Farmaci sperimentali contro il covid19: controindicazioni e analisi della eziodinamica (meccanismi di azione)

Ci segnalano il seguente articolo:
https://www.francescocappello.com/2021/04/18/la-campagna-vaccinale-di-massa-crea-le-condizioni-per-la-sua-riproposizione-ciclica-impedendo-lendemizzazione-dellepidemia/

La campagna vaccinale di massa crea le condizioni per la sua riproposizione ciclica impedendo l’endemizzazione dell’epidemia

Aprile 18, 2021  Di FRANCESCO CAPPELLO

I vaccinati s’infettano con varianti naturali del virus. Essi, perciò, piuttosto che arrestarne la diffusione, alimenteranno la sua circolazione, dandogli continuità con le fasi precedenti. Inoltre i vaccinati possono produrre varianti da vaccino resistenza e andare incontro a potenziamento della malattia nel momento in cui dovessero contagiarsi con una delle varianti in circolazione. Un circolo vizioso infernale che potrà tornare a riempire le terapie intensive.

Il Sars Cov-2 non ha una sua individualità definita. Chi ne viene a contatto si infetta piuttosto con una pluralità di Sars Cov-2. [vedi Verso la prima ondata artificiale da vaccino]. Si tratta di una popolazione virale che viene selezionata dal sistema immunitario dell’ospite umano.
Ci si vaccina contro un virus che non esiste più, quello della prima ora. I vaccinati saranno soggetti ad infettarsi con le varianti del virus in circolazione. Quando accadrà rischieranno il potenziamento della malattia (ADE) che per tanti (non sappiamo quanti) potrà anche essere fatale e questo perché i loro anticorpi vaccinali potranno risultare non neutralizzanti per il virus attualmente circolante e nella prossima stagione. Il sistema immunitario dei vaccinati si ritrova “programmato” dal vaccino. La memoria immunitaria indotta dalla vaccinazione orienta il sistema immunitario a rispondere all’eventuale infezione con virus effettivamente circolanti (che vengono riconosciuti come fossero il virus vaccinale) usando unicamente gli anticorpi vaccinali che però non sono in grado di fermare il virus neutralizzandolo (risposta debole). Il virus che infetta la persona può allora causare un’infezione cronica che può manifestarsi causando un’infiammazione che sfocia in malattie autoimmuni. In alternativa a questo processo può anche accadere una replicazione virale incontrollata a causa del mancato ed efficace contrasto che può velocemente portare al potenziamento della malattia. Come affermano le agenzie regolatorie, i vaccinati non sono protetti dall’infezione. Non è solo la fascia di popolazione più vulnerabile ad essere messa a rischio dall’ADE (*). Tutti i vaccinati sono suscettibili ad ammalarsi di COVID subendo il potenziamento, manifestando, quindi, in modo amplificato, tutta la sintomatologia e le complicanze associate alla COVID. L’EMA ha dichiarato che nel caso di una eccedenza consistente di casi di potenziamento rispetto all’incidenza attesa, i vaccini dovranno essere ritirati immediatamente. Come è noto si sono anche manifestati fenomeni autoimmuni, in seguito a vaccinazione: polmoniti con coagulopatia, ictus e ischemie negli anziani.

Per quanto riguarda l’insorgenza della trombosi/trombocitopenia va detto che, nel caso della terapia genica con l’uso di vettori adenovirali, è stata una delle reazioni avverse contemplate e quindi conosciute. Le agenzie regolatorie hanno ritenuto che poiché nella terapia genica l’inoculazione avviene per via endovenosa, cioè sistemica, mentre nel caso dei vaccini a base genica è come noto intramuscolare, cioè locale, quest’ultima modalità di inoculazione comportasse un rischio di trombosi da potenziamento assai più basso e quindi è stato sottostimato. Il motivo per cui dagli studi clinici non è emersa questa criticità potrebbe essere dovuto all’esclusione dei soggetti a rischio di trombosi. Dagli studi clinici ufficiali si vede, infatti, l’esclusione dei soggetti a rischio di patologie cardiovascolari, quelle con patologie tumorali, autoimmuni e allergiche. Su queste categorie oggi sottoposte a vaccinazione è perciò in atto una sperimentazione di massa. Per queste persone in altri termini non sono previste analisi prevaccinali che ne appurino l’idoneità alla vaccinazione e l’eventuale esonero.

(continua)

https://www.francescocappello.com/2021/04/18/la-campagna-vaccinale-di-massa-crea-le-condizioni-per-la-sua-riproposizione-ciclica-impedendo-lendemizzazione-dellepidemia/

Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...