SENZA EURO E’ VITA!

L’INGHILTERRA SENZA L’EURO E CONTRO LA UE, OGGI E’ UNA DELLE PIU’ FORTI ECONOMIE DEL MONDO: BATTE GERMANIA E STATI UNITI
venerdì 2 maggio 2014

Il Regno Unito ha adesso una delle più forti economie del mondo sviluppato. Con una crescita al 3 per cento annuo, un forte mercato immobiliare e una manifattura al galoppo, l’economia del Paese è l’invidia dei cugini continentali come la Spagna, che ha raggiunto una crescita di appena lo 0,1 per cento, e come la Germania, che si è fermata ad un mero +1,4 per cento lo scorso anno. E in questo 2014 difficilmente riuscirà a fare altrettanto.

«L’impatto della Grande Recessione si sente ancora, ma le fondamenta per una forte ripresa ci sono» ha detto il Cancelliere dello Scacchiere martedì.

Una crescita del 3 per cento potrebbe sembrare cosa da nulla al confronto con le economie emergenti, che crescono ad un tasso fra il 6 e il 7 per cento, e poi “il livello del PIL reale è ancora al di sotto del picco pre-crisi dello 0,6 per cento”. Tuttavia si tratta della più forte crescita dal 3,4 per cento del 2007.

Il Regno Unito ha la migliore crescita di tutte le Nazioni del Gruppo dei Sette, e diventa sempre più probabile che la Banca d’Inghilterra decida di rialzare i tassi più prima che poi. Ma con una disoccupazione al 6,9 per cento nel primo trimestre è anche possibile che i tassi rimarranno fermi ancora per un po’.

«In generale l’economia del Regno Unito Overall sembra crescere ad un passo sostenuto ma non eccessivo, permettendo sia all’inflazione che ai tassi d’interesse di rimanere bassi ancora per un relativamente lungo periodo di tempo» affermano gli analisti di Capital Economics in una nota ai propri clienti.

L’aumento dei salari sta anche aiutando ad alimentare la domanda, permettendo di riempire quell’eccesso di capacità nella manifattura creato dalla crisi.

«Una forte crescita come quella attuale normalmente dovrebbe comportare un aumento dei tassi d’interessi per tenere a bada l’inflazione, ma i policymaker ritengono che ci sia ancora un eccesso di capacità produttiva, e di conseguenza una crescita più forte del normale può essere tollerata senza risultare in prezzi più alti, almeno fin quando questo eccesso di capacità non sarà esaurito» scrive Markit Economics.

Il mercato immobiliare inglese sta a sua volta migliorando, smentendo le preoccupazioni circa la formazione di una bolla.

«È difficile identificare una bolla immobiliare in tempo reale. Ad ogni modo i classici segnali del precedente picco immobiliare sono stati un alto livello di turnover, una rapida crescita del credito e un rilassamento degli standard nell’erogazione dei mutui: questi segnali non sembrano essere ancora presenti» scrive l’analista di Citigroup Inc. Michael Saunders

Quel miglioramento del mercato immobiliare sta anche generando un effetto ricchezza, e Saunders suggerisce che i guadagni provenienti dalle case hanno portato la ricchezza netta delle famiglie a un nuovo massimo “superiore al picco pre-crisi”.

«Il ritmo di espansione è decisamente notevole, se si considera che è avvenuto nonostante il tempo inclemente, comprese le alluvioni, che hanno colpito diverse parti del Paese» spiega il team di Markit.

La manifattura, che è stata fortemente colpita nel corso della crisi, ha brillato nel report di lunedì, e con una crescita dell’1,3 per cento nel primo trimestre dell’anno è ritornata a rappresentare poco più del 10 per cento dell’economia del Regno.

L’inghiterra, in sostanza, dimostra che stare fuori dall’euro e insieme a questo RIFIUTARE anche le “direttive economiche” dell’Unione Europea produce il risultato di battere addirittura la Germania e gli Stati Uniti quanto a crescita economica.

Solo gli imbecilli al governo in Italia NON vogliono trarne le conseguenze. E questo perchè, come ebbe a dire Fassina del Pd – che è anche il responsabile economico del partito di Renzi – “ammettere il fallimento dell’euro sarebbe la sconfitta storica della sinistra italiana, del mio partito”.

Fote notizia: IBTimes Italia – che ringraziamo.

fonte:
https://www.facebook.com/photo.php?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Economia, FILOSOFIA, Massmediologia, POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...