Paolo Barnard: “DRAGHI FA PROFESSIONALMENTE SCHIFO, E PARLA PURE”

 

DI PAOLO BARNARD

Se metti in acqua diciotto barche con buchi sotto la chiglia e queste iniziano ad affondare, mi sembra ridicolo che tutti puntino lo sguardo su quella che affonda più in fretta, piuttosto che considerare il fatto che sono state tutte costruite da incompetenti, ed è il cantiere cialtrone che va chiuso.

Mario Draghi regge il cantiere Eurozona dove tutti, e tutto, sta affondando, ma gli viene comodo imbrogliare i media e il pubblico puntando il dito sulla barca Italia che affonda un po’ più delle altre. La crescita dell’Eurozona, dopo 14 anni di gran promesse, è pietosa, non riesce mai a superare quel triste zero virgola, mentre la Gran Bretagna cresce come basilico al sole; la deflazione europea è fuori controllo, cioè i prezzi crollano di minuto in minuto perché non c’è domanda, e tutti i gran proclami di Draghi per frenare questa valanga sono stati accolti dai mercati e dai consumatori come ridicolaggini, fra l’altro disoneste perché tutte tese solo a favorire speculazioni finanziarie; le cosiddette “riforme” tanto invocate da Draghi come pozione magica di salvezza, non hanno salvato nessuno dei Paesi che le hanno fatte: Finlandia (ottavo mese a crescita zero), Olanda (terza recessione dal 2009), Francia (record disoccupazione e crollo immobiliare + manifatturiero storici), Belgio (consumi a tasso negativo, crescita 0, commissariato dalla UE) e Germania (crollo ordini industriali a -4%, PIL in calo, stipendi stagnanti da 10 anni, il suo calo di domanda interna deprime tutto l’export europeo).

***

Poi le gloriose riforme di Draghi e dell’Eurozona hanno infilato nella calza della Befana anche il più alto tasso di disoccupazione europea dalla nascita dell’euro (Eurostat). Vi basta? Ah! Dimenticavo, le banche, proprio quelle regolamentate da Mario Draghi che oggi dispensa ricette severe su come curarci. Bé, la maggioranza delle banche europee sono marce, ma veramente, cioè di fatto fallite. Leggete bene:

A) La Bank of International Settlements ci dice in un rapporto che “le banche in Europa non sono riuscite a rimediare alla loro catastrofica esposizione a prestiti che saranno inesigibili perché gli indebitati sono al collasso”. E  il collasso è proprio opera della Troika di Draghi e delle sue Austerità, come ormai ammettono anche Goldman Sachs e gli Hedge Funds.

B) Reuters ci dice che le stesse banche europee con buchi contabili che si vedono dalla Luna, hanno prestato 3.000 miliardi di dollari ai Mercati Emergenti, e che sarà difficile che li riavranno indietro… Poi indovinate a chi, per questo motivo, le medesime banche diranno no al mutuo o al finanziamento? A voi, a voi, e infatti registriamo il più alto declino nei prestiti bancari alle famiglie dal 2008.

C) Il 90% dello strombazzato calo dello spread e degli interessi sui titoli di Stato dei Paesi come Spagna, Irlanda o Italia, ci dice uno studio di Bloomberg, non è dovuto a reali progressi dell’economia di quegli Stati, ma ai trucchi speculativi di Mario Draghi alla BCE. Quindi aria fritta, che Renzi oggi usa per infinocchiare i soliti poveri italiani.

D) E gran finale, il Financial Times ci informa che le banche più fallite di tutta l’Europa non sono quelle spagnole o italiane, ma quelle tedesche.

Ora, mi si perdoni se a fronte di questo sfacelo mi sento di scrivere all’esimio Draghi un plateale “stattene zitto”. Chi legge la stampa finanziaria internazionale sa che Mario Draghi è costantemente citato come il peggior governatore di Banca Centrale della Storia.

Ci si chieda: perché l’Italia della metà degli anni ’90 – che non  faceva la riforme di Draghi, che non strisciava supina di fronte a Bruxelles, che usava la spesa pubblica molto ma molto più di oggi… perché veniva definita da Standard & Poor’s come “economia leader d’Europa”? Allora Mario, che ci rispondi? Avevamo l’Eurozona allora? No. Avevamo invece il triplo della spesa pubblica di oggi, che come i veri economisti sanno è l’attivo di tutto il settore privato di cittadini e aziende. Oggi la folle dittatura delle Austerità  ha stroncato la spesa pubblica, e stroncati affondiamo. Tutto qui.

Marco Mamone Capria – La scienza in una società democraticaGiulio Sapelli – Col potere ai professori…
COMEDONCHISCIOTTE.ORG|DI COMEDONCHISCIOTTE
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Economia, FILOSOFIA, linguistica, Massmediologia, POLITICA, psicologia, SCIENZA. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Paolo Barnard: “DRAGHI FA PROFESSIONALMENTE SCHIFO, E PARLA PURE”

  1. Quello che ho letto è perfettamente vero. E sarebbe capace anche un bambino che ha fatto la terza elementare a fare e a dire quello che fa e dice Draghi….tutto estremamente scontato. Però, se mi posso permettere, quello che succede nelle altre nazioni vicine e lontane a me interessa poco( parlo di politica interna ). A me interessa quello che fanno i nostri governanti per il bene del Paese Italia che è fatto di persone, che non è semplicemente una espressione geografica come ebbe a dire già l’austriaco Metternich. Possibile che noi non sappiamo toglierci dalle spalle questi che dai tempi delle invasioni barbariche ci stanno sul collo? Ci sono costati già un mare di vite umane. Caporetto, Curtatone e Montanara, l’Adamello, il Piave che si tinse tutto di rosso dal sangue dei soldati italiani uccisi? Noi siamo un paese MEDITERRANEO ed con i paesi che si affacciano sul mediterraneo che dobbiamo trattare. Le glorie italiane vengono dal mare con le sue Repubbliche Marinare, con Cristoforo Colombo, con Amerigo Vespucci…Noi invece stiamo con lo sguardo sempre voltato verso nord…verso il buio e non verso la luce….Da nord è sempre arrivato il disastro vediamo di cominciare a cambiare punto di vista. E’ vero che questa magnifica penisola distesa in mezzo a questo stupendo mare fa gola a tutti, ma , porca miseria, cominciamo ad essere noi a dettare legge!!!!!Ci vuole un salto di qualità…

    • Lino ha detto:

      Cara Perangela Benedetti, tu dici bene “ci vuole un salto di qualità”! .. ma come ci potrà mai essere se ciascuno pensa alla sua pancia e non è capace di vedere che persino EBOLA in Africa potrebbe esser un fatto non incidentale? .. Ma se i poteri forti si fossero posti di uccidere 6 miliardi di persone su 7 miliardi totali, ossia uccidere 6 fratelli di 7 fratelli totali .. una pestilenza agevolerebbe il piano di presa di controllo del pianeta o danneggerebbe il piano, se questo fosse il piano? .. Quindi noi non abbiamo le prove di ciò che succede nel mondo, ma i gravi fatti negativi che accadono non dobbiamo aspettare che ci coinvolgano personalmente per cercare di trovarne il senso e le prove della fondatezza. E’ un compito della SOVRANITA’ DEI POPOLI, del 99%, sindacare quello che succede nel mondo. Se sapremo fare questo delegheremo persone alla amministrazione dei BENI COMUNI, quelli per cui esiste la pubblica amministrazione, e ci compete controllare se amministrano in favore della collettività. Quindi non ti illudere che potremo solo occuparci nel nostro orticello .. perché il nostro giardino .. il nostro EDEN .. è _tutto_ il mondo e ogni UOMO, e ogni animale, e ogni pianta va rispettata come fosse parte di me, io sono per gli eco sistemi, per la NON violenza, per la intelligenza collettiva 🙂 https://6viola.wordpress.com/scuola_collective_intelligence/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...