Un popolo che si sente umiliato e portato alla fame è capace di cose impensabili .. (studio it.cultura.filosofia)


Lino Cibernetico <parmenidea@gmail.com> ha scritto:

Un popolo che si sente umiliato e portato alla fame è capace di cose
impensabili ..

Il 01/07/15 22:46, Marco V. ha scritto:

Umiliato e portato alla fame *da chi*? Un grande popolo è un popolo capace di
imporsi sacrifici. E, credimi, non sono affatto un fanatico dell’austerity e
sono consapevole dei meccanismi finanziari che, dopo l’introduzione dell’euro,
hanno favorito l’economia tedesca e sfavorito quella dei paesi del Mediterraneo.
Ma sono consapevole *anche* delle riforme che la Germania è riuscita a fare in
casa propria; non così i paesi del Mediterraneo e i loro sindacati.

Un saluto,

Marco

Grazie Marco di questo commento ..

Le nostre posizione -sul piano teorico- sono molto simili.

Dico *teorico* perché anche io sono perché una unione tra Stati sia del tipo Stati Uniti di America (USA).

Ossia -> stesse tasse -> stessi obblighi -> stessi servizi.

Se si allaga il Mississipi non paga i lavori di risanamento il Mississipi, ma il governo centrale, con le spese federali.

E così per tutte le opere *pubbliche* per principio che c’è un mutuo soccorso fatta dal beneficio di una _associazione_, alla pari, di Stati che -come in una famiglia- _soccorre_ il singolo con la maggiore forza della collettività, una collettività solidale che ha degli obblighi di buona amministrazione e però gode della spesa pubblica e stampa il denaro da destinare non alle banche .. ma emesso in nome del popolo e per il popolo, come è archetipo della sovranità monetaria.

Ma è così nella UE?

Perché all’Inghilterra è stato permesso di mantenere la sua moneta nonostante faccia parte della commissione che garantisce la capitalizzazione della BCE?

Io ho l’impressione che “servono crisi e gravi crisi per agevolare perdite di sovranità nazionale e che il più grande successo dell’euro sia la Grecia” come dice Mario Monti nel video seguente nella sua intervista del 2011 a Gad Lerner:

https://www.youtube.com/watch?v=HORaWaxi6io

Lo penso anche io -come Monti- perché è un progetto che io respingo, ma che ritengo vero nella intenzione di chi (come Monti) ha lavorato per il mondo bancario e ancora serve quei poteri anziché i poteri legittimi insediati/insediabili in modo democratico.

Quindi un livello di analisi di maggiore (secondo me) profondità ci dice che la veste esterna sarebbe una costruzione di Stati come gli Stati Uniti d’America, ma i fatti ci parlano di una *trappola* di una moneta usata come mezzo di avvantaggiare alcuni Stati a svantaggio di altri.

Così come crollò l’impero dell’URSS con l’utopia di fare riforme senza la partecipazione dei popoli, così crollerà la costruzione europea.

E crollerà non perché lo dico io, ma perché è progettato il suo crollo: servono -infatti- cit: “crisi e gravi crisi”.

La condizione di destabilizzazione è funzionale ad un nuovo assetto del pianeta che secondo alcuni necessita di un governo centrale de “i più uguali di Orwell” (si veda il testo “La Fattoria degli animali”).

I modi sono gli stessi che Orwell prevede: Ad alcuni Stati è consentito l’arricchimento dell’uranio per scopi civili e militari, ad altri Stati teoricamente sovrani -> no.

Ma l’obbiettivo non è principalmente militare, ma di unificazione anche verso una moneta mondiale.

Come è noto nei trattati di tecnica monetaria un titolo monetario si regge su due condizioni:

1) la difficoltà di riprodurre il titolo monetario (difficoltà di falsificare una moneta)

2) una autorità che la impone (anche con forza militare).

Quindi tutto il discorso sta camminando su due gambe: introdurre legittimità alla tesi che devono governare “i più uguali di Orwell” come entità Statuali che partecipano al New World Order (al nuovo ordine mondiale) e coloro che si oppongono come la coalizione dei Brics (Russia Cina India e alcuni Stati minori).

Vi sono persino implicazioni sullo studio di quale sarà la prossima moneta come supporto fisico: con lo studio della difficoltà di de-criptazione della codifica entanglement e sui quantum computer in cui gli USA sono avanti alla Cina e investono poco -gli USA- sui computer deterministici, ma stanno investendo sui computer quantici.

La moneta non sarà falsificabile per molti anni.

E nelle mani della sola elite come architettura di controllo, poiché il modello del NWO è verticale e non democratico.

Ridiventerà falsificabile, (secondo i miei studi, e anche secondo alcuni studi sulle cavità risonanti di cui metto un link qui di seguito) quando -grazie alle cavità risonanti- sapremo manipolare delle quantità di energia sotto il quantum fotonico, ma ci vorrà del tempo e forse centinaia di anni, anche perché la tecnologia relativa è già stata segretata(*)
(*)
Ciò violerà anche la soglia di indeterminazione di Heisenberg poiché i risultati di Heisenberg sono veri solo se vi è un quantum fotonico minimo di manipolazione come quello attuale.

Il link sulle cavità risonanti che manipolano quantità sub fotoniche:
http://arxiv.org/pdf/1311.3625.pdf

La conoscenza è potere, e gli intellettuali non sono e non possono essere solo coloro che studiano la sociologia e la antropologia come dinamiche già svolte, ma devono mutarsi a responsabilizzarsi a studiare la psicologia di massa come capacità predittiva (se non sono servi del potere costituito).

Quando la elite sente che un intellettuale non gli è servo -> lo isola (come per Solania: oggi serve abbassare (nel progetto NWO) la natalità e serve agevolare che “gay è bello”), ed inoltre anche nella tecnologia .. quasi sempre .. (come diceva anche Maurizio) i brevetti o le invenzioni necessitano di un supporto industriale.

E’ così tassativamente?

Io penso di no.

Figure come quella di Tesla in cui i servizi di intelligence USA hanno sequestrato le carte rimangono nella storia del genere umano a prescindere dalla legittimazione dei poteri forti.

Non c’è l’obbligo per gli intellettuali della sola strada di servire i poteri forti, io opino.

Nessuno obbliga altri a essere persone che scelgano il principio di amare la verità più che il potere ed è raro che non si pensi _prima_ alla pancia e poi al concetto di non essere umiliati come singoli e come popoli .. penso alla file in Grecia al bancomat .. che dicono che le persone devono pure mangiare e cercare di prelevare i pochi euro per dare un pezzo di pane ai figli ..

Ma quando un popolo trova qualcuno che gli indica come funziona la logica del servo/padrone (ossia che la colpa vera è del servo nel farsi tale) .. un popolo sa riconoscere chi mentisce e chi gli offre un futuro che non sia di popolo bue .. sotto -e più in basso- la stessa condizione di schiavitù .. perché agli schiavi l’impero romano dava cibo .. “poiché uno schiavo morto a cosa servirebbe?”

Oggi serve lo schiavo morto!

Oggi siamo già 7 miliardi di persone e servono crisi che risolvano anche i problemi demografici .. supera la capacità della mente umana (ordinaria) pensare che persone come Kalergi hanno studiato come rendere schiavi i popoli .. eppure è così .. e le crisi che cita l’economista Monti serviranno -> se penseremo che al timone della nave UE ci sono persone che curano gli interessi del 99% .. e ci daranno tristi sorprese .. sempre che la specie homo sapiens non renda onore al titolo di homo _sapiens_ e gli intellettuali si ricordino che cosa significa Sofia .. e quindi cosa dovrebbe significare filo-sofia.

++
cit on
++
Le Basi Kalergiane del progetto Europeista

In realtà il progetto europeista, che si proclama antirazzista, alla luce di queste scoperte possiamo comprendere come sia colmo di linee guida paragonabili a quelle del terzo reich. ‘’L’uomo del futuro sarà un misto razziale’’, afferma lo statista, palesando una prospettiva d’azione a dir poco confusa. ‘’Oggigiorno, razze e classi sono gradualmente destinate a scomparire per gli effetti di spazio, tempo e pregiudizi. La razza del futuro – dichiarò Kalergi – è negroeurasiatica, simile in apparenza agli antichi egizi. Essa rimpiazzerà la diversità dei popoli e la diversità dei singoli’’. Una dichiarazione delirante che sosteneva il rimpiazzo degli ordini odierni, con un meltinpot razziale, facilmente soggiogabile dai vertici politici e finanziari internazionali. Kalergi parla espressamente di “una nuova subumanità resa bestiale dalla mescolanza razziale (…) e con una molteplicità di personalità”. Per Kalergi era dunque necessario “incrociare i popoli europei con razze asiatiche e di colore, per creare un gregge multietnico senza qualità e facilmente dominabile dall’élite al potere”. Ma c’è di più: il politico austriaco individua oltre a questa classe di “dominati” anche la classe eletta alla quale spetterà il compito di tiranneggiare. Secondo quanto sostenuto da Kalergi, infatti, ‘’Il giudaismo è il seno dal quale sorge una nuova aristocrazia europea. Il nucleo – continua Kalergi – attorno al quale si raggruppa l’aristocrazia dell’intelligenza’’. Queste furono le frasi sconcertanti che ancor oggi sorreggono il progetto d’unificazione europea.

fonte:
http://bit.ly/1Jzbq6I
++
cit off
++

Sperando di avere dato qualche contributo alla discussione ringrazio ancora Marco su cui confermo che anche a me interessa che le leggi (come a Socrate) vadano rispettate (*).. e io aggiungo .. però ..

-> che “il potere va sindacato!” ..

quel potere umano che crea le leggi .. e con ciò riprendo e mi colloco nel solco di ciò che ha detto di nuovo (rispetto alla tradizione Socratica) da Paolo di Tarso ..

(*)
(anche dagli apparenti -presentati così dai mass media- “furbetti greci” che non vogliono pagare i debiti e vivere sulle spalle di chi fa i sacrifici e li mantiene)

Dalla novità di Paolo di Tarso discende -non è poco- la cognizione che le leggi possono essere cambiate perché non sono archetipo di fondazione dell’agire, mentre è archetipo di fondazione sindacare il potere (persino quello di Dio, come è nascosto nell’etimo di Y’sarah’El) per coloro che lo facciano per mettere a nudo il re .. e dire che il re quando è nudo -> è nudo .. e quindi è suprema è la verità sull’imago di un potere insindacato perché non visibile a coloro che non alzano la testa a vedere se il re è nudo ..

Alzare la testa al passaggio del re .. è rischioso .. potrebbe costarci la testa .. ma la testa non è tutto ciò che abbiamo da perdere .. bensì le idee che le dàvano, oppure no, la fatica o la gioia di vivere ..

Salute felicità

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...