Quanto è vecchio “tutto ciò che è?” [fisica quantistica: universi bolla e altre teorie]

Circa 13.750 milioni anni fa, il nostro universo è entrato in esistenza. Poco dopo la luce primordiale iniziò a diffondersi il cosmo e in tutto l’universo primordiale. In questo frangente, lo stesso universo si stava espandendo. L’ inflazione dell’universo rallentò dopo il primo scoppio iniziale, ma da allora, il tasso di espansione è in costante aumento a causa dell’influenza dell’energia oscura.

In sostanza, sin dal suo inizio, il cosmo è cresciuto ad un ritmo sempre crescente. I cosmologi ritengono che i fotoni più antiche che possiamo osservare hanno percorso una distanza di 45-47000000000 anni luce dal Big Bang. Questo significa che il nostro universo osservabile è circa 90 miliardi di anni luce di larghezza. Questi 90 miliardi di anni luce alcuni 90 contengono tutti i quark, quasar, stelle, pianeti, nebulose, buchi neri … e tutto ciò che avremmo potuto osservare. Ma l’universo osservabile contiene solo la luce che ha avuto il tempo di raggiungerci. Al di là di quello che siamo in grado di osservare, c’è molto di più!

Secondo la relatività speciale, alcuni oggetti che sono vicini non possono muoversi più velocemente della velocità della luce uno rispetto all’altro, tuttavia, non esiste una legge per gli oggetti che sono estremamente distanti tra loro quando lo spazio tra di loro è, in sé, grande. In breve, non è che gli oggetti viaggiano più veloce della velocità della luce, ma che lo spazio tra gli oggetti si espande, causando loro di volare distanti a velocità strabilianti. Secondo la teoria dell’inflazione cosmica, la dimensione dell’intero universo è almeno 10 ^ 23 volte maggiore della dimensione dell’universo osservabile.

Allora, che cosa * esattamente * ci manca? ciò che si trova oltre il bordo di ciò che non possiamo vedere? Dal momento che non possiamo vedere o misurare, non sappiamo cosa c’è oltre i limiti dell’universo osservabile. Tuttavia, abbiamo diverse teorie riguardo a ciò che esiste nella grande incognita …

Gli astronomi pensano che lo spazio al di fuori dell’universo osservabile potrebbe essere una distesa infinita di ciò che vediamo nel cosmo intorno a noi distribuiti più o meno allo stesso modo di ciò che osserviamo. Questo sembra logico. Dopo tutto, chi può immaginare un universo che ha una fine ….con un enorme muro di mattoni in agguato sul bordo?

Quindi, in qualche modo, l’infinito ha un senso. Ma “infinito” significa che, al di là dell’universo osservabile, non si troverà solo pianeti e stelle e altre forme di materiale … alla fine troverete ogni cosa possibile.Ciò significa che, da qualche parte là fuori, c’è un’altra persona che è identico a voi in ogni modo possibile. E c’è anche un altro “tu” che è solo * leggermente * diverso da voi in ogni modo possibile.Questa nozione sembra inconcepibile, l’infinito è piuttosto inconcepibile.

Una teoria si occupa di qualcosa chiamato ” flusso oscuro . “Nel 2008, gli astronomi hanno scoperto qualcosa di molto strano e inaspettato – ammassi galattici sono stati rilevati nella stessa direzione a velocità immensa, oltre due milioni di miglia all’ora. Una causa possibile: strutture massicce al di fuori dell’universo osservabile esercitano un’influenza gravitazionale. Per quanto riguarda le strutture stesse, potrebbero essere letteralmente di tutto: incredibili, enormi accumuli di materia ed energia , o anche ordite bizzarre nello spazio-tempo che stanno incanalando le forze gravitazionali provenienti da altri universi. Noi semplicemente non sappiamo cosa questi oggetti massicci possono essere. Recenti analisi hanno affermato di sfatare il modello di flusso buio, ma questo debunking è ancora in fase di discussione.

La teoria delle stringhe è un’altra risposta possibile. Questa teoria afferma che il nostro universo non è che una bolla spazio-temporale tra un’infinita serie di altri uni
versi paralleli. Così l’intero nostro universo esisterebbe in una piccola “bolla” nel mezzo di una vasta gamma di altre bolle. I teorici chiamano questo un “multiverso”. Interessante, la teoria delle stringhe suppone che questi universi possano entrare in contatto tra loro e la gravità può fluire tra questi universi paralleli, e quando questi si collegano, un Big Bang come quello che ha creato il nostro universo si verifica

http://www.fromquarkstoquasars.com/what-lies-beyond-the-edge-of-the-observable-universe/

http://www.fromquarkstoquasars.com/wp-content/uploads/2013/09/I03-02-darkflow.jpg

Mi piace ·  · 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in FILOSOFIA, psicologia, SCIENZA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...