La teoria di Lyapunov applicata ai sistemi economici

In un recente libro di Storia dell’Economia si sottolinea (seppur fra le righe) come alcuni degli economisti che hanno prodotto teorie economiche, poi entrate nella storia, non lo erano di professione, svolgevano cioè altri mestieri, sempre attinenti al campo economico, e contemporaneamente si dedicavano agli studi.
Mi piace ·  · Condividi · 5 ore fa · 
  • Piero Mannino Adesso Si vedono i risultati…
    5 ore fa · Mi piace · 2
  • Stefania Oliva Il disastro..
  • Gabriele Deiana Sono sicuro che Milton Friedman era uno di questi e che faceva il muratore..
  • Luigi Castrica Finché gli ingredienti sono sempre gli stessi e cambia solamente il cuoco la ricetta non potrà che risultare una schifezza!
    4 ore fa · Mi piace · 1
  • Alberto Cacciatore Consiglio la lettura di : Maledetti economisti di Sergio Ricossa. Personalmente diffido molto degli economisti cd “di professione”. L’economia è una vaga scienza, anzi trattandosi di una “scienza” sociale non ha verità assolute ma solo “verità politiche”. Per questo si chiama economia politica e serve a decidere chi far stare bene e chi male.
    3 ore fa · Modificato · Mi piace · 1
  • Lino Grillo Verde cara Lidia UndiemiDue Einstein intuì la teoria della relatività e però non aveva le basi di matematica di scrivere il modello matematico e si fece aiutare da Lorentz. Il problema non è avere le competenze ma come si fa ad esplorare le frontiere dell’eureka. Io sono molto appassionato di queste cose poiché mi sono laureato in ingegneria ed in particolare nel settore della teoria dei modelli. Aggiungo che ho elaborato un modello della “moneta solidale” applicando la teoria del matematico Lyapunov sui sistemi di feedback che è applicata in tutti i sistemi a controreazione oggi nella tecnica dei controlli automatici. In pratica usare l’approccio di Lyapunov significa osservare la funzione errore che descriva l’andamento desiderato e la differenza con quello monitorato. Tale osservazione viene fatta sia in input che in output del sistema (di un qualunque sistema, quindi anche economico) e grazie alla retroazione (tra il prelevare in uscita i valori e metterli in input) si è in grado di costruire un eco sistema stabile che non consumi tutti le risorse e produca solo ciò che serve abbandonando il concetto di rifiuto e abbracciando il concetto di materie prime a ciclo completo
Questa voce è stata pubblicata in Economia, FILOSOFIA, Massmediologia, POLITICA, SCIENZA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...