Esame dell’articolo: BNT162b2 vaccine breakthrough: clinical characteristics of 152 fully vaccinated hospitalized COVID-19 patients in Israel

Traduzione del tipo dell’articolo al link seguente:

https://www.clinicalmicrobiologyandinfection.com/article/S1198-743X(21)00367-0/fulltext

La svolta del vaccino BNT162b2: caratteristiche cliniche di 152 pazienti COVID-19 ospedalizzati completamente vaccinati in Israele

Esame:

l’articolo ci è stato segnalato da

https://www.swissinfo.ch/ita/tutte-le-notizie-in-breve/israele–152-morti-di-covid-malgrado-vaccino/46793802

che a sua volta titolava:

Israele: 152 morti di Covid malgrado vaccino

Tuttavia la analisi dei dati ha dei problemi di interpretazione in swissinfo.ch

vediamo in dettaglio:

Abstract
Objectives
The mRNA coronavirus disease 2019 (COVID-19) vaccines have shown high effectiveness in the prevention of symptomatic COVID-19, hospitalization, severe disease and death. Nevertheless, a minority of vaccinated individuals might become infected and experience significant morbidity. Characteristics of vaccine breakthrough infections have not been studied. We sought to portray the population of Israeli patients, who were hospitalized with COVID-19 despite full vaccination.

traduzione:

Abstract
Obiettivi
I vaccini mRNA del coronavirus 2019 (COVID-19) hanno dimostrato un’elevata efficacia nella prevenzione del COVID-19 sintomatico, dell’ospedalizzazione, della malattia grave e della morte. Tuttavia, una minoranza di individui vaccinati potrebbe infettarsi e sperimentare una significativa morbilità. Le caratteristiche delle infezioni di rottura del vaccino non sono state studiate. Abbiamo cercato di ritrarre la popolazione di pazienti israeliani che sono stati ricoverati con COVID-19 nonostante la vaccinazione completa.

Methods
A retrospective multicentre cohort study of 17 hospitals included patients fully vaccinated with Pfizer/BioNTech’s BNT162b2 vaccine who developed COVID-19 more than 7 days after the second vaccine dose and required hospitalization. The risk for poor outcome, defined as a composite of mechanical ventilation or death, was assessed.

traduzione:

Metodi
Uno studio di coorte multicentrico retrospettivo di 17 ospedali ha incluso pazienti completamente vaccinati con il vaccino BNT162b2 di Pfizer/BioNTech che hanno sviluppato la COVID-19 più di 7 giorni dopo la seconda dose di vaccino e hanno richiesto il ricovero. È stato valutato il rischio di esito negativo, definito come un insieme di ventilazione meccanica o morte.

Results
A total of 152 patients were included, accounting for half of hospitalized fully vaccinated patients in Israel. Poor outcome was noted in 38 patients and mortality rate reached 22% (34/152). Notably, the cohort was characterized by a high rate of co-morbidities predisposing to severe COVID-19, including hypertension (108; 71%), diabetes (73; 48%), congestive heart failure (41; 27%), chronic kidney and lung diseases (37; 24% each), dementia (29; 19%) and cancer (36; 24%), and only six (4%) had no co-morbidities. Sixty (40%) of the patients were immunocompromised. Higher viral load was associated with a significant risk for poor outcome. Risk also appeared higher in patients receiving anti-CD20 treatment and in patients with low titres of anti-Spike IgG, but these differences did not reach statistical significance.

traduzione:

Risultati
Sono stati inclusi un totale di 152 pazienti, che rappresentano la metà dei pazienti ospedalizzati completamente vaccinati in Israele. L’esito negativo è stato notato in 38 pazienti e il tasso di mortalità ha raggiunto il 22% (34/152). In particolare, la coorte è stata caratterizzata da un alto tasso di co-morbidità che predispongono alla COVID-19 grave, tra cui l’ipertensione (108; 71%), diabete (73; 48%), insufficienza cardiaca congestizia (41; 27%), malattie renali e polmonari croniche (37; 24% ciascuno), demenza (29; 19%) e cancro (36; 24%), e solo sei (4%) non avevano co-morbidità. Sessanta (40%) dei pazienti erano immunocompromessi. Una carica virale più elevata era associata a un rischio significativo di esito negativo. Il rischio sembrava anche maggiore nei pazienti che ricevevano un trattamento anti-CD20 e nei pazienti con bassi titoli di IgG anti-Spike, ma queste differenze non hanno raggiunto la significatività statistica.

Tradotto con http://www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)

1° errata corrige:

1° errata = 152 morti

1° corrige = 38 morti (rispetto a 152 esaminati)= 34/152 = x/100 -> x/100=22/100=22%

cvd-1.

Introduction
The mRNA coronavirus disease 2019 (COVID-19) vaccines, Pfizer/BioNTech’s BNT162b2 and Moderna’s mRNA-1273, were 94%–95% effective in preventing symptomatic COVID-19 in phase III studies, showing similar efficacy in different age groups, including persons older than 75 years, and persons with co-morbidities [[1]
,[2]
]. In Israel, 839 162 cumulative COVID-19 cases (9269/100 000) and 6396 deaths (70/100 000) were reported due to COVID-19 by 20 May 2021 [[3]
]. The Israeli vaccination campaign began on 19 December 2020 and relied exclusively on BNT162b2. By 20 May 2021, more than 5.4 million had received two doses, reaching a coverage of 55% of the population, and about 88% for people older than 50 years [[3]
]. The real-life vaccine effectiveness of BNT162b2 was similar to the efficacy reported in the phase III studies [[4]
,[5]
], and had a significant impact on the local dynamics of COVID-19 [[6]
], with cases declining to 30 new cases/week (0.3/100 000) by 20 May 2021. Vaccine effectiveness was shown to be somewhat lower in people older than 70 years and in those with multiple co-morbidities [[7]
]. The vaccine effectiveness for the prevention of hospitalization due to COVID-19 was found to be 87% after the second dose in an early case–control study [[4]
], and 96% in a later comparison of person-time incidence rates from a national registry in Israel [[5]
]. Currently, reports from other countries include a US study showing 94% effectiveness after two doses of any mRNA vaccine [[8]
], and two UK studies that measured an 80%–91% effectiveness for prevention of hospitalization of a single dose of BNT162b2 [[9]
,[10]].

traduzione:

Introduzione
I vaccini mRNA coronavirus disease 2019 (COVID-19), BNT162b2 di Pfizer/BioNTech e mRNA-1273 di Moderna, sono risultati efficaci al 94%-95% nel prevenire la COVID-19 sintomatica negli studi di fase III, mostrando un’efficacia simile in diversi gruppi di età, comprese le persone con più di 75 anni e le persone con co-morbidità [[1]
,[2]
]. In Israele, 839 162 casi cumulativi di COVID-19 (9269/100 000) e 6396 decessi (70/100 000) sono stati riportati a causa della COVID-19 entro il 20 maggio 2021 [[3]
]. La campagna di vaccinazione israeliana è iniziata il 19 dicembre 2020 e si è basata esclusivamente su BNT162b2. Entro il 20 maggio 2021, più di 5,4 milioni avevano ricevuto due dosi, raggiungendo una copertura del 55% della popolazione, e circa l’88% per le persone con più di 50 anni [[3]
]. L’efficacia reale del vaccino BNT162b2 è stata simile all’efficacia riportata negli studi di fase III [[4]
,[5]
], e ha avuto un impatto significativo sulle dinamiche locali di COVID-19 [[6]
], con un calo dei casi a 30 nuovi casi/settimana (0,3/100 000) entro il 20 maggio 2021. L’efficacia del vaccino ha dimostrato di essere leggermente inferiore nelle persone di età superiore ai 70 anni e in quelle con co-morbidità multiple [[7]
]. L’efficacia del vaccino per la prevenzione dell’ospedalizzazione dovuta a COVID-19 è stata trovata all’87% dopo la seconda dose in un primo studio caso-controllo [[4]
], e del 96% in un successivo confronto dei tassi di incidenza persona-tempo da un registro nazionale in Israele [[5]
]. Attualmente, i rapporti da altri paesi includono uno studio statunitense che mostra il 94% di efficacia dopo due dosi di qualsiasi vaccino mRNA [[8]
], e due studi britannici che hanno misurato un 80%-91% di efficacia per la prevenzione dell’ospedalizzazione di una singola dose di BNT162b2 [[9]
,[10]].

2° errata corrige:

2° errata = casi di covid in Israele = 152

2° corrige = In Israele, 839 162 casi cumulativi di COVID-19 (9269/100 000) = “839 162 cumulative COVID-19 cases”

Infatti

839162/popolazione=9269/100 000

da cui popolazione=839162*(100000/9269)=9 053 425 persone

verifica:

https://it.wikipedia.org/wiki/Israele

dove troviamo circa (nel 2015) 8 milioni di abitanti.

da cui il tasso di malati di covid è

(9269/100 000)=y/100 -> y=9,269/100=circa 9/100=9%

cioé il 9% degli Israeliani ha avuto il covid19

cvd-2.

3° errata corrige:

3° errata =152 morti (così riportati nel link della svizzera)

corrrige:

6396 decessi (70/100 000)
sono stati riportati a causa della COVID-19 entro il 20 maggio 2021

6396 decessi >> 152 decessi

4° errata corrige:

corrige:

Entro il 20 maggio 2021, più di 5,4 milioni avevano ricevuto due dosi, raggiungendo una copertura del 55% della popolazione, e circa l’88% per le persone con più di 50 anni [[3]

E’ noto che la mortalità si concentra quasi totalmente sulle persone con più di 50 anni.

Quindi possiamo schematizzare che la copertura sia

80% = percentuale di persone vaccinate in Israele al maggio  2021

20% = percentuale di persone NO vaccinate in Israele al maggio 2021.

Se quindi affermiamo che vi sono stati 6 396 decessi (cumulativi) al maggio 2021, ne segue che l’80% di questi erano persone vaccinate con 2 dosi.

Da ciò discende la tesi della infermiera Caterina nel video seguente:

https://rumble.com/vmczw7-la-infermiera-caterina-diffonde-i-dati-su-israele-presentati-da-sara-cunial.html

E cioé -come in Israele- una completa vaccinazione con doppia dose porta a che 80% dei morti, rispetto alla copertura vax sulla popolazione, erano persone vaccinate.

Si noti che le basi di dati si possono falsificare con facilità:

Se prendo a riferimento che tra la vaccinazione e le reazioni avverse devono trascorrere 14 giorni come è nel documento dell’istituto superiore di sanità (le fonti qui di seguito: rif al doc del ministero della sanità), allora i morti potrebbero risultare tutti NO vax! .. infatti tutti i morti per reazioni avverse subitanee -sebbene vaccinati- risulteranno NON vaccinati a causa della classificazione.

********************************************

fonte completa di cui la pagina 13 precedente:

Fai clic per accedere a Bollettino-sorveglianza-integrata-COVID-19_18-agosto-2021.pdf

link del documento della istituto superiore sanità salvato sul blog attuale: http://www.partitoviola.it/docs/Bollettino-sorveglianza-integrata-COVID-19_18-agosto-2021.pdf

********************************************

La truffa attuale è spiegata in dettaglio nell’articolo seguente:

ALLUNCINANTE .. facebook mi censura perché ho pubblicato una foto di un documento dell’istituto superiore di sanità! (6 settembre 2021)

link1

link2

cvd-4.

La polemica del video seguente salvato sulla piattaforma rumble:

https://rumble.com/vmczw7-la-infermiera-caterina-diffonde-i-dati-su-israele-presentati-da-sara-cunial.html

Si tratta della infermiera “Caterina” che dice di avere sentito da Sara Cunial dire il giorno 9 al parlamento italiano “i morti in Israele sono all’80% vaccinati”.

commento su
Rumble — Nel programma “dritto e rovescio” la infermiera Caterina è non vaccinata e contesta il fatto che il cosiddetto vaccino renda immune e non contagioso chi lo assume. A prova di ciò porta i dati di Sara Cunial nel voto sul green pass che è al video seguente: https://rumble.com/vm9w7d-decreto-su-green-pass-al-parlamento-sara-cunial-si-dichiara-contraria.html

Riassumendo in breve:
dice Caterina:
“i dati ce li ha detti Sara Cunial nel suo intervento sul green pass il giorno 9 al parlamento Italiano”, e dice:
frase 1 (Caterina)
“ho i dati di Sara Cunial in parlamento che ha detto che in Israele l’80% dei morti sono vaccinati con doppia dose”

Commento:
in verità Sara Cunial cita Israele ma non la citazione “l’80% dei morti in Israele sono non vaccinati con doppia dose”. Bensì Sara Cunial dice:
frase 2(Cunial):
(minuto 6.46 “i dati del ministero della salute israeliano del 13 agosto 2021 dice che 81% dei casi gravi in ospedale sono vaccinati con 2 o 3 dosi”

Ergo vale la mia dimostrazione al link seguente su come si computano i dati in base al documento originale BNT162b2 vaccine breakthrough: clinical characteristics of 152 fully vaccinated hospitalized COVID-19 patients in Israel
link:
https://www.clinicalmicrobiologyandinfection.com/article/S1198-743X(21)00367-0/fulltext

La mia dimostrazione della parte matematica:
https://6viola.wordpress.com/2021/09/11/esame-dellarticolo-bnt162b2-vaccine-breakthrough-clinical-characteristics-of-152-fully-vaccinated-hospitalized-covid-19-patients-in-israel/

Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...