Gualtieri .. chi era costui?

Sembrerà strano ma è un laureato in lettere ..

https://it.wikipedia.org/wiki/Roberto_Gualtieri

Il testo completo:

Il metodo Palamara, in assenza di Palamara, cacciato perché intercettato telefonicamente (come se parlasse da solo) ha ormai fatto scuola:
Basterà cambiare nome -come insegnava primo tra tutti Orwell- alla cose .. per avere immunità alle leggi che varranno solo per chi non fosse tra “i più uguali degli altri” (Gualtieri, Conte, etc). Poiché la legge è uguale per tutti, ma alcuni sono “più uguali degli altri” ..
Ecco come si instaura -con queste tecniche- una dittatura che non usa più il PARLAMENTO ITALIANO (frammento trattato dall’articolo di Blondet citato in fondo)
cito:

Abbiamo quindi il caso, veramente eccezionale nella storia, di una bis-dittatura (ndr: di Conte e Gualtieri) che basa il suo potere arbitrario e senza limiti non sulla forza bruta, ma sulla propria debolezza. E’ un potere che avoca a sé ogni potere perché se no cade.

Ovviamente, un simile potere si mantiene vivo solo per la frenetica attività degli infermieri del reparto d’emergenza: ossigenato dall’intubazione del Quirinale, trafitto dalle mille flebo della Corte Cosituzionale, sotto trasfusione continua di plasma della Palamara(ndr: CSM), tutte le “istituzioni” diventate soccorritrici – e beninteso, l’analfabetismo civile politico del popolo italiano. (ndr: quasi tutto, poiché gli intellettuali vi sono ancora).

La novità del Gualtieri dittatore economico, è particolarmente pericolosa, perché ha dato prova di non sapere nulla di economia(ndr: da wikipedia si evince che è laureato in lettere), e in attesa di ordini dalla Commissione. Nella sua incompetenza, Gualtieri dipende dalla dirigenza del suo ministero. Sicché è grottesco apprendere che assume i poteri dittatoriali per “rimediare ai ritardi della macchina burocratica”: La macchina burocratica è quella da cui lui dipende .
E come è messa questa macchina, l’ha ben spiegato Sabino Cassese in un articolo di fondo sul Corriere del 20 giugno: In cui ha mostrato la vittoriosa conquista, da parte di altissimi dirigenti, di arrivare alle massime poltrone senza concorso pubblico, per promozione interna (metodo aum-aum) . Ciò, beninteso, in violazione della “norma costituzionale” più volte (apprendiamo) richiamata dalla Suprema Corte: l’ascesaai posti dirigenziali deve avvenire previo concorso pubblico; e anche gli avanzamenti di carriera devono avvenire per concorso.
Invece, apprendiamo, i capi delle “agenzie fiscali” si sono sottratti all’imperativo della Costituzione. E come? Hanno cambiato il nome della loro mansione-. Non più dirigenti, ma“Posizioni Organizzative di Elevata Responsabilità”… grazie a tale ridenominazione, hanno stabilito che si sale ai vertici “solo dall’interno”. Quindi ammanicandosi tra loro e spingendosi avanti fra amiconi (ndr: detto anche -per gli “storici” metodo Palamara per la organizzazione a LOBBY/Orwell per la parte ridenominazione). E sono tanti. “15 dipendenti pubblici” – e con stipendione dirigenziale – hanno “titolarizzato” la loro poltrona come una proprietà privata. Sfuggendo alla Costituzione e ad una sentenza recente (2015) della Suprema Corte che ribadiva il principio: nel settore pubblica, si avanza per concorso.
Ora magari vi aspettate i fulmini della Corte. Macché. In una sentenza “dei giorni scorsi”, la Corte “ha dato credito al cambiamento dei nomi” e dunque alla violazione dei 1500.
Cosa volete: se la massima istanza viola la Costituzione che deve difendere e applicare per un favorire un gruppo di compari aum aum è segno che la corruzione, sotto forma di occupazione illegittima del potere pubblico per lucrare stipendi, è arrivata sopra i capelli.
E la “macchina burocratica” siamo autorizzati a pensarla piena di incapaci essenzialmente disonesti, che sono saliti ai grassi stipendi che non meritano, facendo ostacolo coi loro corpi e con tutti mezzi all’assunzione di bravi e competenti, di cui ovviamente hanno paura. Hanno trasformato la macchina pubblica in “cosa nostra” E che solo di una cosa sono esperti: l’immobilismo e la spoliazione dei cittadini.

Ora, subito, anche i pochi posti rimasti aperti a concorsi pubblici sono a rischio. Infatti , ha spiegato Cassese, il sindacato dei Ricchi di Stato, che si chiama Agenzia Negoziale della Pubblica Amministrazione, ha subito proposto di cambiare il nome dei loro dirigenti in POER, quindi avanzanti solo dall’interno, per promozioni interne ed automatiche.

A che lamentarsi? Sono ormai decenni che la Magistratura gode dell’avanzamento automatico: per cui un cretino incapace e impreparato e settario, sbocca in Cassazione, senza i concorsi e gli esami interni con cui un tempo i giudici di grado superiore vagliavano e selezionavano i novellini. Non stupisce che oggi la Giustizia sia Palamara.

Ma questo significa che l’intero apparato – diciamo – tecnico dello Stato, che dovrebbe con la sua esperienza e capacità assistere i ministri politici, non lo farà. Non è in grado, né lo vuole.
Non è più un apparato, ma un truogolo(*). Il dittatore economico Gualtieri, incompetente, non avrà a fianco dei capaci di correggerne le idiozie inadempienze. Quale risorsa etica e civile dovrebbe animarli? La pietà per la patria? Non fatemi ridere che ho le labbra screpolate.
(*)
Recipiente di muratura o anche di legno e talora di tronco d’albero scavato, nel quale si mette il mangiare per i porci: i maiali grufolavano affondando il muso nel trogolo. (dal vocabolario on line enciclopedia treccani: truogolo=trogolo)
link:
treccani. it/vocabolario/trogolo/
Articolo completo:
Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...