third law of Dynamics under the scale of the atom [Physicis]

 L’enigma del dualismo onda particella, perfettamente qui esposto dal Professor. Jim Al-Khalili nel video allegato ( https://www.youtube.com/watch?v=7ct_578wxuo&t=6s ), consiste nel fatto che non si abbia nessuna spiegazione logica, razionale o 𝗰𝗮𝘂𝘀𝗮𝗹𝗲 della ragione per cui la materia a volte si comporti come onda ed a volte come particella; tanto che questo enigma è considerato “Il mistero centrale della meccanica quantistica” ( Richard Feynman).
Il fatto è oltre-modo appurato, la ragione o spiegazione in alcuno.
Commenti
Francesco Illari
Francesco Illari quindi posto un impedimento si ricava la quantità d’energia dell’onda che si convertirebbe in massa?
Franca Maria De Rossi

Franca Maria De Rossi E’ radicalmente errato, poichè

– la particella è al tempo stesso e simultaneamente sia onda che particella

– l’ energia non è mai un’ onda

Mi piace · Rispondi · 1 · 26 febbraio alle ore 17:07

Francesco Illari
Francesco Illari L’onda in teoria nn è vettrice d energia?
Franca Maria De Rossi
Franca Maria De Rossi L’ onda è uno dei due aspetti di una particella
Francesco Illari
Francesco Illari Quindi l’onda ne descrive l’energia e laltro aspetto la massa?
Jacopo Ricci
Jacopo Ricci Perché Maria dici che un onda nn è energia?
Francesco Illari
Francesco Illari Cmq m puzza xké x comporre una particella nn penso possa bastare l’energia d un singolo periodo di onda
Damiano Colori
Damiano Colori Non basterebbe tutta la logica dell’universo per risolvere l’enigma perché non è logico. Come non è logica la parte, qui ipotizzata prevalente, dell’universo.
Damiano Colori
Damiano Colori Si tratta di un modo di ragionare completamente nuovo
Jacopo Ricci
Jacopo Ricci Comunque volevo dire a Franca che l onda è energia.. nn possono essere due cose distinte
Jacopo Ricci
Jacopo Ricci Senza energia l onda nn si muove..
Damiano Colori
Damiano Colori Esatto, in questo modello l’onda è la prima conversione dell’energia in materia e l’energia è movimento puro privo di materia che quando rallenta diventa materia. Attenzione però, l’energia è immateriale, se la quantifichi diventa materia…ma non è più energia, che pertanto rimane parzialmente, ma prevalentemente indeterminabile.
Franca Maria De Rossi
Franca Maria De Rossi Quello che hai scritto è totsalmente ERRATO, Damiano
Pasquale Tufano
Scrivi una risposta…
Damiano Colori
Damiano Colori Ora debbo andare al lavoro a dopo
Damiano Colori
Damiano Colori È l’uovo di Colombo ma la fede nella logica della religione scientifica ha accecato tutti
Franca Maria De Rossi
Franca Maria De Rossi Nessun Fisico è accecato dalla Logica,… sempolicemente tu non conosci la Fisica, ma vuoi parlarne lo stesso
Damiano Colori
Damiano Colori Per quanto io invidi le capacità logiche altruiMi piace · Rispondi · 26 febbraio alle ore 17:55
Franca Maria De Rossi
Franca Maria De Rossi Quanto hai scritto è totalmente errato
Franca Maria De Rossi
Franca Maria De Rossi L’ energia NON è movimento puro privo di materia , non lo è assolutamente, questo è un assioma fondamentale della Fisica
Franca Maria De Rossi

Franca Maria De Rossi L’energia non ha alcuna realtà materiale ma è piuttosto un concetto matematico astratto che esprime un vincolo rispetto ai processi possibili e una simmetria temporale delle leggi fisiche.

Non esiste quindi nessuna sostanza o fluido corrispondente all’energia pura.

Wikipedia

Mi piace · Rispondi · 2 · 26 febbraio alle ore 18:04

Jacopo Ricci
Jacopo Ricci Ancora nn è stato scoperto ma tesla ne ha parlato di questo fluido..Mi piace · Rispondi · 26 febbraio alle ore 18:42
Franca Maria De Rossi
Franca Maria De Rossi Se non è stato scoperto, allora NON ESISTE e Tesla si è sbagliato
Jacopo Ricci
Jacopo Ricci Come nn esiste questo vuol dire che nn abbiamo niente da scoprire
Jacopo Ricci
Jacopo Ricci Allora la teoria della relatività nn esisteva prima che venisse scoperta?
Annamaria Mangione
Annamaria Mangione Se c’e’ da scoprire ancora e c’e’ non tocca di certo a noi ma a scienziati con tanto di attributi! E Franca Maria De Rossi intende dire che cio’ che e’ stata dichiarata Scienza, cioe’ che si chiama ” scoperta scientifica” quella e’,, e non puo’ di certo cercare di modificarla una ”capra” qualunque che si permette di scrivere a me che sono ”una incapace”….
Studiate invece di fare i ganzi.
Franca Maria De Rossi

Franca Maria De Rossi L’ Energia è una proprietà di un oggetto fisico o comunque di un sistema fisico, è lo STATO della materia in un determinato contesto, può rimanere immutata in tale oggetto o sistema per un periodo indeterminato di tempo.

Un protone, ad esempio, che ha un’ energia propria intrinseca di 1 GeV , mantiene tale energia per l’ intera durata dell’ Universo. A tale energia tuttavia possono sommarsi altre forme di energia afferenti a quel protone, quale è l’ energia cinetica E = m*v^2, l’ energia potenziale, l’ energia dovuta alla velocità, nel caso che tale velocità sia relativistica ( oggi non si usa più la massa relativistica e si dice che con l’ aumentare della velocità, aumenta l’ Energia, e non più la Massa ).

Per tenere conto di tutte le varie forme di Energia che ha un corpo, si usa il suo Hamiltoniano, un operatore matematico che somma tutte le energie che afferiscono ad un corpo.

L’ Energia è uno scalare e non puoi rappresentarla con un vettore.

Mi rendo conto che è un concetto quasi metafisico, ed infatti si è proposto un metodo assiomatico ( io definisco alcuni assiomi e poi costruisco la teoria ).

In modo intuitivo non rigoroso puoi immaginare l’ Energia come la potenzialità che ha un corpo di effettuare un ‘ azione.

Mi piace · Rispondi · 2 · 26 febbraio alle ore 18:08

Damiano Colori
Damiano Colori In effetti Franca asserisce che è sbagliato in base allo stesso approccio ed alle stesse nozioni che non risolvono il problema.
Per poi andare a sfociare nella stessa direzione proposta “l’energia è quasi metafisica” cioè oltre la fisica.
Qui diciamo che l’energia é quasi fisica. Cioè l’approccio è completamente rovesciato rispetto all’abituale. Qui si parte da Nulla e si va verso la materia .. e pare proprio che funzioni. Pare proprio che sia l’universo a partire dall’anima ed andate verso il corpo.
Damiano Colori
Damiano Colori Buongiorno a tutti. Al caro Jacopo volevo dire che il concetto proposto è che l’energia sia si un fluido, ma immateriale, introvabile, che diventa materia “solidificandosi”. È questa l’infinitesimale ed infinita differenza tra questo modello e gli altri. Se parti dall’idea che la natura sia prevalentemente Libera ed indimostrabile, la riesci a spiegare.
Jacopo Ricci
Jacopo Ricci Buongiorno guarda che io la penso come te.. condivido appieno quello che dici
Annamaria Mangione
Annamaria Mangione non avevo il minimo dubbio : viaggiate a branchi!! :
Damiano Colori
Damiano Colori Diciamo che avrei mostrato, più che dimostrato, che questo ed altri enigmi/ problemi si risolvono solo con l’indimostrabilitàMi piace · Rispondi · 27 febbraio alle ore 7:33
Damiano Colori
Damiano Colori Se un approccio meno deterministico funziona significa che l’universo è meno deterministico
Damiano Colori
Damiano Colori Il primo metodo che unisce sentimento e ragione: “E che risultati!”
Damiano Colori
Damiano Colori La scienza vede il mondo a rovescio e poi lo trova assurdo, controintuitivo.
Damiano Colori
Damiano Colori Gli scienziati non capiscono le cose “stupide”, non vogliono capirle, ne va del loro senso di onnipotenza.
Valerio Vozza
Valerio Vozza Gli scienziati non sono gente imbecille in genere si fanno il mazzo per 8 anni o anche di più, per iniziare ad essere pagati per sviluppare le proprie o spesso le altrui teorie. Sono persone che a 26 dopo aver passato 20 anni a studiare iniziano a lavorare se tutto va bene. Sono gente che spesso passano le notti per leggere degli articoli che professionalmente non centrano un cavolo con il proprio lavoro o la propria carriera, solo perché è “Bello” e non dico interessante perché è la parola che viene più usata. Mentre la mattina dopo un ragioniere diplomato con 70 si permette di timbrare il cartellino per se e per altri 5 colleghi in modo che lavorano solo 1 volta a settimana a spese della collettività. Se fosse per gli scienziati si sarebbe pace eterna sulla Terra. Perché la comunità scientifica apprezza tutti i contributi senza considerare la propria razza, religione o credo politico. Detto queste parole d’amore verso gli scienziati dico che si fanno una concorrenza e se uno può mettere in imbarazzo un’altro lo farebbe con piacere. Non credi che qua, se qualcuno avesse un’idea geniale gli altri non si metterebbero a svilupparla? (e rubarla, la storia dei Nobel è piena di “furti” uno proprio ai danni di un italiano il prof. Cabibbo)
Annamaria Mangione
Annamaria Mangione Ce’ anche molta collaborazione invece tra gli scienziati e solitamente la storia della fisica ci insegna che il lavoro cominciato da uno lo ha completato un altro o che insieme abbiano collaborato per elaborare una Tesi!
Annamaria Mangione
Annamaria Mangione perche’ dici questo? Damiano Colori? disprezzo per la scienza e gli scienziati?
Annamaria Mangione
Annamaria Mangione A volte mi chiedo se state in questo gruppo per imparare qualcosa da chi ne sa piu’ di voi, tipo Franca Maria De Rossi, oppure solo per esternare le vostre ipotesi e contraddire addirittura chi corregge i vostri errori,, giacche’ riamanete indifferentemente indifferenti alle correzioni che vi fa una esperta in fisica come 🙂 mah …
Franca Maria De Rossi
Franca Maria De Rossi In effetti costoro NON conoscono la Fisica e quindi parlano male dei Fisici , per non ammettere la loro scarsa conoscenza in materia
Annamaria Mangione
Annamaria Mangione ESATTAMENTE Franca Maria De Rossi e poi si sostengono tra di loro!!
Annamaria Mangione

Annamaria Mangione e la cosa piu’ assurda che ho letto negli ultimi giorni che pure e’ stata ovviamente sostenuta e anche ribadita come cosa sana e giusta e’ stata la seguente frase ”

”CHI DA DEL FUFFARO AGLI ALTRI E’ LUI IL PRIMO FUFFARO”

Frase che non ha alcun senso e degna di essere analizzata dalla psicologia !

Damiano Colori
Damiano Colori Io ho rispetto per i talenti che non ho, o almeno credo, lo chiedo anche voi.
Annamaria Mangione
Annamaria Mangione Io non ho talenti di sorta almeno in campo fisico e matematico,, ma Franca Maria De Rossi si ha un talento per la fisica e la matematica,,
TU DI CHE TALenti ti vanti?
Annamaria Mangione
Annamaria Mangione ottimo, allora perche’ disprezzi la scienza e gli scienziati?
Annamaria Mangione
Annamaria Mangione PERCHE’ la scienza NON e’ democratica e ognuno non si puo’ svegliare la mattina e interpretare una teoria a modo suo.. possibile che questo non si comprenda?? come potete pensare di poter confutare una teoria che e’ gia’ diventata legge? ma lo sapete quanti studi ci sono dietro, quante formule elaborate?
Damiano Colori
Damiano Colori La mia frase è certo provocatoria, ma dovrebbe far pensare più che indignare.
Annamaria Mangione
Annamaria Mangione ma chi si indigna? semplicemente io personalmente rimango scioccata nel leggere che tu proponi una tesi,Franca Maria De Rossi ti scrive che cio’ che hai scritto e’ errato e tu e ricci continuate imperterriti a contrastarla,, mah… io non so,, voi NOn volete imparate la fisica voi volete solo fantasticare!
Pasquale Tufano
Scrivi una risposta…
Damiano Colori
Damiano Colori Una Teoria Basata Sul Nulla!
Sid Mayer
Sid Mayer 1) Caso in cui il fascio colpisce la barriera.
Una vibrazione A (flusso di fotoni) incontra una vibrazione B (barriera), le due interagiscono generando una vibrazione C (interazione barriera-flusso fotonico).
2) Caso in cui il fascio colpisce la fenditura dopo la generazione della vibrazione C.
La vibrazione A incontra la vibrazione C e interagisce generando la vibrazione D che passa dalla fenditura.3) Caso in cui il fascio colpisce la fenditura prima della generazione della vibrazione C.
La vibrazione A passa dalla fenditura.

Il caso 3) non produce una interazione apprezzabile, mentre i casi 1) e 2) producono interazioni sempre più complesse.

Il fotone è un bosone vettore e ha massa nulla, è stato pensato come trasportatore di energia, mediatore in questo caso di forza EM.
Una energia minima esiste ed è stata classificata come “quanto” da Max Planck, è il costituente elementare di queste radiazioni EM.
Il dualismo onda-particella può essere pensato separatamente, ma questo non toglie che tutti e due gli effetti si verifichino comunque insieme, lo si può constatare con esperimenti di interferenza e diffrazione, cercando di ridurre al minimo la possibile interferenza sperimentale e considerando l’errore medio e i limiti degli strumenti impiegati.
Le radiazioni EM si comportano come onde quando si muovono nello spazio ma nel momento in cui interagiscono con altre particelle elementari (materiali o portatrici di forza) manifestano chiaramente la loro natura quantistica (particella-onda in latino se si vuole una “pars-unda”). Quindi abbiamo a che fare sia con un componente fondamentale della materia, sia con una perturbazione che nasce da una sorgente e si propaga nello spazio e nel tempo. I fenomeni sperimentali sono tutti lì e più o meno simili, si ripetono o si possono ripetere, poi ognuno può farsi il proprio modello mentale (io me ne sono fatto uno) per autospiegarsi la cosa, oppure accettare i modelli condivisi forniti dalla comunità scientifica. Abbiamo solo fenomeni e opinioni, non esistono verità assolute, anche se qualcuno è convinto di averle.

Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Dunque .. Damiano Colori ci ha esposto una teoria secondo cui sarebbe la interazione con una misura a trasformare ciò che definisce “onda di energia” -> in materia ..
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Secondo le teorie ufficiali ogni ente ha invece caratteristiche che ne possono descrivere la natura secondo un modello
1) ondulatorio
2) fisico nel senso di corpuscolare
Pasquale Tufano

Pasquale Tufano Ad esempio la luce a volte si comporta come se avesse una natura particellare (ad esempio nell’effetto Compton) e altre volte come se fosse descrivibile da una propagazione ondulatoria ..https://it.wikipedia.org/wiki/Effetto_Compton

La diffusione Compton o effetto Compton (Compton scattering) è un fenomeno di scattering interpretabile…
IT.WIKIPEDIA.ORG
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano sul comportamento ondulatorio della luce si può leggere la analisi seguente:
https://it.wikipedia.org/wiki/Teoria_ondulatoria_della_luce

(dove: n = indice di rifrazione; =velocità di propagazione della luce nel vuoto; V = velocità di propagazione della…
IT.WIKIPEDIA.ORG
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Alla comprensione dei non esperti di fisica ciò può sembrare una contraddizione, perché di un ente (ad esempio la luce) si dovrebbe poter dire qualcosa di univocamente deterministico, ma non si tiene conto che non stiamo parlando direttamente della luce, ma dei modelli che la descrivono ..
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Infatti il comportamento della luce, e di molte cose in natura, non è noto come una poesia da imparare a memoria in cui basta ripetere la tesi ufficiale. Ma bisogna onestamente dire ciò che dice una teoria e se vi sono conferme sperimentali. E se tali conferme prevedono una deriva del valore atteso e con che deviazione standard e in quali condizioni sperimentali etc
Pasquale Tufano

Pasquale Tufano Basterebbe dire che il 90% della materia e dell’energia del cosmo non si riesce a misurare direttamente dove sia .. per dare l’idea di quanto sia ancora incompleto il nostro modo di indagare la realtà, ma la scienza prevede il metodo scientifico e secondo tale metodo ogni esperienza deve essere _ripetibile_ e quindi oggettiva, prima che sia data per teoria confermata scientificamente .. http://www.asimmetrie.it/ind…/il-lato-oscuro-dell-universo

Il lato oscuro dell’universo Segnali dall’oscurità di Antonio Masiero e Massimo Pietroni Segnali dall’oscurità Se,…
ASIMMETRIE.IT
Sid Mayer

Sid Mayer aggiungo anche: https://it.wikipedia.org/wiki/Radiazione

In fisica, il termine radiazione è generalmente utilizzato per indicare l’insieme di fenomeni caratterizzato dal trasporto di energia nello spazio. Tipici esempi di radiazioni sono la luce ed il calore.
IT.WIKIPEDIA.ORG
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Recenti esperimenti di fisica, inoltre, sono presentati dalla stampa divulgativa anche di alto livello come “nature” come “scontro tra particelle” .. quando che i fotoni/particelle -non avendo massa- NON si possono scontrare .. rimane il fatto che chi ama la scienza .. cerca di studiarla .. e le caratteristiche che emergono con la misura .. corroborano una teoria oppure no .. http://www.nature.com/articles/nature21040.epdf
Pasquale Tufano

Pasquale Tufano https://it.answers.yahoo.com/question/index…

Allora….un elettrone ed un positrone si annichiliscono “generando” due fotoni che viaggiano in direzioni…
IT.ANSWERS.YAHOO.COM
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano la meccanica di tali fenomeni è quindi di un altissimo grado di complessità .. di cui la cultura divulgativa spesso offre solo scenari contro-intuitivi .. infatti non si scontrano nell’esempio che ho mostrato i fotoni .. ma elettroni e anti-elettroni .. e (a loro volta) la produzione di materia (elettroni) e di antimateria (anti-elettroni) è innescata da raggi laser in modo molto complesso di cui neanche l’articolo entra nel dettaglio ..
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Per provare a spiegare un po’ entrando nel dettaglio:
la energia di cui è dotata una massa può essere scritta come segue:
E=m*c^2
dove m=m0/rad(1-v^2/c^2)Va da se che cambiando la velocità (ad aumentare) la energia di una particella dotata inizialmente di massa m=m0 sembra aumentare di massa, anche se ciò che aumenta è la energia a causa dell’aumento di velocità

Come mai nella fusione di due atomi di deuterio (sulle stelle) la massa che scompare si trasforma totalmente in energia?

Se si ipotizza che la “massa scomparsa” quando viaggiava a bassa velocità e senza deformazioni relativistiche sia m1, quanto vale la energia prodotta?

RISPOSTA

la energia prodotta vale:

E=m1*c^2

Ci sono quindi dei processi di trasformazione da misura come massa versus -> a misura come energia, già riconosciuti da Einstein, in cui una massa si può trasformare in energia e viceversa!

Ma come ciò è possibile se la formula generale dice (la ripeto)

E=m*c^2
dove m=m0/rad(1-v^2/c^2)

E’ possibile perché la massa man mano che aumenta di velocità non vede un aumento della sua misurabilità ma una diminuzione della sua misurabilità.

Ciò che aumenta è la energia cinetica impressa per farla aumentare di velocità e di cui in ultimo abbiamo dato la formula, però della energia totale.

Infatti la energia totale è

E=m*c^2

Mentre la Ec = energia cinetica è

Ec=(m-m0)*c^2

Da cui Ec+m0*c^2= E

(la analisi mostra, quindi, che la energia totale impressa è quasi tutta dovuta ad energia cinetica, ma si riferisce sotto questa forma alla misura della energia totale vista da U1, e non per la energia assorbita dalla massa che diviene sempre più evanescente in U1).

E’ come se cercassimo con il vento di spingere una nave che abbia sempre meno superficie della vela.

La vela rappresenterebbe la massa visibile dal nostro universo (U1).

Il vento rappresenterebbe la energia con cui si fa aumentare la velocità della massa che però diviene sempre più poca in U1 come massa misurabile.

Da cui la vera evoluzione della massa misurabile in U1 è la seguente:

m1=m0*rad(1-v^2/c^2)

(notare che ora la deformazione è a numeratore).

Quindi quando una massa raggiunge la velocità della luce perde di misurabilità in U1.

Da tutto ciò -ribadisco- che è molto difficile dire cosa sia massa e cosa sia energia .. e la teoria dei modelli ci da solo degli scenari che poi devono essere confermati e/o smentiti dalle verifiche sperimentali.

Pasquale Tufano

Pasquale Tufano Infine io teorizzo che poiché un elettrone ha una scarsa massa ma una notevole energia cinetica ciò che interferisce nell’effetto Compton non sia la interazione tra la massa del fotone (che non esiste in U1) ma la interferenza delle energie tra la energia del fotone e dell’elettrone (senza trascurare che l’elettrone è dotato di massa: come mostrerò nel seguito). Poiché l’urto tra un fotone ed un elettrone normalmente sposta di orbita un elettrone in un atomo di idrogeno ad una orbita maggiore .. e quindi è possibile che un elettrone anche se non è dentro un atomo possa cambiare di “stato energetico” cvd. https://it.wikipedia.org/wiki/Effetto_Compton

La diffusione Compton o effetto Compton (Compton scattering) è un fenomeno di scattering interpretabile…
IT.WIKIPEDIA.ORG
Sid Mayer
Sid Mayer Grazie Pasquale per le tue info.
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Quando si discute di fisica -come noi stiamo cercando di fare- ovvero sulla frontiera della conoscenza personale e collettiva .. almeno a me succedono cose “strane” 🙂
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Mi sono chiesto: vogliamo entrare nel dettaglio di come interagiscono un fotone ed un elettrone?
Pasquale Tufano

Pasquale Tufano Poiché io sono una persona a cui piace anzitutto una ricostruzione “storica” secondo me bisogna partire dal premio nobel per la fisica ad Albert Einstein che è stato sul seguente argomento:https://it.wikipedia.org/wiki/Effetto_fotoelettrico

In fisica dello stato solido l’effetto fotoelettrico è il fenomeno fisico caratterizzato dall’emissione di…
IT.WIKIPEDIA.ORG
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano In sostanza Einstein teorizza e sperimenta che per fare cambiare orbita ad un elettrone necessita dare energia tramite i fotoni, ovvero quantum di luce che si teorizzano quantizzati, perché solo per determinate quantità energy=h*f avviene questa estrazione e quel quantum corrisponde alla interazione di perturbare le orbite quantizzate della materia che però “restituisce” i fotoni solo dopo averli assorbiti e poi essere ritornata in uno stato di equilibrio preferenziale ad una energia minore e quindi con la orbita dell’elettrone più prossima ai nuclei atomici ..
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano quindi questo -più o meno- è lo stato dell’arte
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Ma -spero lo abbiate notato- rimane il problema di Compton: perché una energia riesce ad agire sulla materia? .. come agisce .. specificatamente?
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Cioé non stiamo quantificando il problema che mostra energy=h*f
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Ma ne vorremmo descrivere quello che in epistemologia si chiama “eziodinamica” .. ovvero il processo minuto .. di dettaglio .. e quindi un “come” ..
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Vi mostrerò -allora- come ci sono arrivato io .. e cioé tramite una immagine .. mi sono chiesto .. quale è la immagine che si dovrebbe vedere in cui la energia fornisce una spinta alla materia?
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Chi ha la immagine di come funziona il 3° principio della dinamica? .. alzi la mano ..  
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano eppure -normalmente- quando vediamo il cosiddetto “vettore” che mette in orbita un satellite .. la tv ci mostra un fatto che è stampato nella nostra memoria!
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano da una parte fuoriesce idrogeno che sta bruciando e quindi nella forma di energia .. e dall’altra parte la “camera” che rappresenta una sfera con una lato aperto come se visualizzassimo la “c” ci mostra che una energia preme su tutta la camera tranne sul lato da cui esce la fiamma .. e la “spinta” alla “c” si ha proprio nel senso opposto a dove esce la fiamma! (poiché è la sola parte dove si ha una azione -> e quindi una reazione associata che tende -infine- a uno spostamento a consentire una espansione per una sorta di principio di simmetria)
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano quindi cosa succederebbe alla poca materia di cui è fatto un elettrone? .. di deformare la sfera della sua massa ad assumere la forma di una “vela” una “c” tridimensionale che sente la “botta” del fotone che la urta .. e a secondo dell’angolo di incidenza assume più o meno velocità costruttiva a potere uscire dalla orbita di maggiore stabilità che (ai miei calcoli) è molto più interna di quella oggi ufficialmente stimata .. more info:
Deterministic Orbit of H (Hydrogen): TUFANO’s 3rd theorem [*Mathematics*]
https://6viola.wordpress.com/…/deterministic-orbit-of…/

Pasquale Tufano
Pasquale Tufano quando la energia “assorbita” e convogliata al “vettore”=elettrone a uscire dalla orbita che gira intorno al nucleo di cui è prossimo .. sia sufficiente a vincere le forze di legame .. allora ..
1) si sposta su di una orbita maggiore
2) restituisce la energia (in parte) quando si porta su una orbita più interna (una parte della energia è stata spesa nello spostamento orbitale, ma non è un solo fotone che in genere urta ma un treno elettromagnetico: e la quantizzazione è più riferibile al fatto che esiste un range di efficacia, più che ad una netta separazione tra un fotone e quello adiacente).
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano ok, supponiamo che questa sia la eziodinamica .. quale sarebbe la maggiore comprensione physics?
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano il fatto che abbiamo unificato il _determinismo_ e il comportamento della materia a livello sub_atomico .. mentre attualmente si immagina che le descrizioni siano solo possibili a livello aleatorio (sotto la scala dell’atomo) e che il reale sia una illusione della mente ..
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Inoltre si è dato al 3° principio della dinamica .. una nuova “veste” e capacità di regolare i comportamenti della meccanica sub atomica ..
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Ci vogliamo -forse- vergognare che la comprensione del reale, anche sub atomico. sia semplice?  
Pasquale Tufano

Pasquale Tufano ma secondo voi -spero che qualcuno dopo questi miei lunghi interventi capisca che c’è bisogno che tutti prendano la parola- .. ma secondo voi .. perché al CERN si ostinano a cercare di fare aumentare di velocità la materia? .. hanno capito il 3° principio della dinamica? .. spero che non pensiate che io lo dica in modo arrogante .. ma solo per discuterne ..https://it.wikipedia.org/wiki/CERN

L’Organizzazione europea per la ricerca nucleare (in inglese European Organization for Nuclear Research, in…
IT.WIKIPEDIA.ORG
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano Riassumo:
1) un corpo è nel suo stato di quiete quando viaggia a velocità costante v=v0
2) permane in quello stato di quiete se non è sottoposto a forze esterne, indefinitivamente, quindi senza bisogno che gli si dia energia
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano 3) supponiamo che v=v0=c-epsilon
Non è forse un corpo in prossimità della velocità della luce meno un epsilon piccolo a piacere in quiete?
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano 4) perché allora se forniamo energia non supera c?
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano 5) non supera c .. perché nell’applicare una forza è _dirimente_ il punto di applicazione della forza per il calcolo del lavoro operato su quell’ente a cui è applicata la forza!
Pasquale Tufano
Pasquale Tufano 6) ora -secondo voi- cambia qualcosa se il punto di applicazione è da U1, ovvero sul fondo del laboratorio del CERN, oppure con il 3° principio della dinamica? .. non vi risulta che la sonda di un satellite opera anche nel vuoto e quindi senza applicare la forza sul nostro pianeta? .. ma -> nel vuoto?
Pasquale Tufano

Pasquale Tufano 7 ultimo) ecco allora che le persone si “affezionano” alla loro coperta di Linus .. alle cose che hanno studiato .. a ciò che gli da sicurezza e non amano la logica .. ma il probabel .. se sapessimo cosa significa probabel da cui discende l’etimo di probabile e probabilità capiremmo perché per 100 anni la materia è investigata a livello sub atomico solo dalle teorie aleatorie e statistiche .. (grazie a chi a letto e alle eventuali risposte)

fonte:
Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...