“Negli ultimi 22 mesi sono deceduti improvvisamente tanti atleti quanti in un arco di 38 anni”.

fonte originale:
https://goodsciencing.com/covid/athletes-suffer-cardiac-arrest-die-after-covid-shot/

fonte su telegram:
https://t.me/rossobruni/26749

traduzione:

Non è assolutamente normale che così tanti giovani atleti soffrano di arresti cardiaci o muoiano mentre praticano il loro sport, ma quest’anno sta accadendo. Molti di questi problemi cardiaci e decessi sono avvenuti poco dopo aver fatto il vaccino COVID. Sebbene sia possibile che questo accada anche a persone che non hanno ricevuto il vaccino COVID, i numeri indicano chiaramente l’unica causa ovvia.

Note importanti: Il numero di morti è incluso nel numero totale. Ci sono anche decine di segnalazioni che non sono incluse nel numero totale mostrato nel titolo perché non sono o potrebbero non essere correlate al vaccino.

I cosiddetti professionisti della salute che gestiscono i programmi di vaccino COVID in tutto il mondo continuano a ripetere che “il vaccino COVID è un vaccino normale ed è sicuro ed efficace”.

In risposta al loro pronunciamento, ecco un elenco non esaustivo e in continua crescita di atleti, per lo più giovani, che hanno avuto problemi medici importanti nel 2021/2022 dopo aver ricevuto uno o più vaccini COVID. Inizialmente, molti di questi casi non sono stati segnalati. Sappiamo che a molte persone è stato detto di non parlare a nessuno delle loro reazioni avverse e che i media non le hanno riportate. Le reazioni avverse hanno iniziato a verificarsi e ad aumentare dopo le prime vaccinazioni COVID. I media tradizionali continuano a non riportarne la maggior parte, ma i notiziari sportivi non possono ignorare il fatto che i calciatori e altre star collassano nel bel mezzo di una partita a causa di un improvviso arresto cardiaco. Molti di questi muoiono, più del 50%.

Notiamo anche che molti post su Facebook, Instagram, Twitter, forum e notizie sono stati rimossi. Quindi ora stiamo ricevendo alcuni messaggi che dicono che non c’è alcuna prova dell’evento o dello stato di vaccinazione. Questo è in parte dovuto al fatto che queste informazioni vengono nascoste.

Altre persone ci stanno scrivendo per dirci che in molti casi non abbiamo menzionato lo stato di vaccinazione di una persona. C’è una buona ragione per questo. Nessuno dei club vuole rivelare queste informazioni. Nessuno dei loro sponsor vuole rivelarle. Ai giocatori è stato detto di non rivelarla. La maggior parte dei loro parenti non ne parlerà. Nessuno dei media si pone questa domanda. Quindi cosa dovremmo fare? Fermare tutto questo adesso? No, raccoglieremo quante più informazioni possibili, finché sono disponibili, perché alla fine usciranno altre informazioni e noi saremo qui a metterle insieme. Significherà qualcosa? Non lo sappiamo. Quello che sappiamo è che c’è uno sforzo concertato a livello mondiale per far sparire queste informazioni, quindi questo fatto da solo ci dice che devono essere raccolte, studiate e salvate in modo che altri ricercatori possano esaminarle per vedere se ci sono modelli utili.

Abbiamo sostituito circa una dozzina di occorrenze della parola “shot” (iniezione) con “injection” (iniezione) perché la traduzione in altre lingue è migliore, su consiglio di un lettore.

Apprezziamo molto gli atleti citati in questo elenco (o le loro famiglie) che hanno confermato ciò che è accaduto loro per far conoscere la verità. Si preoccupano dei loro compagni, anche se i club, i loro sponsor, i media, i politici e i cosiddetti professionisti della salute non lo fanno.

Nell’elenco figurano molti atleti professionisti e dilettanti di alto livello. Non sarebbe sensato cercare di segnalare la morte di ogni persona sul pianeta, quindi abbiamo selezionato una categoria di persone che dovrebbero essere abbastanza in forma da condurre una vita lunga e sana. Ciò significa che se una persona è ragionevolmente in forma, in salute e svolge un’attività atletica, piuttosto che un “couch potato” non in forma, allora può essere inclusa in questo elenco. Inutile dire che queste sono solo le persone che ci sono state segnalate dai lettori o che abbiamo scoperto durante le ricerche.

Ci sono molti Paesi o Stati con grandi popolazioni che non hanno quasi nessuna segnalazione nel nostro elenco. Questo probabilmente significa che gli eventi non ci vengono segnalati. È probabile che il numero reale di morti e feriti sia molto più alto di quello che abbiamo elencato qui.

Dati dell’anno precedente
Il Comitato Olimpico Internazionale di Losanna, in Svizzera, ha studiato i documenti delle banche dati internazionali dal 1966 al 2004. Tali documenti indicano 1.101 morti improvvise in atleti di età inferiore ai 35 anni, una media di 29 atleti all’anno; gli sport con l’incidenza più alta sono il calcio e la pallacanestro (documento NIH).

Uno studio di Maron sulla morte improvvisa negli atleti statunitensi, dal 1980 al 2006 in trentotto sport, ha identificato 1.866 decessi di atleti con malattie cardiache, con una prevalenza di cardiomiopatia ipertrofica.

Tra il 2005 e il 2006 si è registrata una media di sessantasei (66) decessi all’anno, l’82% dei quali si è verificato durante le gare o gli allenamenti.

Grazie ai lettori investigatori per aver scoperto questi rapporti e questa storia in spagnolo: Momento Deportivo.

Nel 2021 e nel 2022, finora, non sono state menzionate malattie cardiache. La cardiomiopatia ipertrofica è stata menzionata due volte, ma queste due segnalazioni sono state inserite nell’elenco “non correlate ai vaccini”. Il “cuore ingrossato” è stato menzionato solo tre volte, ma non c’era alcuna indicazione che si trattasse di un problema a lungo termine o recente (forse dovuto a lesioni da vaccino).

Quanto sopra mostra che negli anni precedenti si registravano 66 decessi all’anno, ma nel gennaio 2022 ne sono stati segnalati finora 89.

foto da telegram:
https://t.me/rossobruni/26749


foto link

Rapporto in crescita
Questa storia crescerà nel tempo, man mano che verranno aggiunte nuove informazioni. Se siete in possesso di informazioni che non abbiamo ancora, o se avete una correzione, vi preghiamo di inviarle attraverso il nostro modulo di contatto, con il maggior numero di informazioni possibile. Le informazioni utili potrebbero essere il nome della persona, l’età, cosa le è successo, se ha fatto il vaccino COVID, la data dell’evento o del decesso, il link a qualsiasi notizia.

Un ringraziamento speciale ai lettori che hanno fornito correzioni, trovato errori che ci sono sfuggiti o fornito nuove informazioni di cui non eravamo a conoscenza. È un vero e proprio lavoro di squadra e lo apprezziamo molto.

Attualmente stiamo esaminando 16 nuovi rapporti – tutti morti. 21 novembre 2022.

Per gli scettici che credono che questo sia normale, sentitevi liberi di ripetere le seguenti 18 parole, dopo aver letto ogni nome di questo elenco.

Ripetete dopo aver letto ogni riga
“Il vaccino COVID è un vaccino normale. Il vaccino COVID è sicuro. Queste lesioni e questi decessi sono normali”.
(continua sulla fonte): https://goodsciencing.com/covid/athletes-suffer-cardiac-arrest-die-after-covid-shot/

In conclusione .. sulla statistica delle morti degli atleti:

“Negli ultimi 22 mesi sono deceduti improvvisamente tanti atleti quanti in un arco di 38 anni“.

Informazione:

In merito all’atteso pronunciamento della Cosrte Costituzionale in relazione “obbligatorietà pseudo_vaccinazione(in quanto il farmaco detto improprimente vaccino è SPERIMENTALE e induce mutazione genetica in chi lo riceve) & non garanzia di immunità dal contagio:

cito dalla fonte seguente: https://www.diritto.it/covid-ed-obbligo-vaccinale-la-consulta-decidera-a-novembre/

Covid ed obbligo vaccinale: la consulta deciderà a novembre

I numerosi rilievi, che vanno a costellare l’attuale quadro, impongono profonde riflessioni sull’intero sistema normativo ormai stravolto dall’arrivo della pandemia.

Una situazione in cui, come mai prima d’ora, ogni cittadino ha toccato con mano le dirette conseguenze delle decisioni governative, senza neppure la consueta vacatio legis dalla pubblicazione in GU, ed in cui si inserisce, altresì, il primato di aver assistito, in un ridottissimo lasso di tempo, ad una proliferazione di questioni di legittimità costituzionali senza precedenti, su cui la Consulta è chiamata a pronunciarsi

il 29 novembre 2022.

cito anche il link del governo attuale (a guida Giorgia Meloni) che insiste a considerare il farmaco sperimentale impropriamente un vaccino:

https://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_1_1.jsp?menu=notizie&id=3184

In particolare dove dice:

“Il comunicato dell’Ufficio stampa della Corte costituzionale

Nell’udienza di ieri, davanti alla Corte costituzionale, sono state discusse le numerose questioni di legittimità costituzionale promosse dalla Regione Veneto sul decreto legge n. 73 del 2017, convertito nella legge n. 119 del 2017, in materia di vaccinazioni obbligatorie per i minori fino a 16 anni di età.

Le questioni sottoposte alla Corte costituzionale non mettevano in discussione l’efficacia delle vaccinazioni – attestata dalle istituzioni a ciò deputate (Organizzazione mondiale della sanità; Istituto superiore di sanità) e da una lunga serie di piani nazionali vaccinali – ma la loro obbligatorietà, sospesa dalla Regione Veneto con una legge del 2007 che aveva introdotto un sistema di prevenzione delle malattie infettive basato solo sulla persuasione.

La Corte ha dichiarato non fondate tutte le questioni prospettate.

Secondo i giudici costituzionali, le misure in questione rappresentano una scelta spettante al legislatore nazionale.”

Tuttavia è la stessa Pfizer che attesta ciò che si è accertato in clinica ospedaliera: “le persone che hanno assunto lo pesudo_vax teoricamente contro il covid si sono infettate e diffondono il contagio, né la Pfizer ha mai eseguito la pseirmentazione su contagio e la trasmissiobilità”

Dunque risulta irragionevole:

  1. chiamare vaccino un farmaco sperimentale con trascrizione inversa a base mRNA che modifica il DNA umano.
  2. non considerare che la maggior parte delle persone ospedalizzate hanno assunto tale farmaco sperimentale la cui sperimentazione sarebbe stata autorizzabile solo in assenza di cure alternative, che invece esistevano con il metodo De Donno.

Si configura quindi

  • la violazione della “libertà di cura” garantita dalla Costituzione Italiana
  • la richiesta di un nuovo tribunale di Norimberga perché si agisca verso coloro che hanno violato i diritti fondamentali della dignità umana sperimentando in modo coatto sulla popolazione minacciata di perdere il lavoro con il ricatto di sovvertire la Costituzione Italiana che si fonda sul diritto al lavoro come metodo di sopravvivenza per le persone SANE, considerate “asintomatiche” in base a test NON diagnostici, ma solo “statistici” (il cosiddetto “tampone”).

NON siamo un POPOLO BUE, ma un POPOLO SOVRANO, e resisteremo alle violazioni alla dignità umana come fecero in NAZISTI agli Ebrei, ed altre minoranze nella seconda guerra mondiale.

E VOI che abusate da una posizione di governo di imporre leggi ingiuste, ricordate cosa affermò il tribunale di NORIMBERGA: “E’ lecito non obbedire a leggi ingiuste .. come ad esempio fucilare la popolazione civile, oppure imporre farmaci sperimentali alle persone SANE, minacciandoli di togliergli il diritto al lavoro e alla dignità umana”.

Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...