Making a Kali Bootable USB Drive [studio]

Sul video:

è molto divertente, consiglio di vederlo! 🙂

Il titolo del presente articolo (Lez. 19 nel mio diario link: deep_web) e cioé mettere kali-linux su una pennetta (usb) è ripreso dalla seguente fonte originale:

https://docs.kali.org/downloading/kali-linux-live-usb-install

DOMANDA:

“perché -allora- ripetere cose già (teoricamente) dette?”

RISPOSTA:

Perché la teoria e praxis (la fase sperimentale) è noto nella ingegneria che hanno un “gap” .. ovvero dei problemi .. che se non esplicitati .. renderanno la convergenza al target di avere kali-linux sul Vs computer una esperienza che pochi riusciranno a completare .. https://it.wikipedia.org/wiki/Prassi

Ma poiché la scienza, è lo scire ed il discernere, tutti possono -invece- accedere agli strumenti -anche più complessi- “smontando” la complessità in parti semplici, e quindi ripetibili, come è ripetibile ogni esperienza che sia interna alla scienza.

Dunque quanto segue è la mia esperienza che non lascerà spazi vuoti alla interpretazione, onde fare la procedura senza tirare ad indovinare, sebbene io abbia dovuto “non usare l’oroscopo”, ma approfondire “la documentazione” esistente, di cui una parte citerò nella spiegazione.

Consiglierei di leggere _tutte_ le Lezioni alla pagina seguente:
deep_web

.. ma per chi volesse una sintesi minima, può tenere conto che

  1. serve un file.iso di kali-linux
  2. serve avere abilitato grub (grub2) su un computer con un SO (sistema operativo) Linux (nel mio caso ubuntu 16.04, su macchina DELL 5530)
  3. serve avere eliminato msftres grazie, ad esempio, gparted, applicativo gratuito da scaricare su ubuntu-linux. Si noti che msftres è una zona di abilitazione (detta loader di windows) che serve a mettere SO di windows insieme ad ubuntu e -così configurato- già msftres è presente nella consegna della macchina DELL (avendola ordinata con ubuntu pre-installato) sebbene non attiva la “msftres) (cioé non montata come partizione, però presente, ceduta all’utente “smontata” msftres (umount), probabilmente perché ci si aspetta che l’utente -magari- ci ripensi e voglia comprare un sistema windows.
  4. serve avere pulito la usb su cui mettere kali-linux, (successivamente all’acquisto del computer con ubuntu pre-installato), come spiegato in lezione 17
  5. serve caricare con procedura “dd” -> il file.iso di kali-linux sulla usb (già preparta come al punto precedente), dove la procedura “dd” è spiegata in “lezione 18“:
  6. servirebbe sperimentare che se si prova a lanciare dalla usb con sopra kali-linux live la installazione .. si potrà constatare che kali-linux non sa ridurre lo spazio di ubuntu per lasciare spazio a kali-linux, ma ve lo potete risparmiare .. se vi fidate di me, e quindi verificare come superare il problema del fatto che kali-linux non si riesce ad installare (vedi seguito) ..
  7. serve, infatti, saltando il punto 6 precedente, oltre che avere lasciato lo spazio della partizione msftres “non allocata” (spazio libero), ridimensionare ubuntu: si può fare di “elimina partizione” -> con gparted da installazione su ubuntu di eliminare msftres. Ma si deve fare da “gparted live” di ridimensionare ubuntu (che occupa quasi tutto il disco (cioé quasi 1 Tera Byte) che deve avere la stessa preparazione (la creazione di gparted live su usb) .. che dicevamo qui sopra per creare un “file.iso live” (usare “utility Disk”/Dischi per pulire la usb; la procedura “dd” per mettere il file iso su usb).
  8. NON si può infatti ridurre la partizione occupata da ubuntu da ubuntu stesso, perché serve “smontare (umount)” la partizione prima di poterla modificare! Dunque si deve fare live, cioé dalla usb.
  9. ok, ora siamo in “gparted su ubuntu”, che mostra tutte le partizioni montate! .. abbiamo appena eliminato la msftres ..
  10. ora siamo su tentativo di partizionare da kali-linux (che non riesce: prima di eliminare msftres perché vedeva 4 partizioni; ora perché dice che lo spazio libero è poco)
  11. ora siamo -con la foto- su “gparted live” che mostra le partizioni senza i punti di montaggio perché le vede “smontate” e ci proponiamo di modificare la coda a destra di ubuntu (riducendone la dimensione) .. si fa click sulla freccia bidirezionale a destra del file (dopo averlo selezionato) e menu > partizione > ridimensiona/sposta e tenendo premuto il mouse si fa il drag and drop alla mezzeria circa di ubuntu per la sciare 8se si vuole lasciare) circa il 50% di 1 TeraByte di disco a kali-linux come nella figura seguente:
    qui è prima del ridimensionamento:
  12. qui, nella foto che segue, abbiamo ridimensionato ubuntu al circa il 50% e l’operazione è ancora in sospeso, come si legge nella foto:
  13. qui, nella foto che segue: dice che l’operazione (dopo avere dato “applica”) è stata eseguita con successo! (lo dice la finestra che si è aperta, anche se non è -ancora- avvenuto l’aggiornamento su “operazioni in sospeso”)
  14. qui, nella foto che segue: oltre che avere dato le varie etichette abbiamo messo “attiva” alla swap, precedntemente dava errore sul file system, quando non avevamo ancora etichettato tutto ciò che era etichettabile. Come si vede non da più errore ..
  15. qui, nella foto che segue: ubuntu non risulterebbe montato, ma ciò è per ogn partizione vista dalla usb, quindi andremo a controllare anche in gparted visto da ubuntu (lì si vedrà se i punti di montaggio sono stati ripristinati automaticamente, poiché non abbiamo mosso i punti di montaggio di partenza, ma solo la coda della estensione)
  16. qui, nella foto seguente: si può osservare ubuntu quando ancora era intergro, prima del trattamento di “ridimensionamento” (al 50% circa) operato con giparted live:
  17. qui, nella foto seguente: ubuntu visto da gparted, installato su ubuntu, mostra anche i punti di montaggio delle partizioni e risulta ridimensionato:

Ora con uno spazio libero di quasi 400 GByte (398.60 GB) potremo rientrare in kali-linux con uno spazio di memoria su disco sufficiente alla installazione ..

ultimo aggiornamento:

15 dic 2018, ore 15.25

 

Questa voce è stata pubblicata in deep web. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...