Le leggi del Kaos [di Ilya Prigogine .. et altri studi sulla logica o assenza di logica]

In un periodo, come quello attuale, in cui mancano spesso (ad una analisi superficiale) i legami che spiegano la logica di ciò che vediamo .. come ad esempio in che consisterebbe il “rinnovamento” nel cambiare il governo Letta e fare subentrare Matteo Renzi .. a nostro avviso è utile staccare -un attimo- la spina dal tormentone di cosa dice Matteo Renzi denigrando la senectudine, la saggezza degli anni, e quindi il senato, e andare alla fondazioni di cosa sarebbe la logica e come si esprime nella storia del pensiero.

Un esplorazione che ci consente di vivere la vita senza psicofarmaci, senza -insomma- anti-depressivi, nello sgomento dell’esame di una realtà troppo di superficie e senza strumenti per cercare di comprenderla, mentre serve una capacità di analisi e di proposta profonda .. buona lettura ..

da it.cultura.filosofia.moderato:

Lino Cibernetico risponde a Rawmode ..

Il 25/02/14 10:43, rawmode ha scritto:

Non necessariamente “quello”!!la genesi del moto.

d’altra parte, non ho fatto altro che riesporre in altro modo,
il successivo concetto di “libido”, di Jung. che credo sia
un concetto cardine, il qule descrive e definisce, delimita il
quantum energetico a disposizione di ognuno.
La comprensione dei concetti, come dicevo, è “energetica”, non
intellettuale; bisogna portarsi all’esatto potenziale energetico, sia
dell’oggetto della conoscenza, sia di qualsiasi altra realtà. che si voglia
comprendere. Se non si comprende, non vi è energia a sufficienza,
(e non perché sei brocco!!:) Quindi più che accingersi a capire e studiare
si ci deve preparare a recuperare le energie sul caso.
NOn vi sembra logico!?

Lino Cibernetico:

C’era qualcuno -se ricordo bene- che chiedeva “cosa è la logica?”

http://www.etimo.it/?term=logica

sarebbe l’arte del ragionare, o -equivalentemente- del discorso.

Del resto nella versione greca del vangelo di Giovanni (evangelista) è scritto che “in principio era il LOGOS”, e nella versione (successiva latina) che era il ‘verbo’, nel senso poi (nella versione italiana), della “parola” (proferita), una parola dapprima “presso Dio”, anzi Dio stesso, LOGOS(*), quindi LOGOS, uno dei nomi di Dio, secondo i teologi.
(*)
(dice l’evangelista nel percorso di avvicinamento al concetto, per fare capire l’aspetto mistico di una “parola che significa”(quando è purissima) e l’uso non per mentire e fare schermo “a ciò che avrà dato il nome sarà il suo nome”, se la usa l’uomo nel generare il linguaggio alla luce del vero, nella logica, promanazione del vero, quindi della verità, anche ‘verità’ uno dei nomi di Dio” [si veda la Genesi:2,19])

Una tradizione profonda, quella della logica, come epi-fenomeno del logos, in quanto tentativo di percezione della *verità in sé*, di cui lo stato coscienziale dice al filosofo, o al teologo, o allo scienziato, (distinzioni: a secondo del metodo usato per approssimarsi al logos), che sta cercando *un percorso* e nel percorrere cerca i legami (la logica, il principio di causa ed effetto), che dal basso della materia, o come sostieni tu, dall’*energia*,(**) si mostra ..
(**)
(dove però e=mc^2 e quindi sono materia ed energia due forme della stessa sostanza, di ciò che sub stanziam, ciò che staziona sotto la forma e alla forma consente di apparire).

.. una tradizione profonda -dicevo- che porterà persino Anselmo di Aosta a dire che ‘Dio è in quanto pensabile’, e ricalca -un altro frammento dello specchio rotto- del fatto che per uomo che cerca la logica e la verità -> si presuppone (in genere, specie in occidente) che la verità si conformi in modo relazionale, causale, e ricostruibile, deterministico, e quindi non kaotico (da kaos che è l’antitesi del determinismo, ossia -il kaos- l’assenza di logica -il kaos, che è l’altra chiave di esplorazione del reale, della res, secondo l’approccio di alcuni -ad esempio- nella materia sub atomica).

Scusate questo antefatto storico, che purtroppo ha -al mio solito- una forma di ragnatela

Quindi vengo subito a motivare (spero meglio che se avessi saltato l’antefatto) alla mia idea ..

Io recupero la ricerca anche orientale in cui potrebbe essere l’effetto a motivare la causa!

La recupero non perché la condivido, ma perché spesso la fisica moderna valuta dopo uno scontro di particelle cosa era successo prima, quindi si muove dagli effetti alle cause (succede anche in altri campi di indagine, come si vede dai link che seguono)..

Ora, secondo me, sia il concetto in avanti nel tempo della dinamica “causa e (poi) di effetto” e sia la ricostruzione reverse-engineering ..

http://en.wikipedia.org/wiki/Reverse_engineering

in italiano:
http://it.wikipedia.org/wiki/Ingegneria_inversa

.. *sono un metodo*, più che una logica in senso stretto.

La scienza invece, parla di leggi, ossia di equazioni che in avanti nel tempo (o all’indietro nel tempo) descrivono un comportamento, quando è predicibile.

Spesso non è predicibile in settori ancora giovani della ricerca scientifica, e quindi si usano modelli probabilistici, visto che il metodo probabilistico ci da almeno informazioni sulle medie rispetto al tempo e/o di insieme e ci sono ampi studi di come le medie di insieme tendono a coincidere con alcune classi di insiemi detti ‘insiemi ergotici’.

All’ingegnere tutto ciò interessa, perché a prescindere da come e perché si comporta il reale in un certo modo .. l’ingegnere tende a modificare il reale affinché -> assuma -il reale ingegnericizzato- delle dinamiche conformi alla “dinamica attesa”, per scopi di modello funzionale di ottimo, dove però rimane il problema se l’ottimo lo fissa il cliente, oppure la ricerca personale del perché sarebbe ottimo.

 
Se volessimo dare un quadro abbastanza completo -quindi- in oriente si studia a vari livelli il processo a prescindere dal fatto temporale, concentrandosi sul concetto di *armonia*: è come dire .. “se trovo il gatto posso aspettarmi che ci sia anche il topo” .. mentre in occidente interessa andare a pensare come e perché ci dovrebbe essere -ad esempio- la “materia oscura”(#) con l’ultima teoria dei “gravitini” (simmetrico -i gravitini- nel modello del tutto dei “gravitoni”) in un articolo che ho letto giusto ieri e di cui riporto il link:
(#)
(che poi fa tornare i conti del come si espandono le galassie)

http://astronomicamens.wordpress.com/2013/01/24/una-teoria-rivoluzionaria-sulla-materia-scura/

Concludo dicendo che, per rimanere in ambito scientifico, è senzaltro sufficiente parlare (come propone Rawmode) di materia/energia!

Ma che la logica (nel senso di epifenomeno del logos), il determinismo, il kaos (epifenomeno della assenza di descrivibilità), sono modelli umani della <<realtà in sé>>..

.. ‘realtà in sé’, o anche detta *il tutto* non è solo l’apparire, ma l’essere.

Da cui a chi si interessa -> dell’eureka, in genere, non interessa solo la materia/energia, e le relative forme di descrizione(***), ma anche lo studio della fantasia (fantasia: nel gergo comune), o magari detta metafisica (metafisica: in senso più interno agli studi di filosofia).

(***)
(Dimenticavo un altro libro fondamentale che contiene un ossimoro nel titolo: le leggi del kaos, di Ilya Prigogine, ed Laterza)

Questa voce è stata pubblicata in Economia, FILOSOFIA, Massmediologia, POLITICA, SCIENZA. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le leggi del Kaos [di Ilya Prigogine .. et altri studi sulla logica o assenza di logica]

  1. Franco Tadiotto ha detto:

    i gravitini sono per me una novita’
    Scrivo pero’ per una puntualizzazione:da quando “ragiono” (tra virgolette) il verbo e’ la parola che ci permette di comunicare, facolta’ che ci distingue da tutti gli altri viventi anche quando con la parola inganniamo. I gesti e i comportamenti dei compagni di altre specie e classi e phylum sul pianeta, si prestano a equivoci, mentre la parola, anche quando inganna, e’ univoca e per questo motivo, ragionandoci, riflettendo, spesso l’inganno viene smascherato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...