12 ottobre 2019: Manifestazione a Roma ore 14 “Liberiamo L’Italia”

fonte su Claudio Messora:
https://www.byoblu.com/2019/10/03/12-ottobre-roma-radiografia-della-manifestazione/

Organizzazione:
Partenza alle ore 14 italiane, da piazza della Repubblica in Roma.
A piazza Venezia ci sarà un palco dove parleranno sia le delegazioni estere che la delegazione italiana.

I soggetti che hanno aderito alla manifestazione sono al link seguente:
https://www.liberiamolitalia.org/associazioni-aderenti-alla-manifestazione-12-ottobre-2019/
Sovranità Popolare Aps
Programma 101
Unialeph Libera Università Popolare
Giovine Italia
SollevAzione blog
Cerveteri Libera
Associazione Keynes Ora!
Futuro Collettivo
Movimento SìAmo
Associazione Culturale Carlo Pisacane
Eurasia Socialista
Associazione Consumatori Utenti (A.C.U.) delle Marche
Salus Bellatrix
Horafelix Caffè Letterario
Risorgimento Meridionale
InfOrmal TV
Laboratorio politico-Culturale AlterLab
Riscossa Italia
Caf Autogestito Udine e Venezia
Associazione sindacale Difesa Lavoratori Nordest
Confederazione Sovranità Popolare
Movimento Roosevelt – Lombardia
Libera Associazione Culturale Anteo Zamboni
Manifesto Umanista di Massimo Citro – Torino
Arcipelago Scec
Frontiere (Coordinamento contro la mondializzazione)
Pandora TV
Partito Umanista
Partito dei CARC
Vox Italia
Nuova Direzione
6 viola Blog

i portavoce:
http://programma101.org/liberiamo-litalia-12-ottobre-manifestazione-nazionale-lappello/

presentazione video:


Appello dalla Grecia: la giornalista Giorgia Bitaku:

il video del corteo:

il video di alcuni interventi:

1° Nino Galloni, 2° Luca Climati, 3° Giulietto Chiesa, ..

domandatevi _perché?_ non siamo citati dai mass media? .. (era la manifestazione del 12 ottobre 2019 “liberiamo l’Italia” a Roma) ..

il video completo della manifestazione:

segnalo il video completo qui c’è anche il saluto della Grecia .. “Salve fratelli d’Italia” (ad un’ora dall’inizio del video)

interviste per strada durante il corteo:

“Vox Italia” ha aderito alla manifestazione. Si può controllare al link seguente:

La manifestazione nel video di Pandora TV:

la tesi del Flop in merito alla manifestazione del 12 ottobre 2019:

Commento di 6 viola Blog (Tufano):

Io che sono stato tra gli organizzatori della manifestazione del primo

“No Berlusconi Day” (5 dicembre 2009) so bene che in ogni movimento di _base_ e cioé spontaneo, cercano di inserirsi dei poteri occulti.

https://it.wikipedia.org/wiki/No_Berlusconi_Day

Soprii che vi erano stati finanziatori per le spese del palco e verso alcune persone del direttivo solo a distanza di mesi, per ammissione degli stessi responsabili come confessarono. Perché lo fecero? .. per soldi.

Quindi ritengo importante di dedicare 2 parole sul fatto che la _nostra_ manifestazione, e cioé di coloro che da subito la hanno appoggiata sia sembrata una manifestazione, povera, sgangherata, poiché non c’è stato un grande palco, non è stata pubblicizzata dai mass media, né prima e né durante e né dopo.

Io ne sono orgoglioso e ne va dato merito in primis a MORENO PASQUINELLI  del comitato organizzativo, e in seconda battuta a tutti coloro che si sono spesi con i propri soldi a livello personale, senza permettere che forze politiche o finanziatori esterni, come fu per Casaleggio Associati, versus il movimento 5 stelle potesse mettersi a “etero dirigere” il progetto attuale.
fonte di conferma:
http://programma101.org/liberiamo-litalia-12-ottobre-manifestazione-nazionale-lappello/

E’ quindi sintomatologico che alcuni vogliano minimizzare il 12 ottobre 2019.

Ciò è al fine di “consigliare” come fa lo stesso Amodeo secondo il video in ultimo citato qui sopra a cercar l’appoggio dei mass media.

dice Amodeo  .. vedi:

https://francescoamodeo.it/liberiamo-litalia-io-ci-sono-ma-non-possiamo-partire-dalla-piazza/?v=cd32106bcb6d

“Lo dico in tutta sincerità agli stimati amici di “Liberiamo l’Italia” che hanno organizzato la manifestazione del 12 Ottobre a Roma. Sono onorato di essere stato preso in considerazione e li ringrazio per il loro impegno. Ma li invito ad una seria riflessione: Le manifestazioni di piazza, organizzate senza il supporto dei media, si dimostrano un flop in termini di partecipazione nel 90% dei casi, depotenziando le ragioni della battaglia che si intende portare avanti. Un conto è organizzare un flash-mob, dove bastano poche centinaia di persone ed un montaggio video ben fatto per renderla un’operazione di successo. Un conto è indire una conferenza, riempire una sala ed avere gente in piedi pur di ascoltare i relatori. Ed altra cosa è una manifestazione di piazza. Non dico che non si possa fare. Non dico che non si debba provare. Ma bisogna prepararla per fasi.

Da ieri continuo a ricevere decine di adesioni in questo senso.

La seconda fase dovrebbe essere quella di indire una conferenza nazionale di tutti i leader della galassia sovranista della nostra penisola e di tutti i referenti regionali di tali movimenti. Dare a tutti la possibilità di incontrarsi, guardarsi negli occhi, mettere da parte leaderismi, personalismi e scetticismi reciproci e discutere azioni comuni delimitando i territori dopo aver raggiunto insieme la consapevolezza dell’urgenza che l’attuale fase politica e sociale richiede.

La terza fase dovrebbe essere quella di organizzare azioni congiunte e contemporanee nelle singole regioni per testare il grado di coordinamento scaturito dalla riunione plenaria di tutti i movimenti. Soltanto dopo aver testato e collaudato l’ingranaggio ed aver creato un protocollo comune da seguire si può pensare ad una manifestazione nazionale di piazza. Ma questa volta dopo esserci già contati. Pensare di farla adesso, bypassando le prime due fasi e basandosi solo su contatti e adesioni avute via social, in un mondo dove sono tutti rivoluzionari da tastiera, purché non siano chiamati a lasciarla quella tastiera, la ritengo una scelta troppo azzardata. Ancor di più se la data dell’evento cade proprio ad una settimana di distanza da una pubblicizzatissima manifestazione di piazza indetta dal più popolare dei politici per una causa comune ossia l’opposizione a questo Governo. Questo non vuol dire vanificare quanto fatto fino ad oggi per la manifestazione del 12 Ottobre indetta da Liberiamo l’Italia. E non vuol dire avere timore reverenziale nei confronti di realtà più conosciute della nostra. Vuol dire conoscere i propri limiti per poterli superare senza andare a sbattere nell’ostacolo. Per questo vi dico trasformiamo la nostra manifestazione di piazza in quella che ho definito la fase due. Coinvolgiamo tutti coloro che hanno risposto all’appello e convochiamoli in una conferenza plenaria con tutti i sovranisti, aprendo a tutte le sigle. Rendiamo la sala gremita di militanti sovranisti. Lasciamo che si alternino ai microfoni i leader di tutti i movimenti e partiti che lottano per la sovranità, ognuno con la propria sigla. Creiamo la tessera del sovranista. Inviteremo a farla a quelli di VOX, del Fronte Sovranista Italiano, di Riscossa Italia… e a tutti quelli che hanno la sovranità degli italiani come priorità. Nessuno dovrà rinunciare alla propria sigla che ne caratterizza l’identità perché il nome del loro stesso movimento sarà segnato in grassetto all’interno della Tessera del Sovranista. Ma ne avremo finalmente una comune, che contraddistingue l’obiettivo e non la provenienza. Sarà un modo per contarci. Per sentire un senso di appartenenza in quello che oggi è un mondo inutilmente e dannosamente frammentato. Invadiamo il web e le redazioni dei giornali con le nostre foto, con le nostre idee, con i nostri interventi e creiamo curiosità e attenzione del pubblico. Poi tutti insieme decideremo quando sarà opportuno riempire la nostra piazza. A quel punto chiameremo a raccolta tutti i tesserati, dei quali conosceremo nome, cognome, numero di telefono, volto. E non soltanto il nickname di fantasia scelto sul social. Se non riusciamo a fare questo sono certo che gli stessi sovranisti che non sono stati coinvolti fin dal principio, remerebbero contro l’iniziativa. Quelli schierati con la Lega o con FDI, invece, risponderebbero che devono già scendere in piazza contro l’attuale Governo il 19 Ottobre. E chi la dovrebbe riempire la nostra piazza il 12 dello stesso mese? Vi fidate delle adesioni arrivate via mail o con un semplice click da un computer ? Io no. E non mi piacciono gli insuccessi. Non mi piace dover leggere sui media che i sovranisti hanno fatto flop. Lo sapete bene che il mainstream finge di ignorare i nostri successi ma un eventuale insuccesso sarebbe utilizzato da tutti per deriderci. Che sia chiaro, con questo post io non intendo venire meno al mio impegno. Se deciderete di portare ugualmente avanti la manifestazione del 12 così come l’avete inizialmente pensata, io ci sarò. Ma come spettatore con la speranza di essermi sbagliato. Vi prego però di riflettere. Usiamo quella data per una riunione plenaria dei sovranisti in una sala che scoppi di partecipanti. Facciamo attenzione alle piazze vuote che danno una tristezza infinita.

Ora mi metto al lavoro sul progetto di TESSERA DEL SOVRANISTA sono curioso di vedere chi mi dirà di no e chi accetterà di entrare nella casa comune.
Con affetto
Francesco Amodeo”

fonte:
https://francescoamodeo.it/liberiamo-litalia-io-ci-sono-ma-non-possiamo-partire-dalla-piazza/?v=cd32106bcb6d

Perché Francesco Amodeo cerca -allora- di minimizzare il successo del 12 ottobre 2019, a cui pur Vox Italia era tra coloro che appoggiavano la manifestazione?

Lo dico in chiaro: perché ciascuna forza -come è sempre stato nella storia dei movimenti politici- vuole prendere la leadership.

Non necessariamente perché sia la espressione dei “poteri forti” che stanno distruggendo prima la Grecia e poi L’ITALIA.

Nel caso di Fusaro e Vox Italia io mi sento di dire che sono forze “sane”.

Ma dobbiamo imparare a dirci le cose “in chiaro”.

Io non sono un simpatizzante di tutte le forze che stanno aderendo, ma -secondo me- dobbiamo trovare le ragioni che ci uniscono e non le ragioni che ci potrebbero dividere.

Quindi anche se non condivido tutto il pensiero di Giulietto Chiesa, con altrettanta sincerità, dico che aveva ragione Giulietto Chiesa (voce di Pandora TV) a profetizzare che i mass media non ci avrebbero dedicato attenzione.

Una vera organizzazione di BASE è un modello che non si lascia colonizzare dai mass media.

CONTESTO -inoltre- FORTISSIMAMENTE il fatto che Fusaro pretenda di dirsi ideologo ma non componente dei movimenti sovranisti!

La BASE NON ha bisogno di una struttura VERTICALE, ma ORIZZONTALE.

Se non capiamo che serve una nuova ARCHITETTURA e tale ARCHITETTURA ha da essere multicentrica, e quindi intelligenza collettiva, saremmo poche persone che stanno proponendo il NULLA.

Battemmo, di recente, le forze cammellate di Renzi al referendum per la modifica della Costituzione NON per FORTUNA! .. ma perché agire sul WEB .. è un fenomeno che può innescare “intelligenza collettiva” che non necessita dei mas media e degli associati SERVI.

Ecco perché possiamo vincere, perché è INELUTTTABILE che vinceremo se non cercheremo forza dai poteri forti che sono l’1%.

Noi siamo il 99% non necessitiamo dell’1%, è l’1% che necessita di NOI, POPOLI SOVRANI.

Ma dovremo passare da essere POPOLO bue a POPOLO SOVRANO non nel nominalismo ma nella dinamica di una nuova modalità RELAZIONALE.

Grazie dell’attenzione.

Per maggiori info sul concetto di cosa intenda io (e coloro che seguono lo studio dell’intelligenza collettiva) consiglio la seguente lettura sul blog attuale:

https://6viola.wordpress.com/scuola_collective_intelligence/

Qui lo spiego durante una intervista in voce (nel 2014, e mostro di come avevo già intuito allora, che il m5s doveva dotarsi di una diversa archtettura interna per non divenire un cavallo di Troika):

Una mia biografia al link seguente:
https://6viola.wordpress.com/a-m-pasquale-tufano-biografia-breve/

Nel video seguente si può apprezzare il numero di partecipanti nelle varie fasi dal corteo alla piazza:


il servizio di Claudio Messora:


ultimo aggiornamento:
14 ottobre 2019, ore 18.33

 

Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...