Tar del Lazio sulle terapie domiciliari ..


Il TAR accoglie il ricorso del “Comitato cura domiciliare CoViD-19” e sospende la circolare del Ministero della Salute che prevedeva “vigilante attesa” e somministrazione di paracetamolo e antinfiammatori come cura domiciliare durante i primi giorni della malattia.

Per il Giudice, il contenuto della nota del Ministero “si pone in contrasto con l’attività professionale così come demandata al medico nei termini indicati dalla scienza e dalla deontologia”.

Per il Tar “è onere imprescindibile di ogni sanitario di agire secondo scienza e coscienza, assumendosi la responsabilità circa l’esito della terapia prescritta quale conseguenza della professionalità e del titolo specialistico acquisito. La prescrizione dell’AIFA, come mutuata dal Ministero della Salute, contrasta, pertanto, con la richiesta professionalità del medico e con la sua deontologia professionale, imponendo, anzi impedendo l’utilizzo di terapie da questi ultimi eventualmente ritenute idonee ed efficaci al contrasto con la malattia CoViD-19 come avviene per ogni attività terapeutica”.

La conclusione è che “il contenuto della nota ministeriale, imponendo ai medici puntuali e vincolanti scelte terapeutiche, si pone in contrasto con l’attività professionale così come demandata al medico dalla scienza e deontologia professionale”.

Sono contento di questa sentenza del TAR, peccato che sia giunta con 2 anni di ritardo e nel frattempo il blocco delle cure mediche personalizzate ha aggravato ed esteso questa infezione.

I MEDICI DEVONO TORNARE A FARE I MEDICI E QUINDI A CURARE LE MALATTIE, COVID COMPRESO, IN TOTALE LIBERTÀ DI ESPRESSIONE E DI CURA

fonte:
Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...