Esiste davvero il vuoto? (studio della fisica)

Misurazioni -> Campo-> Perturbazione -> Vuoto.

Spiegato in questi termini è molto facile concludere che non è possibile, per la fisica attuale, sperimentare se non possiede lo “strumento” idoneo alla misurazione.

Commenti
  • Pasquale Tufano Esiste davvero il vuoto?
    NO, è una semplificazione: la densità media del cosmo dentro il nostro universo è circa d=1E-26 Kg/m^3.
    Se si calcolasse con questa cognizione la elettrodinamica delle onde si vedrebbe che è coerente Maxwell con le equazioni di d’Alembert

    cito:
    In analisi matematica l’equazione delle onde, conosciuta anche come equazione di d’Alembert,[1] descrive solitamente la propagazione di un’onda, lineare e non dispersiva, nelle variabili spaziali e temporali, tra cui le onde sonore ed elettromagnetiche.
    È una equazione differenziale alle derivate parziali iperbolica di grande importanza in diversi campi della fisica, tra cui acustica, elettromagnetismo e fluidodinamica. Varianti dell’equazione si trovano anche in meccanica quantistica e relatività generale.
    Storicamente il primo problema in cui è stata derivata è stato quello della corda vibrante di uno strumento musicale, studiato da Jean le Rond d’Alembert, Eulero, Daniel Bernoulli e Joseph-Louis Lagrange.

    fonte:
    https://it.wikipedia.org/wiki/Equazione_delle_onde
    Modifica o elimina questo commento
  • Karla Rubino Mi scrivi di equazioni e ovviamente non posso dibattere… non ho una preparazione matematica o scientifica in generale. Ho giudicato logico e razionale quanto su esposto, intanto perché lei é una fisica teorica e personalmente nutro molto interesse per questa categoria ed in seconda battuta perché ritengo corretto il ragionamento che lei fa. Tuttavia provo a leggere ciò che mi hai postato anche se preferirei da te una spiegazione meno tecnica ed anche più accessibile a me e credo, a tutti. 😊
    Nascondi o segnala
  • Karla Rubino Ho letto il tuo link e sinceramente non ho riscontrato alcun nesso con il ragionamento posto in essere dalla fisica che ha strutturato il video. Tu sostieni che il vuoto non esiste? Ho capito bene? Se è così, come spieghi il vuoto esistente all’interno di un atomo? Può esistere l’atomo senza il suo vuoto?

    https://youtu.be/Q4KI1FA4YJ0

    Nascondi o segnala
    Composizione atomo
    YOUTUBE.COM
    Composizione atomo

    Composizione atomo

      • Pasquale Tufano In merito all’esempio:
        cito:
        DOMANDA:
        Tu sostieni che il vuoto non esiste? Ho capito bene? Se è così, come spieghi il vuoto esistente all’interno di un atomo? Può esistere l’atomo senza il suo vuoto?

        RISPOSTA:
        l’errore è pensare che la energia non contribuisca alla densità di ciò che è nel cosiddetto “vuoto”.
        Poiché l’energia è una forma della materia.
        la densità è la d=massa/volumeInoltre dovrebbe essere noto che esiste una “radiazione cosmologica di fondo”
        https://it.wikipedia.org/wiki/Radiazione_cosmica_di_fondo
        Modifica o elimina questo commento
        Radiazione cosmica di fondo - Wikipedia
        IT.WIKIPEDIA.ORG
        Radiazione cosmica di fondo – Wikipedia

        Radiazione cosmica di fondo – Wikipedia

      • Pasquale Tufano quindi il fatto che un elettrone non precipita per attrazione elettromagnetica tra protone ed elettrone in un atomo di idrogeno dipende anche dal fatto che il protone non solo irradia energia ma ANCHE la assorbe.

        Dunque un elettrone precipiterebbe sul nucleo se l’aumento della velocità dell’elettrone non ne riducesse la massa e la mancanza di massa non portasse alla riduzione della capacità elettrica di agire non essendo supportata da una massa.

        Da cui diminuendo la capacità di attrazione l’elettrone partirebbe per la tangente, ma ciò diminuisce la velocità di caduta e quindi restituisce massa massiva e infine carica elettrica.

        Alla fluttuazione dell’elettrone intorno ad un nucleo atomico, contribuisce -quindi- un mix di fenomeni sia gravitazionali indiretti (tramite le forze di Coulomb ed elettromagnetiche di Maxwell) e sia antigravitazionali del “vento protonico” che se l’elettrone raggiungesse la velocità della luce produrrebbe addirittura una forza di Mach di tipo tachionico come si può verificare nei BH.

        Infatti un nucleo atomico ha una massa simile a quella che stabilizzerebbe un BH (black hole) a non perdere energia se non in modo oscillante come trovato anche da Hawking (radiazione di Hawking da un BH).

fonte su facebook:

https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1188941427969009&id=100005594897691

Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...