CHI BOMBARDA GAZA ? [di Manlio Dinucci]

I cac­cia­bom­bar­dieri che mar­tel­lano Gaza sono F-16 e F-15 for­niti dagli Usa a Israele (oltre 300, più altri aerei ed eli­cot­teri da guerra), insieme a migliaia di mis­sili e bombe a guida satel­li­tare e laser.

Come docu­menta il Ser­vi­zio di ricerca del Con­gresso Usa (11 aprile 2014), Washing­ton si è impe­gnato a for­nire a Israele, nel 2009–2018, un aiuto mili­tare di 30 miliardi di dol­lari, cui l’amministrazione Obama ha aggiunto nel 2014 oltre mezzo miliardo per lo svi­luppo di sistemi anti-razzi e anti-missili. Israele dispone a Washing­ton di una sorta di cassa con­ti­nua per l’acquisto di armi sta­tu­ni­tensi, tra cui sono pre­vi­sti 19 F-35 del costo di 2,7 miliardi. Può inol­tre usare, in caso di neces­sità, le potenti armi stoc­cate nel «Depo­sito Usa di emer­genza in Israele».

CHI BOMBARDA GAZA ?

DI MANLIO DINUCCI

ilmanifesto.it

continua:
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?

fonte foto:
https://www.facebook.com/photo.php?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in FILOSOFIA, Massmediologia, POLITICA, psicologia. Contrassegna il permalink.

3 risposte a CHI BOMBARDA GAZA ? [di Manlio Dinucci]

  1. franco ha detto:

    Israele ha una superficie di 20 mila kmq circa e un PIL pari ad un decimo di quello italiano.
    Come puo’ permettersi un esercito con bombardieri, incrociatori, carriarmati, forse anche la bomba atomica.
    Per far desistere Israele dal massacro di civili, e’ sufficiente minacciare di sospendere gli aiuti militari ed economici.

    • Lino ha detto:

      La tua impostazione, Franco, è vera in linea teorica. Ma nella pratica così come la CRISI non è risolta (e non risolvibile) poiché -e finché- il livello governativo è colonizzato dai *poteri forti*, idem è per le questioni di geo politica.

      Soluzioni?

      i singoli sono isolati poiché è stato fatto un lavoro mass mediale di PNL, cioé di manipolazione della capacità di intendere e di volere di ciascun singolo. Necessita riconfigurare la naturale tendenza umana a ragionare come organismo collettivo.

      Se sapremo riprendere la capacità collettiva di ragionare ci accorgeremo che il problema non sono i “portavoce” .. ma se la loro voce esprime la volontà dei POPOLI. Oggi lo stereotipo della volontà dei POPOLI è deformato dal possesso dei mass media. C’è quindi molto da fare ma se rinunciamo al dialogo regrediamo a un livello più basso della specie animale, esattamente al livello dei vegetali 🙂

      more info:
      https://6viola.wordpress.com/scuola_collective_intelligence/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...