.. c’è un complotto sui sondaggi .. oppure la statistica non è più una scienza?

SONDAGGI elezioni in Inghilterra maggio 2015:

fonte:

http://www.economist.com/node/21647294

Sondaggi dal sito: http://www.economist.com:

Conservatori = 34%

Laburisti = 34%

UKIP =  12%

Lib Dem (Liberali) = 9%

Green (Verdi) = 5%

tot 94%

fonte italy dei sondaggi:
http://www.ilpost.it/2015/04/06/sondaggi-elezioni-britanniche/

Risultati del voto (Maggio 2015):

dal sito BBC News:

fonte:

http://www.bbc.com/news/election-2015-32633008

Conservatori = 331 seggi sul totale di su 650 seggi = 50,92%

Laburisti = 232 seggi = 35,69%

The Scottish National Party (SNP) = 56 seggi = 8,61%

Liberal Democrats (LD) = 8 seggi = 1,23%

Plaid Cymru (PC) = 3 seggi = 0,46%

Green (GRN) = 1 seggio = 0,15 %

UKIP = 1 seggio

ANALISI DEL VOTO, grazie a wikipedia inglese:

fonte:

http://en.wikipedia.org/wiki/United_Kingdom_general_election,_2015

Come si vede dalla tabella di wikipedia sebbene i sondaggi dessero entrambe i partiti maggiori al 34% dei voti, lo spoglio da il 36% ai conservatori, e il 30% ai laburisti con un errore di scostamento tra la previsione del sondaggio e lo spoglio notevole.

Ma il dato impressionante è che sebbene 30% sia vicino al 36% quando si assegnano i seggi il meccanismo di assegnazione inglese (maggioritario) crea una abnormità: 331 seggi ai conservatori e 232 seggi ai laburisti.

Wikipedia ci dice anche la deformazione introdotta:

il 36% dei conservatori diviene il 50,9%

il 30% dei laburisti diviene il 35%

Quindi una deformazione dell’ordine del 20% dei consensi sull’altare della “governabilità e del decisionismo” .. come le lobby che eterodirigono i governi desiderano poiché ciò gli semplifica la vita su chi mettere sotto la lente di ingrandimento senza dovere fare i conti con tutto un parlamento.

Non è la sola deformazione introdotta! .. e forse è la minore .. visto come vengono massacrati i partiti indipendentisti come Ukip che dal 12% dei voti ottiene 1 solo seggio pari allo 0,2% dei seggi totali e quindi avendo abbassato il potere di rappresentanza dall’12% allo 0,2%

E non va trascurato infine il fatto di altre anomalie gravi: lo Scottish National Party con una percentuale di voti pari a 4,7% che ottiene 8,6% dei seggi! (8,6% sono 56 seggi!)

Insomma dovè il “POPOLO SOVRANO”?

Cosa conta la voce del POPOLO SOVRANO?

Anzitutto chi ha studiato statistica sa che le deviazioni introdotte tra i sondaggi e il risultato reale lasciano seri dubbi sulla regolare spoglio dei voti.

Infine il sistema maggioritario si presta a una dittatura dei pochi sui molti a cui è tolto il diritto di tribuna e di rappresentare con l’arma del dialogo di invocare la verità dei fatti perché la verità ci faccia liberi.

Grazie dell’attenzione.

(Ing. Lino Tufano, blog admin)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

2 risposte a .. c’è un complotto sui sondaggi .. oppure la statistica non è più una scienza?

  1. Maurizio Pistone ha detto:

    Tutti i giornali hanno riferito diffusamente sulla discrepanza tra i sondaggi e i risultati effettvi.
    Ma il fatto è, come diceva il signor de Lapalisse, che un sondaggio è un sondaggio, un risultato è un risultato.
    Grazie a Dio, fra i sondaggi fatti prima delle elezioni, e i risultati delle elezioni, non c’è mai corrispondenza perfetta, altrimenti uno si potrebbe chiedere perché mai deve andare a votare, visto che si sa già come va a finire.
    Tutto il resto dell’articolo contiene sconsiderazioni piuttosto scontate sul sistema elettorale uninominale.
    È infatti evidente che:
    In un sistema uninominale, quando si fronteggiano due partiti con consenso paragonabile, uno scarto anche piccolo delle percentuali può portare ad uno scarto molto forte nell’attribuzione dei seggi.
    In linea puramente teorica, se il partito A ha il 49% in tutti i seggi, e il partito B il 51% in tutti i seggi, il partito B ottiene il 100% dei seggi.
    Non è una torbida macchinazione dei poteri forti, è il meccanismo dell’uninominale, che si conosce da un paio di secoli abbondanti.
    Poiché “nessuno è perfetto” (cit.) chi ha l’uninominale ha queste conseguenze, chi ha altri sistemi ha altri risultati.
    Altra caratteristica dell’uninominale, è che un partito fortemente radicato in un territorio ha una rappresentanza sovradimensionata.
    Gli indipendentisti scozzesi col 4,7% dei voti hanno così avuto quasi tutti i seggi della Scozia; l’UKIP, con quasi il triplo dei voti, ma una distribuzione più omogenea sul territorio, ha avuto un solo seggio.
    Anche questa è una conseguenza ovvia, visto che ogni collegio fa conto a sé, indipendentemente dai valori nazionali.
    Insomma, lo stupitissimo ing. Tufano sembra uno capitato sulla Terra l’altro ieri da chissà dove, e solo lui sa come da questi fatti notissimi e perfettamente chiari si possa ricavare la prova di un “complotto”
    ======
    Fra tutti i sistemi elettorali, l’uninominale ha sicuramente molti vantaggi:
    1. è in assoluto il più semplice, chiunque non sia l’ing. Tufano può capire immediatamente come funziona, e non c’è trucco non c’è inganno, è proprio così;
    2. vi è una corrispondenza immediata e diretta fra la volontà degli elettori e il risultato: in ogni collegio si fronteggiano diversi candidati, in competizione fra di loro, chi piglia più voti va in Parlamento, gli altri restano fuori;
    3. nessun candidato ha la garanzia di essere eletto, tutti mettono a rischio la loro carriera in una partita senza rivincita – per lo meno, per i prossimi cinque anni; Nigel Farage, che è a capo di un partito al 12% (più o meno quanto da noi vale Forza Italia), è rimasto fuori.
    Se confrontiamo questo sistema con lo spaventoso accrocchio che si è combinato in Italia, viene da piangere.

    • Lino ha detto:

      Grazie del tuo punto di vista (Maurizio Pistone) .. confido che chi legge possa formarsi una sua idea semplicemente consultando i dati che però non sono stranamente così dettagliati come da me riportati sulla stampa in ITALIA, chissà perché 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...