VIOLATA L’APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA DEI VACCINI (denuncia del farmacista ospedaliero Fabio La Falce e numerosi colleghi (50) sulle violazioni di LEGGE al presidente dell’Ordine) Torino 24 maggio 2022

da youtube:

478 iscritti
Lo ha affermato un gruppo numeroso di farmacisti che durante l’assemblea dell’Ordine di Torino svoltasi il 24 maggio 2022, hanno preso la parola, evidenziando punto per punto le violazioni normative commesse negli ultimi due anni in merito alle somministrazioni dei sieri a mRNA. Come ben sapete oramai in tutta Italia negli ultimi mesi, in occasione delle assemblee per l’approvazione dei bilanci, nei vari ordini professionali delle categorie di medici e infermieri si stanno registrando scontri all’origine dei quali c’è l’obbligo vaccinale imposto, per alcuni di loro, “senza le necessarie precauzioni di sicurezza ed efficacia”. Per dare un po’ il quadro di quanto è accaduto ricordiamo che negli Ordini dei medici di Udine e di Torino, il bilancio è stato respinto con voto a maggioranza dall’assemblea degli iscritti. A Roma è dovuta intervenire la polizia, ed è stata sfiorata la rissa e non sono mancati, diciamo così, gli inviti a incontrarsi in tribunale, stessa situazione a Venezia, e Rimini. Molto diversa invece la situazione a #Torino, dove in occasione dell’assemblea dei farmacisti, non ci sono stati disordini: “Non ci interessa parlare dei soldi del bilancio” avrebbero detto una sessantina di farmacisti, “vogliamo solo poter parlare per esporre quanto è accaduto in questi due anni”. Il presidente dell’ordine, Mario Giaccone, che deve aver tirato un sospiro di sollievo avendo messo in salvo il suo bilancio ha acconsentito a dare loro la parola. A parlare a nome di tutti, il dott. Fabio La Falce, farmacista ospedaliero, che ha esordito chiarendo che non avrebbe parlato delle “situazioni surreali” delle sospensioni dei professionisti, e nemmeno di posizioni pro vaccino e contro vaccino, o dell’ efficacia e della sicurezza degli stessi “perché parlare di sicurezza di un vaccino che fa anche morire e di efficacia posto che siamo arrivati alla terza dose pare fuori luogo” ha chiarito. La Falce ha invece puntato dritto al nocciolo della questione l’ “appropriatezza prescrittiva”. La nostra mission l’ha definita. Un pugno nello stomaco la sua relazione che partendo dall’art. 4 della legge 44/21 relativo dell’obbligo vaccinale per i sanitari per 20 minuti ne ha demolisce tutti i presupposti. Arrivando a conclusioni che se fossero confermate da un giudice sarebbero agghiaccianti per medici e infermieri vaccinatori e non solo. Rinviamo in toto al video dove potete ascoltare dalla voce del dott. La Falce tutti passaggi esposti con semplicità e chiarezza. Ps. ll video riporta l’audio integrale dell’intervento del dott. La Falce sul quale ho aggiunto alcune immagini video (poche purtroppo) dello stesso intervento, le immagini dei documenti citati e l’intervento di Crisanti ad Agorà in quanto richiamato dal discorso.

Ing Tufano:

trascrizione delle parti più rilevanti del video:

TESI 1:

Dice il Farmacista Ospedaliero: (dal minuto 1 e 54 secondi):

Noi qui vorremmo parlarvi di APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA, di come è legata alla normativa. […] esaminiamo l’art. 4 della legge del 2021 che ha obbligato tutti noi sanitari ad un obbligo vaccinale. Avete letto quell’articolo? .. se aveste avuto il tempo di leggere quell’articolo vi sareste accorti di un piccolo particolare .. quell’articolo cita letteralmente che ogni singolo sanitario, nella volontà di prevenire l’infezione verso il paziente debba “sostenere un vaccino atto alla prevenzione della trasmissione del virus” .. quindi noi -con questo vaccino- dobbiamo prevenire che il virus possa essere trasmesso.

Ma in Italia sappiamo benissimo tutti quanti che un farmaco può essere utilizzato soltanto “per quanto indicato in scheda tecnica”. Quanto indicato in scheda tecnica è legge per noi (ndr: farmacisti).

Avente letto -per caso- le indicazioni dei vaccini per la covid19?

Se le aveste lette (le indicazioni) sono 3 righe .. in 2 anni è imbarazzante che qualcuno non abbia avuto il tempo di leggere .. tutti i vaccini hanno come indicazioni queste parole .. “il vaccino comirnaty et ALTRI  sono indicati per la immunizzazione attiva, atta alla prevenzione della malattia covid19, ma nessun vaccino è indicato per la prevenzione della trasmissione
SARS_CO_2(*)
(*)
ndr:
il virus è detto SARS_COV_2
la malattia covid19

Dice il farmacista:
Cosa vi sto dicendo con queste semplici parole?
Vi sto dicendo che abbiamo costretto gli italiani a “questo piccolo errore”: di pensare che con il vaccino evitassero il contagio. In realtà l’obbligo vaccinale, al di là che sia costituzionale o meno, di cui “non ce ne frega nulla francamente” .. è per LEGGE NON OTTEMPERABILE.

Perché nessun vaccino ha -tra le indicazioni- la indicazione di potere evitare il contagio.

Userò parole dure .. non me ne vogliate .. ma la nostra assenza, la nostra ignavia, a questo punto, ci ha portato ad essere in questi 2 anni .. non soltanto spettatori passivi .. ma ci ha anche portato ad essere complici .. di quello che con grande responsabilità e coraggio abbiamo deciso di chiamare con il suo nome “OMICIDIO E TENTATO OMICIDIO DI STATO”.

Voglio spiegare queste cose .. innanzi tutto l’obbligo lo ho appena spiegato .. “NON OTTEMPERABILE PER LEGGE” è formula che nessuno ne ha fatto cenno. Neanche l’Ordine che sospende le persone ed nvece dovrebbe dire NO non ti posso sospendere “perché nessun vaccino può aiutarti ad adempire a questo obbligo”.

TESI 2:

Ma la cosa peggiore l’abbiam fatta successivamente  .. a giungo 2021 .. ripercorrendo un po’ di questa storia, a seguito della morte di una ragazza di Genova la signora “Martina” se vi ricordate dopo la somministrazione di Astrazeneca .. la CTS (comitato tecnico scientifico) ed il ministero hanno deciso di sospendere le somministrazioni di Astrazeneca sotto i sessanta anni e fare la famosa (somministrazione) “eterologa”(*)
(*)
Si intende che si può somministrare il farmaco detto vaccino di una diversa (etero) casa farmaceutica.
Se fosse stata la stessa casa si sarebbe detto omologa.

Continua il farmacista:
Io sono sobbalzato dalla sedia .. quando ho sentito il ministro Speranza che diceva “ci sono degli studi per cui la dose eterologia fatta con un secondo vaccino mRNA è più efficace della dose fatta con la stessa casa del farmaco precedente (ad esempio confermando Astrazeneca). Al che ho detto “strano che facciano questi studi in queste situazioni”.

Vi faccio un altra domanda per stimora un po’ la attenzione .. voi sapete cos’è la legge 648 del 96?

Non mi aspetto grandi “sì lo sappiamo”.
Lo sanno forse gli avvocati dell’Ordine? .. non sono presenti.
Tale legge è l’unica legge che permette (specificando le norme) l’uso fuori indicazione originaria dei farmaci che -diversamente- non potrebbero essere somministrati e a carico del sistema sanitario nazionale. Ebbene la condizione “sine qua non” (senza la quale non è possibile) per cui possa versi “uso fuori indicazione originaria” è la presenza di “studi di fase II pubblicati per la indicazione che noi andiamo a proporre (ndr: indicazione alternativa)”.

Quindi è chiaro si può usare un farmaco come indicazione alternativa (eterologa) se nei documenti Astrazeneca (sheet=foglio in inglese) ci fosse la indicazione di quali studi sono a supporto di tale ipotesi alternativa (seconda dose detta eterologa).

La domanda -allora- è .. “dove sono questi studi?”

Ve lo chiediamo perché nel documento del ministero che autorizza la dose “esterologia” .. estratto 27 11 giugno 2021 .. protocollato 26245 CTS AIFA c’è scritto che tali studi non esistono (vedi video con il teso completo) .. ovvero non esistono evidenze della tesi eterologa (allo stato attuale).

La dicitura NON dice “si autorizza” .. bensì “NON appare essere sconsigliabile”.

Le citazioni richiamate nel documento che stiamo esaminado cita studi di irrilevanza statistica, 42 persone, imbarazzanti. Dall’esame non esistono fonti che dimostrino la tesi eterologa.

Per cui .. se non ci son gli studi .. come è stato possibile autorizzare un farmaco (sperimentale) che rispettasse la legge 648-96 modificando la prescrizione originaria?

Ed i farmacisti dove erano in quel momento della stesura delle prescrizioni di legge?

TESI 3:

Voglio ricordare cosa succede in farmacia quando ci fosse un farmaco scaduto in uno scaffale: vale l’articolo 443 codice penale, che prevede la reclusione e la multa per chi detiene farmaci scaduti.

Quando si volesse ottenere una proroga alla scadenza originaria .. non vi è una procedura detta “tesi di stabilità?”

Nel caso di detenzione fuori delle condizioni di conservazione prescritte (per esempio conservazione in frigorifero) siamo costretti a rivolgerci alla casa farmaceutica che invierà una PEC con le codizioni ritenute ammissibili di parziale modifica della conservazione ed associate specifiche. (ad esempio può stare 2 ore fuori dal frigorifero senza conseguenze per la salute).

Detto ciò, vorrei sapere chi ha dato alla AIFA la autorizzazione per prolungare la scadenza delle dosi di farmaci sperimentali detti vaccini .. esiste tale autorizzazione? .. perché se non ci sono questi studi .. vi è stata somministrazione di “farmaci scaduti“.

TESI 4:

A dicembre 2021 abbiamo avuto un altro “pastrocchio” (condotta non limpida).
Secondo il dottor Crisanti, “abbiamo creato 48 percorsi immunologici

Dovevano quindi esserci 48 studi dedicati a supporto a garanzia di efficacia e sicurezza.
La domanda è “QUESTI 48 STUDI DOVE SONO?

ed inoltre .. la terza dose .. dove è indicata come obbligo? (minuto 11 e 48 sec)
Il farmacista:
A me non sembra che venga detto (dal documento citato) che “tutti i sanitari debbano essere vaccinati con la terza dose”.

E inoltre la modalità eterologa è rinviata alla “mancanza di disponibilità su tutto il territorio nazionale”.

Dunque sui documenti ufficiali non è favorita la eterologa, se non a situazioni di non reperibilità del ciclo originale.

Oggi, ci prendiamo la responsabilità di denunciare presso l’Ordine che la vaccinazione ha tutte le modalità illecite sopra ricordate. Da cui i reati di OMICIDIO DOLOSO OPPURE TENTATO OMICIDIO DOLOSO nella misura in cui la somministrazione è fuori dalle prescrizioni e degli studi a supporto.

Si ricorda altresì di segnalare le anomalie alla farmaco vigilanza.

Chiediamo alla presidenza e al consiglio dell’ordine -per i fatti denunciati- di procedere con segnalazione agli organi competenti, tramite la avvocatura dell’Ordine, di presentare tutte le difformità denunciate con la richiesta della immediata sospensione delle vaccinazioni per tutti i casi in cui non vi sono i presupposti a garantire il rispetto delle leggi in materia di efficacia e sicurezza.

Si chiede che il presente documento sia messo agli atti, con i nomi dei formatari.

Dobbiamo avere il coraggio di cominciare a dire la verità agli italiani.

Aggiornamento 28 maggio 2022, ore 9.00

il salvataggio del video sulla piattaforma rumble:
https://rumble.com/v16eq79-violata-lappropriatezza-prescrittiva-dei-vaccini.html

Il commento su facebook di “100 GIORNI DA LEONI”:

link: https://www.facebook.com/100GiorniDaLeoni/videos/790312265708269

AGGIORNAMENTO 28 MAGGIO 2022, ORE 18.32:

La Analisi di Blondet in merito alla azione della magistratura sulle evidenze di violazioni di LEGGE (Vedi ordine farmacisti, ed anche il professor Frajese), ed il fatto che Pfizer, nella persona del suo CEO Bourla si vanta di avere centrato l’obiettivo di ridurre la POPOLAZIONE mondiale del 50% entro il 2023:

Bourla (Pfizer) vanta il suo “successo” – Qualcuno ascolta?


ultimo aggiornamento:
28 maggio 2022, ore 18.36

Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...