Al minuto 9 della trasmissione “la zanzara” la citazione della storia della “calamita”

al minuto 9 la citazione .. della “calamita”

Pubblicato in POLITICA | Lascia un commento

LI ABBIAMO DENUNCIATI PER CRIMINI CONTRO L’UMANITÀ: ORA VOGLIONO PUNIRMI!” ▷ MAGISTRATO GIORGIANNI

Pubblicato in POLITICA | Lascia un commento

Manipulative magnetic nanomedicine: the future of COVID-19 pandemic/endemic therapy (doctor Ajeet Kaushik)

Le ultime novità?

Luigi Baratiri nel video qui sopra ci segnala un articolo reperibile al seguente link:
https://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/17425247.2021.1860938

in particolare dalla pagina:
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33307877/

inserendo nel motore di ricerca pubmed.gov la specificazione:
PMID: 33307877

Ecco la foto tratta dal video su cui abbiamo cercato le fonti:

il video sulla piattaforma rumble (nel caso youtube censuri il video):

https://rumble.com/vh1kod-la-calamita-sul-vaccino-c19-non-uno-scherzo-le-prove-e-l-uso-di-nanorobot-m.html

la trascrizione e traduzione dall’articolo originale già sopra citato:

copio:

1. Introduction: COVID-19 pandemic or endemic as health emergency

Since the Spanish flu outbreak (1918), many pandemics and/or endemics related to a viral infection such as H1N1, H5N1, human immunodeficiency virus (HIV), Ebola, Zika, and coronavirus have surprised mankind time-to-time due to their sudden appearance, severe adverse health effect, loss of lives, socio-economic burden, and a damaged economy. Such deadly infectious viruses originated from natural reservoirs and then infect humans via spillover mechanism. During infection progression, viruses affect the human biological system and become a part of the host genome and then make structural changes in its structure to survive or infect longer. These infections can cause permanent disorders, may be death, if a patient is immunocompromised and could not fight against virus life-cycle associated pathways and viral infection progression.

One such pandemic and/or endemic is the recent COVID-19 infection associated with new server acute respiratory syndrome coronavirus (SARS-CoV-2), investigated by Chinese clinicians in Dec 2019. Chinese health agencies noticed a rapid increment in seasonal flu cases, and this emerged as a very serious health issue due to the ineffectiveness of prescribed therapies [1,2]. Systematic investigations conducted on this infectious disease by experts confirmed and claimed that SARS-CoV-2 virus infection is dramatically affecting the respiratory system of every age patient via affecting their lung function. Although SARS-CoV-2 virus protein exhibited 70% to 80% genomic profile like SARS-CoV-1 (2002 outbreak) and middle east respiratory syndrome (2012 outbreak), but its viral infection mechanism, pathogenesis, mortality per cent, and other risks are different, unknown, and serious than SARS and MERS [2]. Considering the severity of COVID-19 infection and variation in SARS-CoV-2 virus strains, this outbreak was first declared as an international health emergency; then, a pandemic due to global spread [2], and now experts are projecting this as an endemic due to post-infection effects and possibilities of reoccurrence like HIV [3]. This infection is emerging very challenging due to 1) human-to-human transmission via aerosolization, 2) ability to affect lung rapidly because of easy binding between Spike (S1) protein of SARS-COV-2 virus and host cell membrane receptors like angiotensin-converting enzyme 2 (ACE-2) and TMPRSS-2 protein, this makes virus replication easy [4].

A successful COVID-19 infection management is not the only issue to deal with the respiratory system as it affects lung function. But the SARS-CoV-2 virus infection also severely affects other important body organs including the heart, liver, eye, gut, and brain as well. This is the reason that recovery of a COVID-19 infected patient is slow and sometimes the patient exhibits permanent disorder in biological function due to weak organs and organ function [2]. Such scenarios have been investigated in asymptomatic patients as well. Keeping complete COVID-19 outbreak into consideration, health agencies were focused on 1) preparation and execution of safety guidelines, 2) exploring virus structure, genomic profiles, variability, and generate bioinformatics to understand pathogenesis, 3) developing rapid diagnostic kits, 4) optimizing available therapies, alone or in combination, 5) exploring methodologies to prevent SARS-CoV-2 transmission, 6) exploring novel therapeutics, 7) exploring aspects of therapeutic delivery at disease location, and 8) exploring combinational aspects of nanobiotechnology to support rapid testing, trapping of SARS-CoV-2, and delivery of therapeutics for not only to eradicate SARS-CoV-2 but provide long-term immunity for COVID-19 infected patient [4–6].

Based on the outcomes of big data analytics based on artificial intelligence (AI), it is suggested that recognition and eradication of the SARS-CoV-2 virus may be a time-taking procedure. Thus, all the focus is toward rapid infection diagnostics and viral infection management using state-of-the-art technologies, for example, 1) promoting physical distance and using of a mask to avoid virus transmission, 2) developing AI and internet-of-medical-things (IoMT) based strategies for rapid testing, tracking of patients, big data analytics, bioinformatics generation, developing a novel sensor for early-stage SARS-CoV-2 detection [2,5,7], and novel therapeutics and successful delivery using nanobiotechnology approach [8], the main focus of this editorial.

traduzione:

Continua a leggere

Pubblicato in POLITICA | Lascia un commento

Superparamagnetic nanoparticle delivery of DNA vaccine (studio)

dalla fonte:

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/24715289/

cito:

Superparamagnetic nanoparticle delivery of DNA vaccine

Fatin Nawwab Al-Deen 1Cordelia SelomulyaCharles MaRoss L CoppelAffiliations expand

Abstract

The efficiency of delivery of DNA vaccines is often relatively low compared to protein vaccines. The use of superparamagnetic iron oxide nanoparticles (SPIONs) to deliver genes via magnetofection shows promise in improving the efficiency of gene delivery both in vitro and in vivo. In particular, the duration for gene transfection especially for in vitro application can be significantly reduced by magnetofection compared to the time required to achieve high gene transfection with standard protocols. SPIONs that have been rendered stable in physiological conditions can be used as both therapeutic and diagnostic agents due to their unique magnetic characteristics. Valuable features of iron oxide nanoparticles in bioapplications include a tight control over their size distribution, magnetic properties of these particles, and the ability to carry particular biomolecules to specific targets. The internalization and half-life of the particles within the body depend upon the method of synthesis. Numerous synthesis methods have been used to produce magnetic nanoparticles for bioapplications with different sizes and surface charges. The most common method for synthesizing nanometer-sized magnetite Fe3O4 particles in solution is by chemical coprecipitation of iron salts. The coprecipitation method is an effective technique for preparing a stable aqueous dispersions of iron oxide nanoparticles. We describe the production of Fe3O4-based SPIONs with high magnetization values (70 emu/g) under 15 kOe of the applied magnetic field at room temperature, with 0.01 emu/g remanence via a coprecipitation method in the presence of trisodium citrate as a stabilizer. Naked SPIONs often lack sufficient stability, hydrophilicity, and the capacity to be functionalized. In order to overcome these limitations, polycationic polymer was anchored on the surface of freshly prepared SPIONs by a direct electrostatic attraction between the negatively charged SPIONs (due to the presence of carboxylic groups) and the positively charged polymer. Polyethylenimine was chosen to modify the surface of SPIONs to assist the delivery of plasmid DNA into mammalian cells due to the polymer’s extensive buffering capacity through the “proton sponge” effect.

traduzione:

Consegna di nanoparticelle superparamagnetiche del vaccino a DNA

L’efficienza della somministrazione dei vaccini a DNA è spesso relativamente bassa rispetto ai vaccini proteici. L’uso di nanoparticelle di ossido di ferro superparamagnetiche (SPION) per fornire geni tramite magnetofection(*1) (continua)
https://en.wikipedia.org/wiki/Magnetofection

Magnetofection is a simple and highly efficient transfection method that uses magnetic fields to concentrate particles containing nucleic acid into the target cells.[1] This method attempts to unite the advantages of the popular biochemical (cationic lipids or polymers) and physical (electroporationgene gun) transfection methods in one system while excluding their inconveniences (low efficiency, toxicity). Magnetofection is commercialized by OZ Biosciences and is registered as a trademark.
traduzione di Magnetofection:
La magnetofection è un metodo di trasfezione (trasferimento) semplice e altamente efficiente che utilizza campi magnetici per concentrare particelle contenenti acido nucleico nelle cellule bersaglio. [1] Questo metodo tenta di unire i vantaggi dei metodi di trasfezione biochimici popolari (lipidi o polimeri cationici) e fisici (elettroporazione, pistola genica) in un unico sistema, escludendo i loro inconvenienti (bassa efficienza, tossicità). Magnetofection è commercializzato da OZ Biosciences ed è registrato come marchio.

(da “continua”):
mostra la promessa di migliorare l’efficienza della consegna genica sia in vitro che in vivo. In particolare, la durata della trasfezione genica specialmente per l’applicazione in vitro può essere significativamente ridotta dalla magnetofection rispetto al tempo necessario per ottenere un’elevata trasfezione genica con protocolli standard. Gli SPION che sono stati resi stabili in condizioni fisiologiche possono essere utilizzati sia come agenti terapeutici che diagnostici grazie alle loro caratteristiche magnetiche uniche. Le caratteristiche preziose delle nanoparticelle di ossido di ferro nelle bioapplicazioni includono uno stretto controllo sulla loro distribuzione dimensionale, proprietà magnetiche di queste particelle e la capacità di trasportare particolari biomolecole a target specifici. L’interiorizzazione e l’emivita delle particelle all’interno del corpo dipendono dal metodo di sintesi. Sono stati utilizzati numerosi metodi di sintesi per produrre nanoparticelle magnetiche per bioapplicazioni con diverse dimensioni e cariche superficiali. Il metodo più comune per sintetizzare particelle di magnetite Fe3O4 di dimensioni nanometriche in soluzione è la coprecipitazione chimica di sali di ferro. Il metodo di coprecipitazione è una tecnica efficace per preparare dispersioni acquose stabili di nanoparticelle di ossido di ferro. Descriviamo la produzione di SPION a base di Fe3O4 con valori di magnetizzazione elevati (70 emu / g) inferiori a 15 kOe del campo magnetico applicato a temperatura ambiente, con rimanenza di 0,01 emu / g tramite un metodo di coprecipitazione in presenza di citrato trisodico come stabilizzante . Le SPION nude spesso mancano di stabilità, idrofilia e capacità di essere funzionalizzate. Per superare queste limitazioni, il polimero policationico è stato ancorato sulla superficie delle SPION appena preparate mediante un’attrazione elettrostatica diretta tra le SPION caricate negativamente (a causa della presenza di gruppi carbossilici) e il polimero caricato positivamente. La polietilenimina è stata scelta per modificare la superficie delle SPION per assistere il rilascio del DNA plasmidico nelle cellule di mammifero a causa dell’ampia capacità di tamponamento del polimero attraverso l’effetto “spugna protonica”.

more info:

Bacterial magnetic particles as a novel and efficient gene vaccine delivery system
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22170341/

fonte:
https://www.facebook.com/photo?fbid=1246998755703444&set=pcb.1246998789036774

canale di Zainz su facebok:
https://www.facebook.com/zainz1969

Pubblicato in POLITICA | Lascia un commento

Nanotechnology plays major role in COVID-19 vaccine development (studio)

fonte:

https://www.news-medical.net/news/20200715/Nanotechnology-plays-major-role-in-COVID-19-vaccine-development.aspx

copio:

From mRNA vaccines entering clinical trials, to peptide-based vaccines and using molecular farming to scale vaccine production, the COVID-19 pandemic is pushing new and emerging nanotechnologies into the frontlines and the headlines.

Nanoengineers at UC San Diego detail the current approaches to COVID-19 vaccine development, and highlight how nanotechnology has enabled these advances, in a review article in Nature Nanotechnology published July 15.

“Nanotechnology plays a major role in vaccine design,” the researchers, led by UC San Diego Nanoengineering Professor Nicole Steinmetz, wrote. Steinmetz is also the founding director of UC San Diego’s Center for Nano ImmunoEngineering.

“Nanomaterials are ideal for delivery of antigens, serving as adjuvant platforms, and mimicking viral structures. The first candidates launched into clinical trials are based on novel nanotechnologies and are poised to make an impact.”

traduzione:

Recensito da Emily Henderson, Laurea Magistrale 15 luglio 2020
Dai vaccini a mRNA che entrano nelle sperimentazioni cliniche, ai vaccini a base di peptidi(*1) e all’utilizzo dell’agricoltura molecolare per scalare la produzione di vaccini, la pandemia COVID-19 sta spingendo nuove ed emergenti nanotecnologie in prima linea e sui titoli dei giornali.
peptidi(*1)
https://it.wikipedia.org/wiki/Peptide

I nanoingegneri della UC San Diego descrivono in dettaglio gli attuali approcci allo sviluppo del vaccino COVID-19 e sottolineano come la nanotecnologia abbia consentito questi progressi, in un articolo di revisione su Nature Nanotechnology pubblicato il 15 luglio.

“La nanotecnologia gioca un ruolo importante nella progettazione del vaccino”, hanno scritto i ricercatori, guidati dalla professoressa di Nanoingegneria della UC San Diego Nicole Steinmetz. Steinmetz è anche il direttore fondatore del Center for Nano ImmunoEngineering della UC San Diego.

I nanomateriali sono ideali per la somministrazione di antigeni, fungono da piattaforme adiuvanti e imitano le strutture virali. I primi candidati lanciati nelle sperimentazioni cliniche si basano su nuove nanotecnologie e sono pronti ad avere un impatto”.

Continua a leggere

Pubblicato in POLITICA | Lascia un commento

ai vaccinati: provare per credere .. fate il test della monetina sul punto dove vi siete vaccinati ..

il video

fonte originale: link

fonte alternativa_1: link_2

https://rumble.com/vh1kod-la-calamita-sul-vaccino-c19-non-uno-scherzo-le-prove-e-l-uso-di-nanorobot-m.html

fonte aleternativa_2: link_3

Commento:

Preciso che -per ora- non disponiamo di conferme scientifiche della ipotesi dei nano_robot associati ai vaccini come sostenuto nella fonte alternativa_1 citata qui sopra.

Tuttavia è possibile fare il test proposto nella fonte originale che -però- facebook ha bannato (citata anche su rumble).

il test: si tratta di poggiare una monetina da mezzo euro sul punto dove è stato eseguita la puntura di vaccinazione. Secondo il video la monetina non cade. Ma cade se è posta in altro punto del braccio stesso o sull’altro braccio dove non si è avuta la puntura.

Pubblicato in POLITICA | Lascia un commento

dott.ssa Gismondo: i vaccini del tipo mRNA potenzialmente potrebbero causare modificazioni genetiche del DNA in chi li assume (video)

fonte: link

trascrizione del testo del video (parla Gismondo):

Mentre nei vaccini tradizionali basta ampliare molto il campione della popolazione per rilevare gli effetti acuti in pochissimo tempo, nei vaccini genici (tipo mRNA) gli eventuali effetti sono da vedere sul lungo termine perché sono delle vere e proprie potenziali (da dimostrare) mutazioni geniche con inglobamento dell’RNA.

Pubblicato in POLITICA | Lascia un commento

14 maggio 2021: come enrare senza mascherina nei negozi

https://rumble.com/vfmqyn-come-entrare-senza-mascherina-nei-negozi.html

Pubblicato in POLITICA | Lascia un commento

Senatore Lello Ciampolillo riferisce sulla conversione in legge dell’obbligo vaccinale -al personale sanitario- nell’esame del Parlamento Italiano (iter non ancora concluso al 13 maggio 2021)

Pubblicato in POLITICA | Lascia un commento

Il CDC cambia le regole: PCR a 28 cicli, ma solo ai vaccinati (studio di come funziona la truffa di variare la soglia di sensibilità al test sul covid)

cito:
Perché questi cambiamenti sono importanti
Ad aprile, il CDC aveva diramato una nuova indicazione per i laboratori, raccomandando di ridurre il valore CT della RT-PCR a 28 cicli, ma solo per i test COVID su individui completamente vaccinati.
In un test RT-PCR, il gold standard per la diagnosi della SARS-CoV-2, l’RNA viene estratto dal tampone utilizzato dal paziente. Viene poi convertito in DNA, che viene poi amplificato.
Il CT, o soglia dei cicli, è il valore che caratterizza il test RT-PCR. Il valore del CT si riferisce al numero di cicli necessari per amplificare il DNA del test, che, a sua volta, deriva dall’RNA virale e portarlo ad un livello rilevabile visivamente.
Secondo l’Indian Council of Medical Research, un paziente è considerato positivo per la COVID se il valore di CT è inferiore a 35. In altre parole, se il virus è rilevabile dopo 35 cicli o prima, allora il paziente è considerato positivo.
Il Dr. Anthony Fauci raccomanda un valore CT di 35. A livello globale, il valore di soglia CT comunemente accettato per essere considerati COVID positivi varia tra 35 e 40, a seconda delle raccomandazioni dei produttori delle apparecchiature per il test.
“Se il valore di riferimento venisse abbassato a 24, significherebbe che i valori CT nell’intervallo 25-34 non sarebbero considerati positivi,” secondo l’Indian Council of Medical Research e come riportato da The Indian Express. “Un valore di riferimento di 35, quindi, significa che sarebbero considerati positivi molti più pazienti rispetto a quelli che otterremmo se il valore di riferimento fosse 24.”
In altre parole, l’abbassamento del parametro di soglia CT può mascherare persone effettivamente infette.
Il CDC questa settimana non riporterà il numero dei nuovi casi post vaccinazione
Poiché il cambiamento nel modo in cui il CDC riporterà il numero dei nuovi casi post vaccinazione è ancora in fase di attuazione e non entrerà in vigore fino al 14 maggio, il CDC, questa settimana, non ha comunicato i dati.
fonte:
Pubblicato in POLITICA | Lascia un commento