Alfonso Bità: perché la terra gira? [come nasce una teoria scientifica]

Alzo la posta a 200 € di compenso A CHI MI DA LA RISPOSTA CHIARA ED ESAUSTIVA (ALFONSO BITA’) perchè la terra gira ? perchè non si ferma mai ? perchè gira in senso antiorario ? AHAAHAHAAHAHA voglio una risposta corretta e comprensibile ad un ragazzo di 14 anni ……………… RISPONDERO’ ESATTO A CHI DARA’ LA RISPOSTA COMPLETA, ED OVVIO FARO’ IL BONIFICO
Mi piace ·  · Condividi · 19 ore fa
  • Piace a 2 persone.
  • Alessandro Grossi Non serve la fisica quantistica basta quella classica. La parolina magica è “conservazione della quantità di moto”. O effetto vortice nel lavandino
  • Enrico Sħad del momento angolare
    19 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 3
  • Alessandro Grossi Che poi è la stessa cosa. Inerzia + campo gravitazionale
  • Francesco Bianchi Orsetto .
    > effetto vortice nel lavandino= Dino che si lava le mani?
  • Rosanna Cagnazzo Francesco, mi hai letto nel pensiero, anche se in realtà io penso sempre ad un altro sanitario
    19 ore fa · Mi piace · 1
  • Massimo Di Natale vortice? e poi scusa, il ragazzo di 14 anni ti potrebbe obiettare “perché, la terra gira?” (con la virgola)
    18 ore fa · Mi piace · 1
  • Damiano Capobianco arriverà un giorno in cui si fermerà, allora dovremmo spostarci tutti all’equatore
  • Damiano Capobianco però non si conserva nulla perchè c’è un ritardo ogni giorno essendo in un sistema dissipativo
  • Damiano Capobianco http://www.focus.it/…/che-cosa-accadrebbe-se-la-terra…

    www.focus.it

    Ecco cosa accadrebbe se la Terra si fermasse completamente, smettendo di girare su se stessa
  • Massimo Di Natale di fatto la dissipazione è minima: sono millenni che le giornate durano sempre uguale
    17 ore fa · Mi piace · 1
  • Damiano Capobianco ho visto un bel doc su focus tempo fa la sintesi è qua su
    17 ore fa · Mi piace · 1
  • Alfonso Bità ahahah, la più enorme cazzata detta da focus ahahah, se la terra smettesse di ruotare, non avremmo il tempo di porci questa domanda ahahahah
  • Damiano Capobianco non credo sia una cazzata visto che rallentiamo realmente … il nostro pianeta sta effettivamente rallentando il suo moto. Secondo i ricercatori 400 milioni di anni fa, la Terra durante una rivoluzione attorno al Sole compiva 40 rotazioni su stessa in più: l’anno solare era quindi 40 giorni più lungo. Cosa la sta rallentando? Secondo gli scienziati le frizioni mareali, cioè l’attrito tra le gli oceani e i litorali provocato dall’andamento delle maree. Ovviare a questo lento ma inesorabile fenomeno non è possibile, ma occorre almeno un rimedio numerico che eviti lo sfasamento tra il periodo di rotazione terrestre e la durata convenzionale del giorno solare. La “pezza” è stata introdotta nel 1956, quando la comunità scientifica internazionale ha deciso di aggiunge periodicamente una frazione di secondo alla durata del giorno solare. Questo escamotage non salverà la Terra dalla catastrofe, ma il problema potrà essere tranquillamente ri-esaminato tra 4 miliardi di anni. «La cosa più interessante», conclude Fraczek, «è che la Terra è un corpo vivo e dinamico e che questo infinitesimale ma costante rallentamento sta cambiando la forma del pianeta rendendolo sempre più sferico».
    17 ore fa · Mi piace · 1
  • Alfonso Bità l’unica verità è questa tua ultima parentesi di Fraczek
  • Damiano Capobianco ok quindi convieni con me che la terra sta rallentando?
  • Massimo Di Natale in effetti i vortici del cesso rallentano sempre di più…
  • Alfonso Bità diciamo che ha assunto una rotazione più consona
  • Damiano Capobianco se tu non lo sapessi massimo, i vortici al cesso man mano ci avviciniamo all’equatore rallentano fino a non esserci per nulla all’equatore, spostandoci da nord a sud dopo l’equatore si inverte il senso e da orario si passa a antiorario o alla rovescia non ricordo
  • Damiano Capobianco comunque basta che entri nel tuo cesso e scarichi e vedi se orario o antiorario e di conseguenza i tuoi amici canguri avranno nel loro cesso l’inverso
    17 ore fa · Mi piace · 1
  • Damiano Capobiancohttp://it.wikipedia.org/…/Episodi_de_I_Simpson_(sesta…

    it.wikipedia.org

    La sesta stagione de I Simpson (serie di produzione 2F) è andata in onda negli Stati Uniti dal 4 settembre 1994 al 21 maggio 1995.
  • Massimo Di Natale visto dal cielo verso la terra, nell’emisfero nord la terra gira in senso antiorario e quindi per inerzia le cose e quindi i vortici girano in senso orario, a sud avviene l’inverso
  • Massimo Di Natale i miei vortici sono orari
    15 ore fa · Mi piace · 1
  • Vincenzo Ma Anche No Quella dei vortici è una stronzata (una vecchia leggenda metropolitana) … le forze di Coriolis sono troppo ininfluenti per vincere i difett intrinseci dei sanitari … l’acqua gira in un senso o nell’altro perchè il lavandino non è mai perfettamente in bolla …
    9 ore fa · Mi piace · 2
  • Alfonso Bità 200 EURO PER UNA PIZZATA CREDO CHE FACCIANO COMODO, HO SALITO LA POSTA, CI METTO IL NOME E LA FACCIA, NON E’ UNA CAZZATA ……….. LI PAGO VERAMENTE
    MA HAI VOSTRI FIGLI A QUESTE DOMANDE COSA RISPONDETE ???
  • Alessandro Grossi Perché da una nube iniziale lentamente si è andato formando un nucleo di aggregazione (il sole) e proprio come in un lavandino la materia, avvicinandosi, genera un vortice ( indipendente dalla latitudine) così si è generata la rotazione del sole del sistema solare e dei pianeti. I pianeti si sono formati a partire dalla “sporcizia’ che non è arrivata fino al sole. Il senso di rotazione dei pianeti è però influenzato anche dagli urti con eventuali corpi massicci. Non tutti ruotano nella stessa direzione.
    7 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Alessandro Grossi La gravità ha formato il sistema. L’inerzia ne conserva la rotazione. Che poi il perchè massa inerziale e gravitazionale siano due attributi della materia che viaggiano sempre a braccetto ce lo deve dire qualcun’altro..
    7 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Alessandro Grossi Una cipolla e salsiccia, grazie.
    7 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Alessandro Grossi O diavola. Sono indeciso.
    7 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Alfonso Bità ahahaha, sei lontano, ma molto lontano, comunque …. ci sei, grazie
  • Vincenzo Ma Anche No é piuttosto complesso rispondere ai perchè … molto più facile spiegare i “come”, con un paio di concetti (conservazione del momento angolare, attrito, ecc…) magari puoi abbozzare una spiegazione del per come, ma il perchè come lo spieghi? ad esempio: perchè la terra gira in senso antiorario è un bel casotto da spiegare … un casotto che alla fine si risolve con un: perchè è così e stacce. Lo stesso dicasi della conservazione del momento angolare, che se la spieghi ad un ragazzo di 14 anni leggittimamente potrebbe anche non crederti …
  • Alfonso Bità x Alessandro Grossi, comunque per i tuoi calcoli sappi che nello spazio il tempo non esiste, tutto accade nell’istante creando un equilibrio perfetto, poichè tutto ciò che è imperfetto si annienta nello stesso istante
  • Alfonso Bità caro Vincenzo, nelle mie ricerche sono venuto a delle deduzioni logiche e chiare, questo mio post serve per confermare che nessuno le conosce, e quindi un domani non ritrovarmi davanti a qualcuno che mi dice hai scoperto l’acqua nel bicchiere
  • Vincenzo Ma Anche No … Alfonso … in generale quando si sta rispondendo ai perchè si fa filosofia (o addirittura religione) più che scienza …
  • Alfonso Bità le mie ricerche non hanno nulla a che fare con la fantasia, seguono le leggi dei grandi scienziati, quindi dai loro risultati e dalle loro comprovate sperimentazioni, non sono biologo ma nel 2010 ho divulgato la notizia che tutte le madri portavano in seno al proprio corpo, tracce del DNA del loro marito, in seguito lessi qualcosa del genere, ma in seguito. A questa affermazione ero arrivato studiando i processi sull’ereditarietà, non era filosofia
  • Massimo Di Natale vincenzo ma anche no, sarà anche una stronzata ma non vedo perché il lavandino “non in bolla” dovrebbe privilegiare un senso di rotazione piuttosto che un altro. da un punto di vista meccanico, intendo.
    5 ore fa · Mi piace · 1
  • Vincenzo Ma Anche No perchè la posizione del buco non è perfettamente nel centro geometrico del lavandino
    5 ore fa · Mi piace · 1
  • Massimo Di Natale e allora? se te fai scivolare una pallina su un piano “sghembo” rispetto al suolo quella che fa, gira?
  • Vincenzo Ma Anche No L’esempio della pallina non è che sia esemplare … devi prendere un mucchio di palline, farle scivolare su un piano sghembo e praticare un foro al centro del piano.Io la vedo pressapoco così: se il piano non è in bolla l’acqua defluisce verso il buco in maniera differente questo causa inevitabilmente una configurazione non simmetrica delle forze in gioco quindi si genera il vorticino.
  • Vincenzo Ma Anche No Vediamo se trovo qualche sciroccato che ha abbozzato un calcolo …
  • Alfonso Bità i calcoli servono per avere conferme, ma la spiegazione che cerco è semplice
  • Massimo Di Natale se hai un sistema di palline soggette a una semplice reazione vincolare (di un piano qualsiasi) vuol dire che quel piano fa scivolare le palline sulle sue linee di livello, se le velocità iniziali sono piccole, altrimenti avremo un certo moto iniziale e poi le palline scivolano sulle linee di livello. quindi o hai un lavandino con linee di livello circolari (ad esempio un madrevite) oppure non vedo proprio come possa un piano creare una rotazione a partire da condizioni iniziali nulle. non ha proprio senso dal punto di vista della simmetria. si dice semplicemente che è dovuto alla rotazione terrestre perché l’unica cosa che ragionevolmente può indurre una rotazione in un corpo è quella (o anche il campo magnetico, non ne vedo altre). sul fatto che questi effetti siano così amplificati probabilmente è dovuto alle piccole masse coinvolte e agli effetti viscosi, ma non ho mai fatto analisi serie in proposito.
  • Vincenzo Ma Anche No “http://www-dft.ts.infn.it/~esmargia/physics/vortici.html“Qui c’è un po’ di robetta (nulla di esagerato)Diciamo che “geometricamente” parlando occorrono due condizioni: il buco deve essere perfettamente centrato e il lavandino perfettamente in bolla.
    Se il lavandino non è in bolla ovviamente la superfice libera sarà comunque in bolla, ne esgue che il buco non si troverebbe “geometricamente” al centro della stessa. Le due condizioni devono verificarsi contemporaneamente o al limite compensarsi … tipo: il buco non è al centro ma io manipolo la vasca in modo da ottenere un buco sul centro geometrico.

    www-dft.ts.infn.it

    Sarebbe strano se un effetto così debole (nel caso delle basse velocità e tempi …Visualizza altro
  • Vincenzo Ma Anche No N.B. massimo anche una temperatura notevolmente differente all’interno della massa fluida può condizionare il moto durante lo scarico. Non so su che ordine di grandezza ma considerando il contributo di Coriolis su un lavandino o su una vasca comune una differenza di qualche grado tra punti diversi del lavandino possono generare moti che fregano di gran lunga gli effetti di Coriolis.
  • Vincenzo Ma Anche No Pensa che anche la modalità con la quale si solleva il tappo può influire notevolmente sul verso del vortice.
  • Massimo Di Natale sperimentalmente rilevo che questi effetti si amplificano quando le messe d’acqua coinvolte sono piccole, e più piccole sono più sono evidenti. inoltre, il senso di rotazione è sempre lo stesso (orario)
  • Vincenzo Ma Anche No Non so se più le masse sono piccole più gli effetti di coriolis sono evidenti … direi il contrario. Il coriolis si verifica su grandi masse e sui proiettili a lunga gittata … il coriolis su corta scala è ben difficile da rilevare
  • Massimo Di Natale comunque nell’articolo che hai postato dice che in condizioni oneste (temp controllata, no correnti d’aria) lui rileva sempre rotazione antioraria nell’emisfero australe
  • Vincenzo Ma Anche No Si in condizioni oneste … il fatto è che le condizioni oneste non le trovi nel lavandino di casa.
  • Vincenzo Ma Anche No I risultati variabili dei quali parlano in caso di acqua non ferma ne sono un esempio.
  • Massimo Di Natale coriolis induce un’accelerazione dipendente dalla velocità, quindi non dovrebbe dipendere dalla massa (è una forza inerziale, è ovvi che sia così). ho tirato fuori le masse perché in un fluido esistono fenomeni che dipendono dalle masse, solo per questo
  • Massimo Di Natale è possibile che altri effetti si sovrappongono, ma qui l’oggetto del contendere è se la rotazione terrestre può indurre una rotazione in un fluido che si sta scaricando oppure non può
  • Vincenzo Ma Anche No Io ho parlato di grandi masse pensando all’atmosfera, gli effetti di coriolis si osservano nella formazione dei cicloni e anticicloni
  • Vincenzo Ma Anche No Massimo Di Natale più che altro la questione non è che si sovrappongono ma che l’effetto di Coriolis può essere diversi ordini di grandezza inferiore all’effetto di piccoli difetti geometrici o delle condizioni fisiche iniziali.
    In questo senso l’esperimento fatto nel lavandino di casa è una bufala.
  • Massimo Di Natale Coriolis si manifesta su grandi scale oppure se le velocità sono grandi, o ancora se esistono fenomeni rigenerativi. sui piccoli difetti non sono d’accordo, io credo che un moto rotatorio non possa essere indotto da “piccoli difetti” ma solo da un sistema che privilegia sistematicamente un particolare verso di rotazione
  • Vincenzo Ma Anche No ad esempio io ho provato a fare l’esperimento sia con il lavandino che con la vasca: nel lavandino generalmente non si formano vortici, l’acqua scende pulita (come leggenda vuole scenda all’equatore). Nella vasca invece il senso è principalmente orario ….
  • Massimo Di Natale io invece rilevo vortici sempre orari, come scritto sopra, tranne per acque dure, sporche o melmose che invece non creano vortici.
  • Vincenzo Ma Anche No Massimo Di Natale i piccoli difetti sono il sistema che privilegia un particolare verso di rotazione. Facciamoci a capire: se il buco non è al centro e io ho un capello (o un residuo di polvere) che impedisce lievemente l’afflusso di liquido da una parte è abbastanza ragionevole che il sistema privilegi un verso di rotazione rispetto all’altro.
  • Fulvio Turvani La terra gira attorno al sole perché come insegna Einstein, la massa del sole curva lo spazio costringendo la terra a seguire questa curvatura (come percorresse una curva parabolica) .
    Non si ferma perché per le leggi del moto un corpo in movimento mantiene il suo stato fino a quando una forza esterna non lo perturba.
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Massimo Di Natale proviamo a falsificare la mia allora: crea un esperimento in cui l’acqua gira in senso antiorario e poi ce lo fai vedere.
  • Alfonso Bità ahahah, occorre vedere anche che tipo di scarico ha
  • Vincenzo Ma Anche No Massimo Di Natale se io accompagno con il dito il senso di rotazione alla fine l’acqua gira nel senso che voglio (già provato)
  • Massimo Di Natale mettilo su youtube, non c credo
  • Vincenzo Ma Anche No Dai stai dicendo veramente?
    E’ da quando è uscita fuori la storia di Coriolis che ho provato l’esperimento. Invece di caricare video posso proporti di eseguirlo a casa: riempi una vasca (no necessariamente fino al bordo) e poi comincia a girare il dito nel senso che vuoi intorno allo scarico …
  • Massimo Di Natale provato una marea di volte, ottengo ovviamente delle correnti casuali che sono dissipate quasi immediatamente e non producono effetti che si mantengono
  • Vincenzo Ma Anche No Certo in questo caso l’influenza è ovvia ed evidente, ma è estendibile a piccole configurazioni e difetti intrinseci. Certo quelli sono difficili da riprodurre …
  • Fulvio Turvani Se invece intendi la rotazione sull’asse è invece ereditato dalla rotazione della nuvola di materia che ha creato il pianeta. Questa ruotava intorno al sole per lo stesso motivo di distorsione dello spazio per cui ci ruota la terra. Attraendosi per gravità i detriti hanno ridotto il raggio e quindi aumentato la velocità di rotazione. Questo moto però non si conserva ma rallenta progressivamente a causa delle forze di marea.
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Vincenzo Ma Anche No Se ottieni correnti casuali allarga il cerchio intorno allo scarico.
  • Vincenzo Ma Anche No Ovvio che se termini la rotazione gli effetti non si mantengono.
  • Fulvio Turvani Cornioli a non funziona su scala lavandino. Non vi è sufficiente distanza tra i diversi punti per avere differenze sufficienti di velocità. Inclinazione del lavello, posizione dello scarico, la sua configurazione, sono prevalenti.
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 1
  • Alfonso Bità caro Fulvio Turvani, entri ed esci dalla risoluzione del dilemma, ma mancano i mezzi per dimostrarlo
  • Massimo Di Natale no era quando andavo alle medie, un cretino voleva riuscire a invertire il senso di rotazione perché l’aveva visto in un cartone animato o qualcosa del genere… e io che cercavo di aiutarlo
  • Massimo Di Natale Ovvio che se termini la rotazione gli effetti non si mantengono —vabbè grazie al cazzo…
  • Fulvio Turvani Alfonso ho messo le mie basi.  quale parte vuoi cominciare a dimostrare e vuoi una sperimentazione reale o ti basta che citiamo le leggi fisiche già accettate?
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Vincenzo Ma Anche No Massimo Di Natale non so che dirti … io l’ho provato non mi pare nemmeno nulla di “osceno” … se condizioni pesantemente l’afflusso dell’acqua ottiene una rotazione preferenziale. Che si mantiene fintanto che condizioni l’afflusso dell’acqua.
    Vediamo se trovo qualcosa sui versi di rotazione negli scarichi delle dighe … se per qualche motivo gli ingegneri hanno voluto imporre una rotazione prefereziale sfruttando fattori geometrici o attraverso ua particolare configurazione della diga …
  • Alfonso Bità basta citare le leggi di fisica già accettate
  • Fulvio Turvani Perché gira? Perché tutta la materia è animata di un moto che ha avuto origine dal big bang. Perché la materia non si è distribuita uniforme te ma in ammassi irregolari che hanno provocato “pieghe” locali dello spazio tempo e i vari ammassi hanno cominciato a ruotare cadendo in queste deformazioni del tessuto spazio-tempo così come una pallina gira cadendo in una ciotola.
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Fulvio Turvani Aggregandosi per gravità questi ammassi hanno generato i corpi celesti che hanno mantenuto il senso originale della rotazione accellerandola a causa della legge di conservazione del momento angolare.
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Alfonso Bità Perché gira? Perché tutta la materia è animata di un moto che ha avuto origine dal big bang. NON è SCIENTIFICAMENTE PROVATO
    Perché la materia non si è distribuita uniforme te ma in ammassi irregolari che hanno provocato “pieghe” locali dello spazio tempo e i vari ammassi hanno cominciato a ruotare cadendo in queste deformazioni del tessuto spazio-tempo così come una pallina gira cadendo in una ciotola.
    NESSUNA CONFERMA SCIENTIFICA RICEVUTA IN TAL SENSO
  • Massimo Di Natale è ovvio che se metti un mulinello che gira nel verso che vuoi te allora l’acqua gira in quel verso, ma io non sto certo dicendo che le forze inerziali sono talmente potenti da distruggere qualsiasi tentativo di contrastarle, solo che in assenza di perturbazioni sistemiche producono effetti osservabili; e a sostegno di ciò, volevo farti osservare che sostenere un moto rotatorio in un sistema inerziale richiede dei vincoli sagomati ad hoc oppure una coppia esterna stazionaria (un motore, un mulinello o cose del genere)
    4 ore fa · Mi piace · 1
  • Fulvio Turvani Avevi detto che accettavi le leggi riconosciute. No, non è vero che non è scientificamente provato. Il modello scientifico del big bang è verificato dalle osservazioni e permette di fare predizioni puntuali. Questo ne fa appunto un modello scientifico.
  • Fulvio Turvani Al momento è ancora il modello maggiormente riconosciuto e condiviso anche se vi sono altri modelli che però risolvono singoli aspetti ma non rendono la stessa generalità. Se per dimostrato scientificamente vuoi una visione diretta dell’evento temo sia impossibile. Ma, ribadisco, il big bang rientra nei modelli scientifici.
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Vincenzo Ma Anche No Massimo Di Natale, grazie che in assenza di perturbazioni sistemiche producono effetti osservabili.
    Il problema è che le perturbazioni sistemiche sono anche quelle geometriche, imperfezioni costruttive, ecc…
    I vincoli sagomati ad hoc sono anche quelli relativi alla confromazione geoemtrica della vasca, la posizione dello scarico ecc… anche quelli producono coppie …
    4 ore fa · Mi piace · 1
  • Alfonso Bità IL BIG BEN, è un momento indeterminabile, stabilito in accordo con la scienza attuale, ma non è dimostrabile, e su questo inizio anch’io mi sono adeguato, tutto il resto sono ipotesi
  • Alfonso Bità grazie della tua illuminazione
  • Fulvio Turvani Il big ben è semmai un famoso monumento .
    La scienza si limita a fornire modelli che permettono di descrive e predire i fenomeni. È il big bang è un modello da quel punto di vista scientifico.
    Con quella premessa tutte le leggi della fisica diventano indimostrabili.Quindi a questo punto la domanda è spontanea. A che gioco giochiamo? Cosa vorresti davvero dimostrare con le tue domande? (Di cui almeno una si basa su un assunto sbagliato).
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Alfonso Bità l’importante è riuscire a screditare ciò che non si comprende, fa sentire la persona più importante, ma rimane nel proprio ego ancor più piccolo
  • Damiano Capobianco https://www.youtube.com/watch?v=D9VcgA70_Ng

    www.youtube.com

    che tega…ma allora è vero, sotto l’equatore l’acqua gira in senso opposto..che senso!!! non resta che provare a cavallo dell’equatore..eheheh!!!
  • Fulvio Turvani Io voglio capire. Cosa vuoi dimostrare in realtà con la tua domanda?
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 1
  • Damiano Capobianco sarà un fake?
  • Alfonso Bità Come ho già detto, la mia è una verifica che sto divulgando in molti siti, per ottenere una qualche risposta, per non trovarmi domani, ad aver scoperto l’acqua nel bicchiere, dopo che altri l’hanno già versata infatti ci sto mettendo del mio denaro e della mia faccia
  • Fulvio Turvani Ma tu rifiuti di definire scientifico quello che la scienza ritiene tale. Quindi mi viene il sospetto che tu voglia rigettare le basi per poter così avvalorare una qualche tua teoria che, probabilmente, non potrà essere maggiormente dimostrata.Il modello del big bang è stato confermato anche dalle osservazioni successive, permette di predire cosa avverrà.Tu quale proponi?

    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 1
  • Damiano Capobianco oddio che è confermato ho i miei dubbi, nel senso che non si sa se fu un unico grande bang o vari, o non si sa nemmeno se l’universo oscilli tra contrazioni e espansioni quindi il big bang è solo uno stato di passaggio come in un pendolo
    4 ore fa · Mi piace · 1
  • Alfonso Bità dimostrare nulla, perchè si trova tutto sotto i nostri occhi, occorre saper vedere, e non solo guardare. Credi che sia stupido rispondere ad una domanda o due, sui perchè ?? la nostra evoluzione è dovuta alle risposte date, non rimanendo impotenti, rimanendo nel mistero
  • Fulvio Turvani Damiano infatti io non dico che è confermato ma che il modello proposto attualmente risponde alle osservazioni. Tutti i modelli scientifici sono via via perfezionati.
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 1
  • Damiano Capobianco comunque diciamo che in ogni galassia c’è un buco nero probabilmente, e che si trova al centro e funge da buco del lavandino
  • Fulvio Turvani Alfonso a me non piacciono i giochini con le parole. Vieni allo scoperto. Cosa vuoi dimostrare?
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Damiano Capobianco nel 2001 la nasa mappò l’effetto doppler in tutto l’universo osservabile, molti interpretarono i dati come dico io, altri come la classica teoria del big bang
    4 ore fa · Mi piace · 1
  • Alfonso Bità l’ho già detto prima, tu vedi ma non guardi, voglio essere sicuro che nessuno lo abbia scoperto, non si tratta di filosofia, ma pura applicazione scientifica
  • Damiano Capobianco te lo hanno spiegato su il perchè
  • Fulvio Turvani Ci sono varie teorie, dagli universi brama all’universo arcobaleno. Ognuna descrive una parte del problema meglio di altre, ma lascia più dubbi su un altra parte.
    Siccome si parla di materia e del suo moto, al momento il modello che risponde meglio è quello del big bang (che poi può originare da un universo brama, da un oscillazione quantistica o per mano di Dio. Ma questo è secondario per rispondere alle tre domande poste).
  • Fulvio Turvani Poi non ho pretese di verità. Non sono un astrofisico. Ma se si accetta che vi è stato un momento iniziale di espansione dell’universo, le spiegazioni seguenti hanno un loro filone logico.
    Se si vuole invece sostenere una teoria alternativa, invece di fare domande per rifiutare ad oltranza le risposte, si mette le carte sul tavolo.
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace
  • Alfonso Bità le teorie campate in aria non comprovate scientificamente, non mi interessano, e comunque anche io parto dal big bang, lo trovo ovvio
  • Damiano Capobianco ci basta newton e qualche legge fisica classica per spiegare quello che cerchi di dirci ti basta questohttp://it.wikipedia.org/wiki/Prima_velocit%C3%A0_cosmica

    it.wikipedia.org

    La prima velocità cosmica è quella velocità che un corpo deve possedere per entr…Visualizza altro
    4 ore fa · Mi piace · 1
  • Damiano Capobianco non sono teorie campate in aria, poi se stephen hawking ti sembra campato in aria allora hai ragione te
    4 ore fa · Modificato · Mi piace · 1
  • Alfonso Bità per me non è sufficiente, non parlo di velocità, e non do per scontato la gravità terrestre, esiste un perchè….
  • Damiano Capobianco partendo dal presupposto di grande caos primordiale del sistema solare varie collisioni hanno fatto si di ottenere oggetti con massa sempre più grande, pianeti primordiali, comete, asteroidi e altro rispondendo a queste leggi hanno fatto si che i pianeti diventassero quello che sono oggi
    4 ore fa · Modificato · Mi piace · 1
  • Fulvio Turvani E allora se parti dal big bang perché mi hai contestato l’affermazione che ho fatto?
    La rotazione terrestre deriva dal moto originale generato dal big bang. Moto che nel momento in cui gli ammassi di materia hanno fatto sentire il loro influsso gravitazionale è diventato anche rotatorio.
    Non è vero che la rotazione terrestre non si arresta mai perché gli effetti di marea lo stanno piano piano rallentando (mi pare circa un secondo al millennio in questo periodo geologico).
    Gira in senso antiorario (dipende da dove lo guardi  perché ha ereditato il senso di rotazione dall’ammasso di materia che ha generato il sistema solare.
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 1
  • Fulvio Turvani Se non dai per scontate le basi, come la gravità, allora tutto è possibile.
    4 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 1
  • Damiano Capobianco senti Alfonso Bità questo è quello che la scienza sa oggi se tu sei il portatore di una scienza nuova illuminaci discutiamone forse hai ragione te
    4 ore fa · Mi piace · 1
  • Damiano Capobianco guarda se ricacci l’etere e la teoria dei vortici lascia perdere ne abbiamo già parlato con altri in altri post non esiste
    4 ore fa · Mi piace · 1
  • Alfonso Bità lo farò meglio ufficialmente, credo che sia la cosa migliore, il mio era un tentativo pagato di tasca mia, nel constatare che a tale deduzione, ancora noi umani non ci eravamo arrivati, tutto qui, ho una mente molto ignorante ed ogni tanto mi scappa qualche genialità, ………… se nessuno mi risponde, bene …. mi tengo i miei soldini
  • Vincenzo Zamboni GUarda che se il 14enne non capisce sono affari suoi, mica nostri.
    Continui pure a non capire, se gli va bene non capire, è cosa che riguarda lui solo, la SUA comprensione.
    3 ore fa · Mi piace · 2
  • Vincenzo Zamboni Precisazione fornita unicamente perchè a questo mondo c’è gente (provare per credere) che ti farebbe consumare la vita intera a furia di “perchè” concatenati.
    “Perchè x?”
    “A casua di y”
    “Ma perchè y?”
    “A casua di z”
    “Ma perchè z?”.
    Si finisce in una regressio ad infinitum.
    Aveva già capito Aristotele che “a un certo punto è bene fermarsi”.
    3 ore fa · Mi piace · 2
  • Alfonso Bità se è stata data la risposta richiesta, scusatemi non l’ho vista, vi prego di menzionarla
  • Fulvio Turvani Sinceramente non è che pensassi di intascare 200 euro. Prevale la curiosità di dove vuole andare a parare la gente.
    Non mi piace questo modo di porre domande per poi decide le regole con cui si accetta le risposte.
    Aspettiamo di vedere il tuo genio pubblicato su “Nature”.
    3 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 1
  • Fulvio Turvani Le risposte ti sono state date ma le rifiuti. Adesso aspettiamo che vieni tu allo scoperto e ci fornisci la tua.
    3 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 1
  • Vincenzo Zamboni Per esempio, puoi considerare quanto segue.
    I valori possibili di momento angolare di rotazione sono infiniti, “zero” è solo UNO di questi.
    E’ per conseguenza molto più probabile un valore non nullo (quindi: rotazione) che uno nullo (assenza di rotazione).
    Questa è una analisi statistica (non l’unica possibile).
  • Alfonso Bità ognuno di noi nasce con una genialità, sta a noi scoprirlo
    3 ore fa · Mi piace · 1
  • Alfonso Bità non rientra in una analisi statistica
  • Fulvio Turvani O attribuirsela arbitrariamente
    3 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 1
  • Vincenzo Zamboni Bene, cambiamo prospettiva.
    E’ come chiedere “perchè le cose sono come sono?”.
    Il fatto è che sono come sono, poichè non possono essere come non sono, non essendolo.
    Le scienze naturali partono da dati fattuali reali, e da questi deducono “leggi”, “regole” e “principi”.
    Anzitutto bisaogna adattarsi ai fatti: che sono ciò che sono.
    3 ore fa · Mi piace · 2
  • Alfonso Bità ahahaha, idem con patate
  • Alfonso Bità Spero che non salti fuori “il balordo” che mi da le risposte richieste quando la posta arriverà a 1000 euro, mi farà un gran male ahahahahaha.
  • Fulvio Turvani Faresti prima a dirci la tua teoria. Le risposte le hai avute e credo che a nessuno interessassero i 200 euro. Solo che tu le rifiuti. Farai così sempre, quindi inutile continuare il giochino. Scrivi un articolo e mandalo a le scienze o a nature.
    3 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 2
  • Alfonso Bità si Fabrizio Kasto, qui almeno non si sparano cazzate, ma sono molto più vicini alle deduzione da me tratte, grazie, le userò quali sperimentazioni già realizzate
  • Fabrizio Kasto mezza pizza me la sono guadagnata allora ??
    2 ore fa · Mi piace · 1
  • Vincenzo Ma Anche No … todeschini ?? -.-”
    2 ore fa · Mi piace · 2
  • Mario Rossi …solo le balle che che fanno girare il mondo, ..almeno è questo che ho imparato io.
    2 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 1
  • Massimo Maci Poichè ho bisogno di soldi darà la risposta : La Terra continua a girare perchè la materia della quale è composta è sempre calda rispetto al volume di spazio che occupa ; e quindi, in base al secondo principio di termodinamica, non può far altro che colorarsi di azzurro
  • Massimo Maci p.s. solo 200 euro !? avevo letto 200000
  • Vincenzo Ma Anche No Fate leggere Todeschini a Dino … sono concettualmente molto simili … Considerando che entrambe le visioni non vedono fenomeni gravitazionali per masse non rotanti …
    Queste congetture oltre ad esserre imbarazzanti sono falsificate dai fatti.
  • Alfonso Bità Massimo Maci, a quale domanda hai risposto ??? ahaha se sei di Barcellona pozzo di gotto, ti offro volentieri una pizza, ciao
  • Fabrizio Kasto Vincenzo Ma Anche No fammi un esempio di massa “non rotante ” nell’universo.
  • Massimo Maci Alfonso Bità, ho risposto alla tua domanda ! Grazie per la pizza , ma ne mangio mezza tutte le sere . Io voglio i soldi !
  • Alfonso Bità Todeschini da un milione di informazioni dando per scontato la forza gravitazionale, sembra che vada a centrarla ma poi scivola su altra sintesi
  • Alfonso Bità a quali delle tre hai risposto ???
  • Massimo Maci Nulla è immobile nell’universo da sempre
  • Vincenzo Zamboni E’ impossibile che le cose stiano immobili: dovrebbero aver raggiunto tutte il minimo di energia potenziale.
  • Massimo Maci alle prime due , ovviamente , Alfonso Bità
  • Massimo Maci Vincenzo Zamboni, quindi ho detto bene ?
  • Alfonso Bità sono tutte due sbagliate alla grande
  • Vincenzo Ma Anche No ” Vincenzo Ma Anche No fammi un esempio di massa “non rotante ” nell’universo.”
    La mia penna
  • Fabrizio Kasto Vincenzo Zamboni ma il tuo omonimo sopra afferma che todeschini esclude gravita’ per masse non rotanti…un’ eresia secondo lui .
  • Massimo Maci seee , buona notte . Caccia i 200 euro , almeno . La pizza te la offro io
  • Fabrizio Kasto Vincenzo Ma Anche No anche la tua penna ha uno spin.
  • Vincenzo Ma Anche No E quale sarebbe lo spin della mia penna?
  • Alfonso Bità se l’omonimo sono io, la gravità la enuncia ma non la spiega, gira e rigira, se non si spiega la gravità, non si possono dare delle risposte alle mie domande
  • Fabrizio Kasto lo spin delle particelle di cui e’ composta.
  • Vincenzo Ma Anche No … allora sono le particelle ad avere spin (o momento angolare) non certamente la penna.
  • Fabrizio Kasto ma anche la tua penna avra’ attrazione grav a causa dello spin delle particelle di cui e’ composta.
  • Vincenzo Ma Anche No Comunque secondo la teoria del todeschini (e secondo il Dino) se una roba non ruota non dovrebbe avere gravità … bhe questo è in prima sintesi contrario alle teorie scientifiche che conosciamo (già questo basterebbe), in secondo luogo non tiene conto del fatto che ci corpi massivi non rotanti fanno risentire i propri effetti gravitazionali.
  • Vincenzo Ma Anche No Fabrizio Kasto la penna ha una sua “attrazione gravitazionale” grazie alla massa se restiamo a newton altrimenti possiamo estendere tale concetto, ma la storia del “la gravità esiste perchè la roba gira” fa ridere i polli.
  • Fabrizio Kasto todeschini afferma che il tutto anche la materia barionica e’ in realta’ spazio fluido in rotazione.Dell’atomo sappiamo ben poco ,non lo abbiamo neanche osservato direttamente ,sappiamo che e’ in gran parte spazio vuoto.
  • Vincenzo Ma Anche No Hai detto bene Todeschini “afferma” ma a queste affermazioni non fa seguire ne prove sperimentali ne esperimenti probatori … e cosa più grave tutte queste affermazioni sono in contrasto con le teorie attuali (che invece sono provate da esperimenti).
  • Fabrizio Kasto anche le teorie attuali sono comunque sul vago e in attesa di essere convalidate…vedi il gravitone…biricchino si nasconde bene.
  • Massimo Maci il gravitone non potrà mai essere trovato poichè è il vuoto assoluto a generare l’ effetto gravitazionale nei corpi .
  • Vincenzo Ma Anche No … infatti il gravitone non è incluso nel modello standard …
  • Fabrizio Kasto il modello standard non e’ considerato una teoria completa.
    2 ore fa · Mi piace · 1
  • Alessandro Grossi Alfonso Bità sei un quaquaraqua… il motivo é quello. Gravitazione ed inerzia.
  • Vincenzo Ma Anche No I vari lavori teorici vengono scritti o in accordo con le leggi che si conoscono e che sono validate da esperimenti (cercando di generalizzarle attraverso strutture che le collocano come casi particolari) oppure in disaccordo con tali leggi mostrando un esperimento probatorio capace di evidenziare che il modello proprosto funzione e quello delle leggi conosciute fallisce.Non esiste invece che io inventi una teoria in disaccordo con i dati teorici precedenti e senza alcun esperimento probatorio … che cavolo di roba è?Allora io ti dico: la gravità viene generata da una proprietà chiamata puffappero, più c’è pufffapperò dentro alla materia più l’attrazione gravitazionale è maggiore …. così facendo ho costruito la mia bella teoria senza spiegare e dimostrare che il puffappero esiste …

  • Alessandro Grossi Punto. Non ci sono altre discussioni. Se hai una vera ipotesi alternativa esponila in maniera convincente. Altrimenti vai a guardarti le minchiate su focus con gli extraterrestri.
  • Alfonso Bità ahahah, perdonami Alessandro Grossi, non sono cafone come te, non mi permetto di offendere nessuno, ma ci tengo a precisare, che non parlo di teorie o altre fantasie del genere, ma la mia logica è supportata dalle leggi fisiche vigenti. Cert è che se si rimane nel conscio, ci si dibatte dentro questo recipiente, impazzendo nel trovare una via di uscita, ….. si deve tenere conto di ciò che si conosce per spiccare il volo oltre il recipiente in cui si staziona. Comunque ora vado, ho molte altre cose da fare, oltre al quello di andare a fare in c….., così come molti in questa discussione, vogliono
  • Alessandro Grossi Ma spiegala. O hai paura a farlo?
  • Damiano Capobianco vi prego basta con todeschini spara solo cagate
  • Damiano Capobianco todeschini sta alla fisica come un pinguino al polo
  • Damiano Capobianco la numero 66 è completamente il contrario non esiste alcun fluido che permane lo spazio “etere” ed è stato dimostrato nel 1888http://it.wikipedia.org/wiki/Esperimento_di_Michelson-Morley

    it.wikipedia.org

    L’esperimento di Michelson-Morley è uno dei più famosi ed importanti esperimenti…Visualizza altro
  • Damiano Capobianco direi che tocca a me il bonifico da 200 euro visto che ho risolto il problema
  • Lino Grillo Verde Grazie a tutti coloro che hanno partecipato alla discussione. Espongo il mio punto di vista su ciò che chiede Alfonso Bità. Egli dice:
    1) perché la terra gira?
    2) perché non si ferma mai?
    3) perché gira in senso antiorario?Ora alcune precisazioni: Ha usato la tecnica di Bertoldo quando .. Bertoldo chiede allora un’ultima grazia: poter scegliere la pianta dove venire impiccato.. Quindi l’albero non si trovava MAI. http://it.wikipedia.org/…/Bertoldo,_Bertoldino_e…
    Quindi l’impianto dialettico è già malformato in incipit, poiché i contendenti non partono in modo simmetrico: Tutti possono esporre teorie, ma chi deve dare il premio non le accetta MAI, e non espone la sua idea.
    Aggiungo: la scienza non spiega i perché ma i per come.
    La scienza usa tale tecnica epistemologica a causa del fatto che si esprime su ciò che è sperimentabile in modo ripetibile.
    E’ pur vero che se c’è stato un solo big bang questo non è ripetibile, ma si può proporre un modello che sia in grado di fare ipotesi su fatti fenomenologici.
    Quali sono -oggi- i fatti fenomenologici osservabili in modo scientifico?
    Che -contrariamente a ciò che si pensava fino a non molto tempo fa- un corpo è nel suo stato di quiete non quando è fermo ma quando è in movimento. Agli umani sembra che lo stato di quiete sia quello di immobilità di un sasso al suolo terrestre perché non osservano né il pianeta che si muove nello spazio rispetto ad altri corpi celesti, né un cacciavite che galleggi fuori una stazione orbitale e si muova di moto rettilineo uniforme a velocità costante se nessuna forza agisce sul corpo in esame. Quindi il sasso -in realtà- non è immobile al suolo, ma si muove in moto solidale con il pianeta!
    Si osservano molti “per come” nel cosmos: ad esempio che i corpi esprimono una forza reciproca detta gravitazionale e quindi tali forze perturbano i moti di ciascun corpo che non sia dentro un campo di forze, ecco perché si formano dei sistemi in strutture gravitazionali come il sistema solare che a sua volta -nel suo complesso- non è immobile, ma se fosse chiuso in una scatola (ideale) traslerebbe nello spazio rispetto agli altri sistemi stellari.
    E’ quindi erroneo anche dire che il sole è fisso e siano i pianeti a girare intorno al sole, perché il sole a sua volta non è fisso nello spazio ma tutte le galassie tendono ad un moto espansivo che le allontana le une dalle altre.
    Infine -come sapranno coloro che hanno studiato il tema- la dinamica che attualmente è misurata nel cosmos non ha un sistema matematico e fisico che la spieghi in riferimento al fatto che il big bang non è una esplosione ordinaria che si supporrebbe -se fosse ordinaria- dovrebbe rallentare man mano che si espande, mentre si osserva che accelera. A questa e altre osservazioni si argomenta che potrebbe esservi della materia ed energia non rilevata che si usa chiamare oscura che si incaricherebbe di spiegare tali dinamiche. A mio modo di vedere il modello siffatto ha dei gravi problemi di coerenza matematica e scientifica proprio a causa della teoria della misura, almeno finché non sarà stato possibile eseguire misure sulla collocazione e la entità di questa eventuale materia ed energia oscura, mentre a mio avviso è più facile che agiscano dei fenomeni dovuti ad un fattore di scala. Ossia come le forze che agiscono su scala sub atomica sono diverse da quelle su scala naturale alla vita umana (come la gravità), così ci sarà di attendersi che ci siano delle forze su scala galattica che non troviamo in altri fattori di scala come quella ordinaria proprio a causa della eziodinamica dovuta alla esistenza degli enti ed eventi che si estrinsecano in una data fenomenologia che la teoria della misura osserva. Rinunciate quindi a competere con Bertoldo e partite dall’abc della scienza, poiché se Bertoldo chiede un perché anziché un per come non è in grado di apprezzare le vostre risposte su basi scientifiche. cvd.

    it.wikipedia.org

    In un violento e rozzo alto medioevo, alla corte di Alboino giunge il villano Bertoldo, entrato nelle grazie del re con un’astuzia che ha molto divertito il sovrano. Invitato a pranzo, Bertoldo viene messo alla prova dai commensali e dimostra di avere una risposta per ogni quesito. Alboino però gli…
    fonte:
    https://www.facebook.com/groups/48615882845/permalink/10152558655672846/?
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in FILOSOFIA, SCIENZA. Contrassegna il permalink.

19 risposte a Alfonso Bità: perché la terra gira? [come nasce una teoria scientifica]

  1. Alfonso Bità ha detto:

    Devo ammettere, che a parte Il Berdoldo poco gradito, hai espresso un bel raggionamento. Effettivamente ho fatto una domanda di riflesso, non diretta, quella diretta sarebbe stata, qual’è la natura della gravità terrestre, e sicuramente a questa domanda nessuno avrebbe risposto. Allora ho voluto stimolare, la ricerca verso qualcosa e l’insieme dei fenomeni soggetti alla gravità, affinchè si ritrovasse un punto comune, da dover poi dedurre cosa sia o meglio la natura della gravità terrestre. Ma ho dovuto constatare, che la ricerca non viene posta sui riflessi degli eventi, ma da una forsennata ricerca su ciò che altri hanno risposto o ricercato su Internet. Comunque le domande sono sempre valide ed efficaci per una risposta sulla gravità terrestre.

  2. René Descartes ha detto:

    Caro Alfonso Bità,
    la tua legittima domanda mette a nudo tutte le condraddizioni della scienza moderna da Einstein in poi, ed in particolare dall’esperimento di Michelson in poi.
    Tuttavia a partire dal 1949 che si può rispondere con parole semplici ai giovani alle tue argute sagaci domande.
    Se veramente ti interessa rispondere a tali semplicissime domande – con un “perché” e con un “come”, non hai che da scorrere le prime centinaia di pagine della “Teoria delle Apparenze” (in totale ca. 1000 pag.) dell’Ing. Marco Todeschini, anche saltando in un primo momento le dimostrazioni fisico-matematiche, peraltro comprensibili in generale a qualsiasi studente del quinto anno di corso delle scuole superiori.
    La verità, a quanto pare, te la devi meritare. La pseudoscienza accademica dogmatica contemporanea invece, val bene per le masse di conformisti ebbri di falsi miti fin dall’infanzia, ottimi da pilotare a proprio piacimento con dozzinali luoghi comuni dispensati dai massmedia e in genere da tutti i loro servizievoli schiavi senza catene.

    COGITO ERGO SUM

    René Descartes

  3. René Descartes ha detto:

    POST SCRIPTUM: “LA Teoria delle Apparenze” supera e demolisce per sempre le 4 obiezioni di Newton alla Teoria dei Vortici di Cartesio, e reinterpreta il risultato del famoso esperimento di Michelson, poiché tale esperimento in realtà dimostra l’esistenza di un etere dinamico (spazio-pieno) erroneamente supposto immobile ; vedi anche “Esperimenti decisivi per la fisica moderna”, e pure “Einstein o Todeschini? Qual’è la chiave dell’universo?” sempre dell’Ing. Marco Todeschini. La domanda è quindi: spazio-vuoto o spazio-pieno?
    Ecco dove ci ha portato l’assunto dello SPAZIO-VUOTO: A NON POTER DARE UNA RISPOSTA AI GIOVANI SU UNA QUESTIONE DI FLUIDODINAMICA, QUASI ELEMENTARE.

    Cordialmente,
    R. D.

  4. René Descartes ha detto:

    PP.SS.:
    La Teoria delle Apparenze del Todeschini spiega anche perché pure Cartesio e i suoi seguaci, in parte, si sbagliavano (la Teoria dei Vortici era incompleta) specialmente riguardo la Terza Legge di Keplero e appunto riguardo le orbite affatto circolari dei pianeti rotorivoluenti intorno al Sole.

    Caro Alfonso Bità, se ti sforzerai un pochino di apprendere e fartene criticamente un’idea personale – USANDO IL SEMPLICE STRUMENTO A TUA DISPOSIZIONE DELLA RAGIONE SCEVRA DA PREGIUDIZI E RIFUGGENTE LE MENZOGNE PRECONFEZIONATE DI COMODO – , potrai Tu stesso spiegare ai Giovani IL PERCHE’ E PURE IL COME della realtà fisica e non solo.

    I materialisti parolai non soggiogheranno mai l’Universo: l’unico vero banco di prova della scienza.
    Dio sia con Te.
    R.D.

    • Alfonso Bità ha detto:

      Grazie del tuo incoraggiamento, ma la mia difficoltà nell’esporre la mia deduzione, è dovuta ad una forma di dislessica del mio cervello, che va avanti nel ragionamento, dando tutte le risposte da me richieste, ma una volta valutate resta fermo il concetto ma ne dimentica ogni precedente formulazione compreso il nome dello scienziato di riferimento. Comunque farò un’abbozzo, quel che viene viene, saranno i nuovi matematici e fisici con una mente mnemorica più salda, ad esporre in maniera più chiara, tutta la mia teoria.

  5. Sir Isaac Newton ha detto:

    Caro Alfonso Bità,
    dato che hai un’apertura mentale fuori dal comune, avendo pubblicato le missive del francese fu René Decartes, notevolissima specialmente di questi tempi, caratterizzati dalla superficialità e dal conformismo elevati all’ennesima potenza, per giunta culturamente saccentemente ammantati dall’ipocrisia di chi ciancia di tolleranza, democrazia, et similia, ma all’atto pratico si rifugge da essi, cercherò di dare una risposta alle tue semplici domande partendo appunto da un presupposto basilare opposto a quello comunemente accettato aprioristicamente.

    Caro Alfonso Bità,
    dato che vedo che hai un’apertura mentale fuori dal comune, specialmente di questi tempi, caratterizzati dalal superficialità e dal conformismo elevati all’enensima potenza, per giunta ammantati dall’ipocrisia di chi ciancia di tolleranza, democrazia, et similia, ma all’atto pratico rifugge da essi, cercherò di dare una risposta alle tue semplici domande partendo appunto da un presupposto basilare opposto a quello comunemente accettato aprioristicamente.

    <>

    Secondo la Teoria delle Apparenze, ed in particolare secondo la Spaziodinamica, l’Universo non è un vuoto assoluto, uno spazio vuoto costellato da materia, bensì ha estensione infinita ed è infinitamente pieno.
    Ciò che noi chiamiamo vuoto a causa dei nostri limitati sensi non è affatto vuoto, ma un continuo costituito da “spazio fluidodinamico pomnderale incompressibile”, un tempo chiamato “etere”, ma erroneamente supposto immobile.
    Questa sostanza è un fluido, con una densità esilissima ma finita, ed è incompressibile, cioè perfettamnte elastica (in breve, al cessare tarsmette come “una gelatina” qualsiasi perturbazione che la attraversi, qualsisi urto viene restituito alle rimanenti parti secondo il principio newtoniano di AZIONE E REAZIONE).
    Come già detto il famoso esperimento di Michelson, come ha dimostrato più di mezzo secolo fa il Todeschini, non è quella solidissima pietra miliare e dogmatica verità della fisica moderna acquisita una volta per tutte, come ritengono gli einsteiniani sostenitori dello “spazio-vuoto”, poiché si presta ad un’altra interpretazione:
    che il cosiddetto etere non è affatto immobile, ma in movimento, trascinando con sè il sistema locale della strumentazione utilizzata nell’esperimento di Michelson, per cui non è possibile rilevare alcun moto relativo tra l’invisibile etere e lo stesso sistema locale della strumentazione uitlizzata per l’esperimento (in realtà si tratta del ritardo che non c’è tra i due tempi di “risposta” dei due fasci di luce).
    Per la dimostrazione dettagliata ed esauriente di questa affermazione, si veda almeno: “Esperimenti decisivi per la fisica moderna” dell’Ing. Marco Todeschini (reperibile anche in francese e in inglese sul sito degli Amici del Circolo di Marco Todeschini).
    Ovvero, prima di dire volgarità, si perda qualche minuto del proprio tempo a leggere cosa dice Todeschini in tale libro, altrimenti si vada a fare il tifo allo stadio, che tanto è equipollente.
    E’ tipico infatti della gente arrogante insultare il prossimo quando non si hanno più argomenti.
    Per altro “arroganza” fa rima con “ignoranza”, metodica, sorpattutto, perché ciò che mi scandalizza è IL METODO VOLGARE, non la parolaccia o lo sproloquio in se stesso.

    COSA DIRE ALLORA AD UN GIOVANE RIGUARDO LE SUDDETTE 3 DOMANDE CAPITALI?

    Volgarizzando la Teoria delle Apparenze del Todeschini, ma volgarizzandola in senso buono,
    cioè riducendola a poche battute, e non farcendo il nostro discorso di male parole, possiamo dare queste risposte.

    <<Lo spazio dell'universo non è affatto "vuoto", bensì "pieno" di una sostanza esilissima e dal comportamento simile a quello dell'acqua.
    L'Universo è infinito e pieno di un fluido esilissimo, il quale pertanto coincide con lo spazio, e che è in costante, eterno movimento: traslatorio, rotatorio, oscillatorio.
    Lo chiamiamo SPAZIO FLUIDO-DINAMICO PONDERALE INCOMPRESSIBILE.
    Nell'Universo fisico non ci sono altro che URTI.
    Ciò che noi chiamiamo MATERIA, altro non è che una porzione sferica, microscopica, di spazio fluidodinamico in rapidissima rotazione intorno ad un asse proprio di rotazione, a velocità (angolari tangenziali istantanee) uguali o superiori a quelle della luce.
    Questi sistemi atomici sono organizzati secondo una struttura DINAMICA che è sempre la stessa.
    Si tratta sempre di porzioni SFERICHE di spazio fluido in rotazione rispetto ad un asse proprio,
    con una STRUTTURA DINAMICA "A CIPOLLA", cioè una serie di sfere concentriche di spazio-fuido rotorivoluenti rispetto ad un centro ed un proprio asse.
    Queste "sfere cave concentriche" hanno uno spessore costante, e ciò deriva dalle proprietà dei fluidi incompressibili, ciascuna di esse ha una determinata velocità rotazionale che è sempre maggiore al centro del VORTICE/CAMPO ROTANTE CENTROMOSSO TODESCHINI,
    e che decresce verso la periferia del campo fino ad esaurirsi.

    Allora, SEMPLIFICHIAMO ULTERIORMENTE:
    <>

    Per chi voglia approfondire SERIAMENTE la Teoria delle Apparenze dell’Ing. Marco Todeschini, si possono ulteriormente calcolare con precisione tutti i moti dei corpi celesti: rotazione intorno al proprio asse, descriverne le orbite, determinarne i tempi di percorrenza, nonché tutta una serie di moti di oscillazione: nutazione, precessione, ecc.

    Sir Isaac Newton

  6. Sir Isaac Newton ha detto:

    POST SCRIPTUM: c’era un limite al numero di parole pubblicabili , riporto la parte mancante.
    Allora, semplifichiamo ulteriormente:
    <<la Terra gira in senso antiorario perché è immersa nell'immenso campo di spazio-fluidodinamico,
    con struttura dinamica "a cipolla", del Sistema Solare.
    Al centro del campo di questo fluido esilissimo penetrante la materia c'è il Sole, alla periferia a varie distanze i singoli Pianeti con
    i loro Satelliti.
    L'URTO INCESSANTE DI QUESTA CORRENTE IMMENSA DI SPAZIO-FLUIDO CONTRO LA MATERIA e le masse di materia
    che sono i corpi celesti (pianeti, satelliti, ecc.) PRODUCE DIVERSI EFFETTI PARTICOLARI:
    induce i pianeti, Terra inclusa, a rotorivoluire intorno ad un proprio asse passante per il proprio baricentro,
    nonché a traslare secondo un determinato percorso che è la sua orbita.
    A seconda che il Pianeta si trovi sopra o sotto il piano equatoriale del campo rotante centromosso di spazio fluidodinamico
    del Sistema Solare, esso ruoterà in senso orario oppure antiorario.
    La Terra, o meglio il sistema Terra-Luna, in linea teorica, a meno di un impatto, un urto, con un altro corpo celeste, non potrà mai cessare di ruotare su se stesso, e singolarmente lo stesso dicasi per la Luna e per la Terra, oltre che orbitare intorno al centro del campo sferico rotante centro-mosso nel quale
    sono immersi (Terra e Luna). Il moto è inestinguibile poiché l'Universo è "spazio-pieno infinito", che non può cedere "energia" all'esterno, ad un sistema esterno, poiché non esiste affatto alcuna entità esterna, non esiste alcun nulla, alcuno spazio-vuoto cui cedere un bel niente!

    Poiché la Legge Fisica è veramente uguale per tutti, questo fenomeno avviene sia alla scala astronomica, che a quella percepibile dai nostri sensi,
    che a quella atomica e subatomica.
    Per far capire ad un giovane la natura del fenomeno, si osservi il seguente filmato con questo esperimento del Dott. Sommariva che riproduce – in parte – il più preciso esperimento del "genegravitro" dell'Ing. Todeschini: http://www.circolotodeschini.com/genegravimetro .
    Ora però si badi bene che i percorsi dei corpi celesti nel campo rotante sferico centromosso del Sistema Solare, non sono affatto dei "cerchi", bensì seguono la legge della "SPIRALE UNIVERSO" o "SPIRALE TODESCHINI".
    Per chi voglia approfondire la Teoria delle Apparenze dell'Ing. Marco Todeschini, si possono ulteriormente calcolare con precisione tutti i moti dei corpi celesti: rotazione intorno al proprio asse, descriverne le orbite, determinarne i tempi di percorrenza, nonché tutta una serie di moti di oscillazione: nutazione, precessione, ecc.

    • Alfonso Bità ha detto:

      La cosa più triste che riscontro attorno a me, è la volontà di voler sopraffare con la propria ignoranza, la volontà altrui. Manca il dialogo costruttivo, pur non conoscendo un determinato argomento, si prevarica nel dialogo, palesando la propria ignoranza nell’argomento; facendo zittire l’interlocutore, con le sue mille domande irrisolte, che fuorviano l’intento di un dialogo costruttivo. Si preferisce demolire, e non costruire.

  7. Alfonso Bità ha detto:

    Sir Isaac Newton, sono felice finalmente di trovare una persona seria ed equilibrata, hai dato molte risposte verosimili, forse solo da me verosimili, data la mia ignoranza, ma molto vicine al mio costrutto mentale. ……. mi sono impegnato a riportare la mia teoria. Ma come ho prima precisato la mia mente dislessica, mi crea della difficoltà nell’esprimermi, ciao a presto, spero

  8. Alfonso Bità ha detto:

    Il 10 Gennaio 2014, ho postato questa immagine, l’ho anche postata sul gruppo di “Fisica quantistica” le domande erano semplici, ed anch’essa richiedeva una risposta semplice. Ma a quanto pare nessuno ha le idee chiare. Le risposte sono:
    1) la terra gira per autoinduzione, poichè il flusso magnetico che la sovrasta va da un polo all’altro, inducendo per la legge Faraday (Neumann – Lenz) la rotazione sul proprio asse.
    2) Non si ferma mai, perchè la terra alimenta il suo flusso magnetico con il suo percorso astrale, attraverso la ionosfera, ricevendo dallo spazio gli elettroni.
    3) Gira in senso antiorario, poiché la terra si presenta nello spazio come un enorme condensatore, dove la gravità terrestre è prodotta dalla elettricità elettrostatica che viene immagazzinata fra la terra e la ionosfera. Per la legge di Lenz ” la corrente indotta ha un verso tale da creare un campo magnetico che si oppone alle variazioni del campo inducente”, si oppone dunque alle variazioni del flusso concatenato, questo sta a significare che, anche la corrente indotta nella sfera chiusa della terra, procederà in senso antiorario.
    La gravità terrestre è dovuta all’energia elettrostatica esistente fra la terra e la ionosfera, cos’ come lo strofinio del righello scolastico attrae tutti i pezzettini di carta, così agisce tale energia tenendoci attratti dalla terra
    Una volta compresi questi concetti, potremo comprendere i fulmini, la densità atmosferica, e tutte innumerevoli domande sull’energia, sui terremoti ecc. ecc. ecc. e dare corpo alle invenzioni di Tesla.
    Spero di essere letto da matematici e fisici che prendano in considerazione, quanto da me affermato, frutto di una conoscenza sul globale e non sullo specifico, dovuta ad una forma di dislessia, che non mi permette di memorizzare, formule complesse o di svilupparne i contenuti.

  9. Pometheus ha detto:

    Aggiungo quanto segue a quanto già detto da DESCARTES e da NEWTON:
    Tutti abbiamo esperienza del Principio di azione e reazione formulato da Newton, rientrante del più generale ampio Principio di causa ed effetto.
    Ci spieghino i sostenitori dello “SPAZIO-VUOTO” come fa un satellite artificiale a muoversi negli spazi siderali ove la materia interplanetaria è rarefatta.
    In altre parole e in sintesi: QUANDO IL NOSTRO SATELLITE ARTIFICIALE BRUCIA IL GAS, ESPELLENDO IL PLASMA INCANDESCENTE DALL’UGELLO, COME FA A SPOSTARSI SE TALE GETTO DI PLASMA SI ESPANDE PRATICAMENTE NEL VUOTO?
    Cosa dà la controspinta al satellite? … Ci vogliono far credere che la controspinta la dià il vuoto dello spazio siderale! Ma come fa qualche rara particella sparsa nello spazio a fornire la reazione che permetterebbe al satellite di muoversi nella direzione opposta?
    Se lo spazio ineterplanetario è (praticamente) vuoto, allora il getto di gas (plasma incandescente) si espande semplicemente nel vuoto, cioè va ad occupare il vuoto, e nessuna reazione potrà mai dare il vuoto alla massa del getto di plasma, né questo ultimo – per il principio di azione e reazione – al corpo del satellite, ecc.
    Ci vogliono anche far credere che la reazione provenga da qualche misera particella di materia che occupa lo spazio-vuoto. La misera massa totale di queste misere particelle è insufficiente a spiegare la controspinta del satellite. Inoltre tale controspinta miserevole (quantitativamente insignificante rispetto alla massa del corpo fisico del satellite artificiale) sarebbe dopo pochi istanti annullata dall’attrito con una successiva massa di particelle miserevoli che il corpo del satellite incontrerebbe nel suo cammino.
    Ergo: la favola del getto di plasma che permette al satellite di muoversi nello spazio siderale, e la controspinta ricevuta dal vuoto, non ce la beviamo.
    Rimane solo uan spiegazione: lo spazio-vuoto non è vuoto, ma è pieno di una sostanza esislissima – lo spazio fluidodinamico ponderale incompressibile -, in incessante movimento (traslatorio, rotatorio, vibratorio) che permea tutto l’universo, infinito. In conclusione, è lo spazio-fluido che offre la controspinta al getto di plasma, e di qui all’ugello, e di qui al satellite, che si muoverà nella direzione opposta. PER VISUALIZZARE TUTTO QUESTO BASTI PENSARE AL GETTO DEI MOTORI AD ACQUA DEGLI SCOOTER A PROPULSIONE IDRODINAMICA: tutto qua, niente di speciale. Invece lo “spazio-vuoto” è veramente la prova che l’umanità ha una capacità straordinaria di perdersi … persino in un bicchiere d’acqua! … potenza della mente umana!
    UN ALTRO MITO E ILLUSIONE DA SFATARE: il satellite arificiale NON si muove di moto rettilineo uniforme dopo un impulso iniziale allo spostamento in una data direzione, ecc.
    Il nostro piccolo satellite artificiale SI MUOVE NELLO SPAZIO DEL SISTEMA SOLARE in direzione di altri pianeti solamente perché è trascinato dalla corrente di tere dinamico del sistema solare: se solo provassimo a lanciarlo in controcorrente, rallenterebbe presto fino ad essere costretto a seguire la corrente del campo di spazio fluidodinamico del sistema solare, o meglio il campo di spazio fluido centromosso del Sole.
    Per chi volessa saperne di più, come introduzione, si consiglia la lettura delle riedizioni elettroiche di alcuni scritti divulgativi dell’Ing. Marco Todeschini: “Revisione delle basi sperimentali e teoretiche della fisica moderna”, “Scienza universale”, ecc.

    Cordiali saluti dallo spazio-pieno infinito ed in eterno movimento:
    PROMETHEUS

  10. Alfonso Bità ha detto:

    DEVO TROVARE IL TEMPO DI LEGGERE LE VOSTRE RISPOSTE
    devo aggiungere questo commento, che forse chiarisce le mie supposizioni-
    ad avvalorare la mia teoria, ossia che la gravità terrestre è dovuta semplicemente alla forza elettrostatica con polarità negativa sulla faccia della terra, dove la polarità opposta si trova dell’eliosfera, il suo comportamento è identica a quella di un condensatore, sono sostenuti dal fatto che se si sale sul monte Everest, noi peseremmo di meno, mentre se andiamo verso il centro della terra, a circa 1600 metri dalla crosta terrestre, ci troveremo anche qui a pesare circa lo 0,8 in meno della superficie terrestre. Quindi è la crosta terrestre che determina la gravità, e se questa non si chiama energia elettrostatica, chiamatela come volete, ma la gravità è dovuta alla polarità della crosta terreste, ci troviamo davanti un grande condensatore, composto dalla crosta terrestre e l’altra faccia si trova a circa 50km ossia formata dell’Eliosfera, che vi piaccia o no, le cose stanno così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...