Vaccini-News

Dopo la approvazione del DL Lorenzin a legge in Gazzetta ufficiale entro il 6 agosto 2017, abbiamo deciso oggi, 13 agosto 2017, di aprire una nuova pagina per raccogliere le news che mettiamo a disposizione in attesa che la legge “Lorenzin” cessi, almeno nella coercizione di 10 vaccini obbligatori, somministrati da due punture:una esavalente (iniettano 6 vaccini contemporaneamente) e una tetravalente (iniettano 4 vaccini contemporaneamente, sebbene in linea teorica dovrebbe essere imposto che esistano anche le monodosi).

  • Siamo convinti che la vaccinazione sia utile quando i vaccini siano realmente vaccini.
  • Quando la somministrazione del “farmaco” vaccini sia su base di consiglio medico e sotto la responsabilità del genitore o di chi non debba subire un trattamento sanitario obbligatorio. Ai fatti va dato il loro nome: bisogna chiarire se il trattamento dei vaccini sia una modalità di trattamento sanitario obbligatorio .. oppure no.
  • A noi risulta addirittura che è in corso una sperimentazione su cavie umane in Italia per la prima volta al mondo, senza che vi sia un consenso a tale sperimentazione.

A conferma di ciò oltre al nostro archivio storico di cui metto il link:
https://6viola.wordpress.com/2017/06/08/i-vaccini-sono-vaccini-studio-dei-dati/

Iniziamo a fornire le prove documentali negli articoli seguenti:

il link originale su facebook:
https://www.facebook.com/amicone.guglielmo/posts/10211473971818004?notif_t=story_reshare&notif_id=1502620439531286

il link originale sul web:
http://telegra.ph/Fatta-la-la-leggecambiato-il-vaccino-07-30

E’ in preparazione a Roma il 12 settembre 2017 una manifestazione con il seguente manifesto:

fonte facebook:
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=110603976308496&set=pcb.1605377786172999&type=3&theater

il testo in formato jpg:

pg.1

pg.2

pg.3

il dottor Trinca, però, smentisce la sua adesione al manifesto e alla sua adesione:

fonte facebook:
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=110864076282486&set=pcb.1605377786172999&type=3&theater

il Comunicato di “6 VIOLA” sulla manifestazione del 12-09-2017:

Ribadiamo che siamo per la libertà di espressione e di manifestazione ed in specie se autorizzata.

Invitiamo i partecipanti a informarsi a chi la abbia indetta. Spesso, per la nostra esperienza potrebbe succedere che pochi con una struttura organizzativa verticale “mettano il cappello” su legittime istanze popolari.

Naturalmente la perfezione non è di questo mondo, e quindi chi vuole manifestare “pacificamente” ha il nostro appoggio morale, ma ciò non esime ad indagare se vi sia veramente un intento democratico e quale sia la organizzazione che si propone come “potere antagonista” per verificare se usa strumenti legittimi, e quindi la organizzazione abbia democrazia decisionale interna, che i viola chiamano “democrazia orizzontale”, dove realmente ognuno vale uno, e nessuna struttura esterna si sostituisce al concetto di una testa e un voto.

Non è una questione di “lana caprina”, poiché in Italia non c’è un potere che vada abbattuto e sostituito da un potere di cui non si conosce la natura. Ma in Italia c’è da fare rispettare “La Costituzione Italiana”. E il rispetto della Costituzione noi intendiamo chiederlo con i metodi della non violenza e del dialogo.

Né trovare persone di destra o di centro o di sinistra negli organizzatori nullifica la bontà di una manifestazione se rimane nei canoni della vita democratica.

Anzi rientra nelle “tecniche” di sterilizzazione utilizzate dai “poteri forti” (illegittimi) la tecnica di inquinare i movimenti nascenti cercando di etero dirigerli infiltrando elementi estranei nella organizzazione di vertice.

Ecco perché i viola non sono contro nessuno, ma non derogano da una azione alla pari in cui nulla va lasciato occulto su quale sia la struttura politica di una organizzazione politica, i fini, gli strumenti, i finanziatori, i meccanismi di controllo democratico e come si forma e chi decide la LINEA POLITICA.

Aggiornamento 13 agosto 2017:

l’inchiesta di Monia Benini:
https://www.facebook.com/ATTIVIAMOCITUTTI/videos/1335848636449651/

Aggiornamento 17 agosto 2017:

fonte:
https://www.facebook.com/groups/1512092548834857/permalink/1611802362197208/

fonti legislative:
link:
https://www.personaedanno.it/articolo/cass-civ-sez-iii-15-settembre-2008-n-23676-pres-preden-rel-travaglino-trattamento-medico-su-paziente-incapace-di-consentire-diritto-di-morire-e-testamento-biologico-simone-baggio

AGGIORNAMENTO 29 AGOSTO 2017

sono stati distribuiti nuovi moduli alla attenzione dei genitori e/o dei responsabili per i bambini che sarebbero da vaccinare in modo obbligatorio e coatto senza una epidemia in corso. Ce ne riferisce Valeria Gentili che riprende la notizia dal blog del giornalista Gianni Lannes:

fonte facebook:
https://www.facebook.com/groups/1512092548834857/permalink/1621869457857165/

fonte originale di Gianni Lannes:
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2017/08/vaccini-schedatura-sanitaria.html?spref=fb

Commento:

Ma se un trattamento è obbligatorio .. chi se ne dovrebbe assumere la responsabilità .. ed in particolare derogando al principio di precauzione di indagini sanitarie e test clinici propedeutici all’uso di un farmaco=vaccino che potrebbe dare, come risulta dalla epidemiologia ampiamente .. reazioni avverse?

Secondo i moduli attuali il Ministero della sanità sotto la guida del ministro Lorenzin chiede ai genitori di firmare molte responsabilità, in piena contraddizione se il genitore sia nella potestà oppure no, di esprimere un consenso alla vaccinazione.

Continuiamo ad attendere che la Corte Costituzionale si esprima sul carattere della legge Lorenzin sulle vaccinazioni su cui già Paolo Maddalena e Ferdinando Imposimato esprimono parere contrario alla conpatibilità tra la nuova legge con tale sperimentazione coatta, per la prima volta al mondo con tali overdose, e la Costituzione Italiana.

AGGIORNAMENTO 2 SETTEMBRE 2017, ORE 15.28

Andrea Favotto su facebook

“C’è ancora una parte della corporazione forense che sa quando una legge va rispettata e quando le va opposta SOLO una ferma obiezione, in quanto iniqua, incostituzionale e per niente condivisibile, è l’unico avvocato che assume una posizione coerente alla nostra, al momento”

Congratulazioni all’ Avv. Saverio Crea

Avvocato Saverio Crea:

LINEE GUIDA SU DISSENSO ED ESONERO RELATIVI ALLA PROFILASSI VACCINALE POST DECRETO LORENZIN

Mercoledì 14 giugno 2017
Sono numerose le famiglie che mi scrivono, ultimamente, per avere ragguagli su come manifestare alle autorità sanitarie il dissenso alle vaccinazioni pediatriche per i propri figli, soprattutto in concomitanza del terrorismo mediatico suscitato con il decreto Lorenzin e le istruzioni ministeriali applicative impartire a scuole ed Asl, senza nemmeno avere atteso la conversione in legge (non scontata) di questo provvedimento del Governo.
La pratica del dissenso informato e motivato è del tutto legittima, poiché la profilassi vaccinale non rappresenta, anche nella vigenza del decreto Lorenzin, un trattamento sanitario obbligatorio che prevede il ricorso alla forza pubblica per la sua esecuzione coattiva, ma una misura di prevenzione delle malattie che trova ragione nella indubbia utilità ed efficacia del farmaco, che va sempre tuttavia valutata in ragione della sussistenza di ragioni oggettive di utilizzo, quali terapie individuali validate dal SSN, epidemie nel luogo di residenza dichiarate dalle Autorità sanitarie nazionali od internazionali, catastrofi naturali ed altre calamità che impongono la profilassi, e ragioni soggettive, rappresentante dalla volontà dei genitori di evitare al figlio possibili reazioni avverse sulla base di intolleranze allergiche, disordini neurologici ereditari o palesatisi alla nascita, disfunzioni immunitarie ed immunodepressioni latenti che contrastano con uno o più indicazioni d’uso prescritte da ciascuno dei bugiardini allegati ai vaccini di cui si propone l’inoculo, oltre che con le linee guida del SSN relative alla profilassi vaccinale e la insindacabile valutazione del medico curante.

La richiesta di esonero è invece prevista dalla legge e non comporta, se si ottiene l’esonero, alcuna conseguenza in capo ai genitori (nessuna sanzione) od ai figli (vaccinazione non effettuata).
E’ importante ricordare che l’obiezione vaccinale, anche se effettuata in modo corretto, vi esporrà alle sanzioni pecuniarie previste dal decreto ed alla possibile segnalazione al Tribunale dei minori, ma vi consentirà di non procedere alla profilassi vaccinale, e di potervi difendere dalla accusa giudiziaria di “cattiva genitorialità”, che rappresenta la giustificazione del provvedimento di affievolimento della potestà genitoriale con cui è possibile procedere alla vaccinazione del figlio contro la volontà dei genitori. Pertanto sarà forse necessario il ricorso ad un legale, ma questo è purtroppo, il necessario prezzo da pagare necessario in vigenza di un sistema di vaccinazioni obbligatorie che rappresenta un “unicum” a livello europeo…

DISSENSO INFORMATO E MOTIVATO
Prima di tutto, è necessario che il dissenso alle vaccinazioni (prima vaccinazione o richiamo) sia scritto (raccomandata con ricevuta di ritorno) e motivato.
Quando arriva la comunicazione scritta dell’incontro fissato per le vaccinazioni, potreste rispondere al mittente dichiarando, entrambi i genitori, la volontà di non voler vaccinare i propri figli, per le ragioni che seguono, che si riportano a puro titolo esemplificativo, non costituendo uno schema di richiesta amministrativa poiché le esigenze sono sempre molteplici ed individuali:

  1. mancata preventiva allegazione dei foglietti illustrativi (c.d. bugiardini) dei vaccini che si intende inoculare, oltre che mancata precisa indicazione dei lotti vaccinali completi di tutti i dati identificativi dei farmaci che si intenderebbero utilizzare;
  2. come conseguenza di 1), mancata indicazione precisa dei rischi alla salute e delle comuni reazioni indesiderate legati ai vaccini, e mancata promozione della conoscenza della legge 210 del 1992 in materia di danno da vaccino, che deve essere obbligatoriamente portata a conoscenza delle famiglie prima della profilassi vaccinale;
  3. mancata somministrazione da parte dello Stato di test preventivi di tipo genetico, immunitario, allergologico e di ricerca di intolleranze alimentari su genitori e bambino, indispensabili per verificare una possibile idiosincrasia ai vaccini dell’organismo del soggetto ricevente (per una panoramica sui possibili test ed esami, che dovrete effettuare con la prescrizione e la supervisione di un medico, cliccate qui per maggiori informazioni a riguardo:https://autismovaccini.org/f-a-q/);
  4. disponibilità alla profilassi, subordinata alla garanzia scritta, da parte del medico vaccinatore, della assoluta innocuità ed assenza di controindicazioni dei lotti vaccinali che si intendono utilizzare e, in assenza di questa prima, della allegazione necessaria al modello di dissenso predisposto eventualmente dalla ASL delle reali motivazioni di dissenso della famiglia alla profilassi vaccinale, contenute nella presente comunicazione raccomandata.

Attendete una risposta formale scritta (se vi sarà), e considerate che ogni eventuale minaccia e indebita pressione che potrà esservi rivolta non può costituire in alcun modo pretesto per un intervento coattivo della autorità sanitaria, poiché tale opzione non è prevista dal nostro ordinamento giuridico come conseguenza automatica della segnalazione al Tribunale dei minorenni, ma come conseguenza dell’accertamento, in tale sede, di una condotta genitoriale irresponsabile, che è ben difficile da dimostrare in presenza delle numerose obiezioni e richieste che i genitori hanno fatto al centro vaccinale, od al medico vaccinatore, improntate al principio di precauzione e di trasparenza dell’attività amministrativa che sempre deve informare la condotta delle autorità sanitarie.

Se vi verrà richiesto di firmare il modulo prestampato di dissenso predisposto dalla ASL, non firmatelo qualora il modulo di consenso informato fornitovi risulti incompleto delle vostre reali ragioni scritte di dissenso, comunicate con lettera raccomandata. Come ricorderete, avete posto la condizione (non rispettata) di ricevere la garanzia di assoluta innocuità ed assenza di controindicazioni della profilassi firmata dal medico vaccinatore e di poter allegare le vostre ragioni di dissenso, nella raccomandata che avete inviato!

Qualora venisse firmata la garanzia di assoluta innocuità ed assenza di controindicazioni della profilassi vaccinale, ed in caso di reazione avversa, si può profilare una responsabilità del sanitario che ha firmato il documento per colpa professionale e lesioni, e la famiglia dovrà valutare attentamente se procedere o meno alla vaccinazione o proseguire nella obiezione.

ESONERO
In presenza di disturbi neurologici, metabolici, immunitari ereditari o manifestati alla nascita o in conseguenza di altre cause, certificati dal medico curante come incompatibili con la profilassi vaccinale, il certificato di esonero, comunicato al medico vaccinatore od al centro vaccinale, impedisce legittimamente la vaccinazione, e può essere allegato al nido, alla scuola materna ed alla scuola dell’obbligo in sostituzione del libretto vaccinale, attuale requisito di accesso al servizio educativo in parola.
In alcune Regioni ci sono specifiche normative a tutela degli obiettori, mentre in Veneto e nella Provincia autonoma di Trento l’obbligo vaccinale è di fatto “sospeso” e sembra che questa prassi continuerà anche con il decreto Lorenzin.
Questa procedura, ad ogni modo, ha valore per tutto il territorio nazionale.
Sperando di avervi reso un servizio utile, porgo
Un saluto cordiale, a tutti!
Avv. Saverio Crea

fonte:
https://www.facebook.com/groups/1512092548834857/permalink/1624483734262404/

fonte agenzia ANSA – 2 settembre 2017:
http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/focus_vaccini/2017/09/01/vaccini-lorenzin-possibile-autocertificazione-per-2017-2018_fb0b466b-4124-46df-a1fd-b5a684d09950.html

Vaccini: arriva l’autocertificazione solo per l’anno scolastico 2017-2018

Circolare Ministeri Salute-Istruzione, basterà anche una mail

la circolare annunciata da ANSA, sul sito del ministero in formato divulgativo:

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_4_1_1.jsp?lingua=italiano&menu=salastampa&p=comunicatistampa&id=4936

la circolare annunciata da ANSA, sul sito del ministero in formato originale:

http://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/renderNormsanPdf?anno=2017&codLeg=60460&parte=1%20&serie=null

AGGIORNAMENTO 5 SETTEMBRE 2017, ORE 9.18

fonte facebook:
https://www.facebook.com/groups/barnardeuroparlamentare/permalink/1600387233358973/

fonte originale di Sadefenza.blogsopt.com:
http://sadefenza.blogspot.it/2017/09/immediata-mobilitazione-contro-la.html

AGGIORNAMENTO 7-9-2017, ORE 15.01

AGGIORNAMENTO 11-9-2017, ORE 9:18

da facebook:

a seguito di questa news:

VACCINI – UN PARERE SCIENTIFICO. Società Italiana di Psico neuro endocrino immunologia

http://www.maurizioblondet.it/vaccini-un-parere-scientifico-societa-italiana-psico-neuro-endocrino-immunologia/

la discussione originale al link seguente:
https://www.facebook.com/groups/barnardeuroparlamentare/permalink/1606144962783200/

gli altri link citati:

 

Kenya. Vescovi: vaccino antitetanica cela controllo nascite:

http://it.radiovaticana.va/news/2014/11/09/kenya_vescovi_vaccino_antitetanica_cela_controllo_nascite/1110541

DICHIARAZIONE SHOCK SUI VACCINI!

AGGIORNAMENTO 13-9-2017, ORE 8.43

fonte facebook:
https://www.facebook.com/groups/881942715204999/permalink/1529963667069564/

fonte “una lira per l’italia:
http://unaliraperlitalia.altervista.org/blog/bimba-morta-malaria-trento-lipotesi-linfezione-sia-stata-trasmessa-dallago-pungidito/?doing_wp_cron=1505285241.6527359485626220703125

fonte “lpost.it”:
http://www.ilpost.it/2017/04/25/vaccino-malaria-africa/

un documentario molto completo e che specifica le fonti su come sono gestiti i vaccini in ITALIA e nel mondo:

10 sporchi vaccini. By tommix. 10/10/2017.

http://www.salvo5puntozero.tv/10-sporchi-vaccini-by-tommix-10102017/

i vaccini in Syria:

cito:

Epidemia derivata

Il vaccino orale contro la poliomielite (Opv) contiene piccole quantità attenuate di virus attivo, che si riproduce nell’intestino per un breve periodo facendo sviluppare la risposta immunitaria nell’organismo. Però in zone dove il livello igienico è scarso, spiega l’Oms, il virus può essere trasmesso tramite cibo o acqua contaminati da materiale fecale ai non vaccinati, allargando il fenomeno chiamato «immunizzazione passiva». In rari casi, tuttavia, se una popolazione si trova molto al di sotto del livello minimo di immunizzazione, il virus escreto dai vaccinati può continuare a sopravvivere e a circolare. Più a lungo sopravvive, più mutazioni genetiche subisce e, in casi ancora più rari, il virus derivato dal vaccino può modificarsi in una forma che porta a paralisi chiamata cVDPV (circulating vaccine-derived poliovirus). Per svilupparsi occorrono almeno 12 mesi in una zona sotto- o non vaccinata. In questi casi, conclude la nota dell’Oms, il problema non consiste nel vaccino in sé, ma nella bassa copertura vaccinale. Se la popolazione fosse completamente immunizzata, sarebbe protetta sia dal cVDPV sia dal virus “selvaggio” della poliomielite. Dal 2000 sono stati somministrati oltre 10 miliardi di dosi di vaccino Opv a quasi 3 miliardi di bambini nel mondo, riuscendo a prevenire più di 13 milioni di casi di polio. La malattia è stata ridotta di oltre il 99%. In questo lasso di tempo, ci sono state 24 epidemie di cVDPV in 21 Paesi che hanno causato meno di 760 casi di polio.

fonte:
http://www.corriere.it/cronache/17_giugno_21/siria-epidemia-poliomielite-bambini-paralizzati-3d426e68-5651-11e7-a35b-7a875278503a.shtml

ultimo aggiornamento:
Aggiornamento 11 ottobre 2017

Annunci