SIMULAZIONE MATEMATICA: “cosa succede se usciamo dall’euro”?

From: Lino Cibernetico
Newsgroups: it.economia
Subject: Re: simulazione uscita dall’euro
Date: Mon, 21 Apr 2014 11:11:56 +0200

Il 18/04/14 21:09, Hamlet ha scritto:
ciao a tutti,
a parte la propaganda pro o contro l’euro, ma nessuno ha fatto una
simulazione seria di una eventuale uscita di un Paese dall’euro?
ad esempio, se in Italia si facesse un referendum, e se vincessero
coloro che vogliono uscire dall’euro, cosa succederebbe subito dopo?
io immagino che il governo faccia un decreto legge in cui si dice che le
banche devono tenere i depositi in euro e trasformarli automaticamente
in lire, chi poi vorrebbe ri-cambiarli in euro potrebbe farlo al tasso
di cambio di quel momento.

Voi cosa pensate possa succedere nei primi giorni?

Hamlet
http://technosoc.blogspot.it

Lino Cibernetico:

Te lo spiegano almeno 7 premi nobel per l’economia.

Il problema non è il nome della moneta ma quale sia la sua architettura.

Se “uscita dall’euro” significa rendere la banca di Italia sotto il ministero del tesoro, e fatta di funzionari e non di governatori, siamo alle condizioni del dollaro con la FED sotto il governo USA.

Si chiama sovranità monetaria.

Non c’è spread, perché se il mercato non compra i titoli pubblici e interviene la Banca di Italia come prestatore di ultima istanza.. lo spiega meglio di tutti Nino Galloni in una conferenza il cui video ti metto ti seguito.

Ci sarebbe svalutazione della moneta, si stima intorno al 30%, ma è detta svalutazione competitiva, nel senso che non converrà più comprare sul mercato estero, ma solo prodotti italiani che costeranno meno dei prodotti esteri.

Ciò attiverà la domanda interna, e quindi il lavoro.

Ciò permetterà alle persone di avere denaro acquisito con il lavoro e si rimetterà in moto la vita in Italia anziché emigrare come se qui fosse un deserto da cui tutti fuggono.

Inoltre necessita una fase di transizione che impedisca la fuga dei capitali.

Io suggerisco e con me molti economisti, la doppia circolazione monetaria, come in Inghilterra.

L’euro può essere usato come prima, e viene affiancato dalla nuova lira (n£) che viene emessa come 1n£=1€

Va aggiunto che inizialmente gli scambi avverranno principalmente in euro, perché le persone non si fideranno della nuova lira (n£).

Ma con il vincolo che le tasse si possano pagare solo in n£ vi sarà domanda di nuove lire per pagare le tasse e anche per acquistare titoli pubblici.

La doppia circolazione monetaria è applicata in molti paesi, ad esempio in Cina per i rapporti di agevolare il mercato interno e quello internazionale su canoni diversi.

Affinché una moneta sia anche al livello del pianeta deve avere un organismo che ne controlli l’emissione che sia rappresentativo e sindacabile a fronte della volontà popolare che lo insedia. Altrimenti lasci la gestione della moneta in mano alla speculazione internazionale che distrugge i popoli come è avvenuto in Grecia con l’euro ed ora il mirino è sul prossimo paese da distruggere per acquisire tutti i beni pubblici a poco prezzo grazie alle svendite causate dalla crisi artificialmente indotta.

La crisi quindi non è naturale, né ineluttabile, ma artificialmente indotta e se i popoli non riprenderanno il governo della moneta tramite governi legittimi, anche confederati, ma sindacabili tramite un piano economico presentato _prima_ delle elezioni, siamo già tutti morti.

Poiché reintrodurranno ciò che era al tempo degli egizi: pochi faraoni, e un popolo di schiavi.

Scegliete un partito o movimenti anti euro sia di sinistra o di destra che dica “NO EURO” sarà un segnale forte di introdurre almeno gli eurobond, come avviene in USA dove se si allaga il Mississipi paga il governo federale mentre in Italia L’Aquila non torva chi debba pagare e la Sardegna è rimasta distrutta dopo le alluvioni.

Grazie del tema, ne va della sopravvivenza della specie homo sapiens sul pianeta.

La buona notizia è che la maggioranza degli italiani -secondo i sondaggi, ha capito che

euro = nuova arma di distruzione di massa.

La conferenza del professor Bagnai all’università Pegaso di pochi giorni fa ..

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Economia, FILOSOFIA, Massmediologia, POLITICA, psicologia, SCIENZA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...