (come articolo a cui facciamo riferimento) l’unico soggetto titolato a legiferare.2) Ho aggiunto -in tempo di pace- perché se oltre ad avere studiato legge l’hai pure capita, la razio con cui si legifera, è noto ai giuristi e a chi studia matematica che le condizioni mutano a secondo del contesto (studia la matematica di Cauchy, in particolare).
      E’ infatti noto che in tempo di guerra -che però va proclamata, mentre non mi pare che siamo in tempo di guerra perché le missioni sono classificate “missione umanitarie di pace”- ..in tempo di guerra si può derogare dalle normali legislazioni, come ad esempio la reintroduzione della pena di morte mai abrogata dal nostro ordinamento in tempo di guerra, ma abrogata in tempo di pace. Si chiamano poteri speciali avocati a se da coloro che espropriano il popolo della sindacabilità della azione di governo ed infatti non si tengono libere elezioni. Se conosci la legge come risulta dalla tua home page non giocare sulla supposta ignoranza del tuo prossimo, poiché io la Costituzione Italiana l’ho difesa su tutte le piazze di Italia insieme ai magistrati e quindi so di che parlo, sia per esperienza politica che per conoscenza di tali e tanti campi che non sei tenuto a sapere.Sei invece tenuto a dire cose vere, a fortiori se le conosci per professione. E quando giochi a dire che la sovranità non spetta al popolo giochi a mentire sapendo di mentire.
    • Emanuele Quarta sei passato dal semplice citare l’articolo 1…al citare “matematica di Cauchy)…qua non si gioca a dire che la sovranità non è del popolo. E’ del popolo ma ci sono le forme e i limiti imposte dalla costituzione:altrimenti ognuno di noi sarebbe libero di “legiferare” come gli pare. Riconoscere i limiti e le forme imposte dalla costituzione alla sovranità popolare (di cui parla il tuo amato articolo 1) è “mentire sapendo di mentire”?
    • Grillo Verde cit:
      scusate in quale articolo della costituzione sta scritto che l’amministrazione militare(e tutto ciò che ne consegue) deve essere nelle mani del popolo?
    • Emanuele Quarta “amministrazione militare” non sovranità popolare…prima di andare nelle piazze a difendere la costituzione,prima ancora di riempirti la bocca con le tue super interpretazioni, impara a leggere dei semplici commenti. (non vedo da nessuna parte i termini “sovranità”). e cmq la sovranità..il popolo la esercita attraverso i suoi rappresentanti( lo prevede la costituzione..è quella non possiamo farci nulla). quini si ritorna al mio discorso su leggi di bilancio ecc…
    • Grillo Verde .. ed ho aggiunto “giochi” .. perché domandare è sempre legittimo e rispondere è cortesia ..
    • Emanuele Quarta ma infatti io gioco e tu lavori
    • Grillo Verde penso che ci siamo chiariti ed io non ti ho accusato di mentire, ma far finta di non sapere ..
    • Emanuele Quarta E tu fai finta di non capire a sto punto.
    • Grillo Verde salute e felicità .. io sono per la libertà di opinione ..
    • Emanuele Quarta io anche…ma basiamoci sulla verità. Tanta felicità anche a te.

      Aggiornamento 4 luglio 2013, ore 13:41

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...