Elogio della follia: perché non facciamo una bella guerra? [psicologia/politica]


Il pontefice attuale, Bergoglio, detto Francesco, continua a dire che la guerra è una follia: è volere correggere un errore con un errore ancora più grave.

Obama, il presidente USA, continua a dire che distruggerà i terroristi, con una nuova guerra.

E’ possibile eliminare il terrorismo con la guerra?

Dall’ 11 settembre del 2001 le invasioni e bombardamenti e le guerre hanno portato qualche cosa che possiamo considerare positiva?

Certamente si può pensare che senza una azione di isolare e sanzionare chi usa la violenza si rimarrebbe vittime della violenza .. ma come si può pensare che non si debba partire dal DIALOGO?

Non dice la Costituzione Italiana (art. 11) che “L’ITALIA ripudia la guerra quale metodo di risoluzione della controversie internazionali”?

Quindi va usata LA PAROLA, anzitutto la PAROLA, cercando di capire il perché della violenza e cercando di aiutare chi è in uno stato di sofferenza investendo il denaro delle spese militari in mezzi di soccorso ed emancipazione e nel creare una autonomia sulle questioni alimentari, culturali, e di libertà di culto.

Altrimenti osserveremo solo MACERIE, e sotto le macerie potremmo esserci noi, e non solo coloro che riteniamo i “terroristi”, comportandoci noi in modo più mostruoso, spesso, del mostro che pensiamo di abbattere con la violenza.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...