io me so rotta il c.. Laura Tangherlini a Rainews [Sindrome da burnout]

Può sembrare una notizia minore quella di una conduttrice di rainews che dica “io me so rotta il c..”, ma per noi che ci interessiamo su 6VIOLA di massmediologia non è una questione marginale.

Il controllo sul servizio pubblico imponeva fino a qualche hanno fa che ogni spazio pubblicitario fosse sia limitato come numero di minuti, sia come “affollamento” ossia la percentuale di tempo dedicato alla pubblicità e contenuti non pubblicitari.

Inoltre doveva essere chiaramente separato e introdotto da un apposito annuncio.

Oggi non è più così.

La stessa linea editoriale è non solo una opera di filtro tra ciò che sia utile al potere mettere in onda e ciò che non convenga fare sapere, ma anche ad una opera di deformazione della realtà (ad esempio chi ha mai spiegato cosa prevedono i trattati di adesione alla UE? .. eppure abbiamo ceduto sovranità statuale, economica, finanziaria, monetaria, legislativa ed in violazione dell’art. 11 della Costituzione Italiana laddove dice che doveva avvenire in condizioni di parità tra Stati, mentre è avvenuta in condizioni leonine a favore degli Stati più forti che si sono ulteriormente rinforzati grazie al gap della possibilità di accesso al finanziamento. Inoltre siamo senza una moneta che sia una “moneta solidale” e sotto il controllo di un governo europeo che dia la linea della politica economica al cartello bancario, che -anziché essere un “cartello”- dovrebbe essere una struttura controllata dai POPOLI EUROPEI tramite un governo legittimo, perché votato dai POPOLI di EUROPA, e a cui dovrebbe spiegare la linea politica con cui si presenta alle elezioni).

Questa cognizione di uno scollamento dalla realtà -come se fossimo dentro Matrix- è talmente profondo che le News sono viste come un teatro surreale, finto, che crea dissociazione mentale.

I modi di dire che indicano un senso così veri per reazione alla compressione psicologica che sebbene sia noto a una donna che lei non abbia il sesso maschile .. ciò nonostante sta esprimendo un “concetto” non ragionato ma co-essente: AVETE ROTTO IL C..

Rotto il C.. nel senso di possibilità di entrare nella realtà, come l’organo maschile entra nel futuro estendendosi in un territorio che sia una scelta di conoscenza e preferenziale se condividiamo (tra i due sessi) un progetto comune.

Un respingere quindi la aggressività “AVETE ROTTO il C..” che spiega oltre la questione sessuale che la realtà che stiamo vivendo la sentiamo alienante, insopportabile, non convincente, disgustosa ..

In psicologia quando un terapeuta comincia a soffrire i problemi mentali dei suoi assistiti si parla di barn out, persona bruciata dalla sua vicinanza alla patologia, quasi con la impostazione di un vigile del fuoco che corre il rischio di bruciarsi per soccorrere le persone minacciate dagli incendi.

Quindi anche il giornalista o il blogger è in queste condizioni di sovra esposizione nel essere l’anello di congiunzione tra le news e ciò che può o è costretto a scegliere se dire o tacere.

La linea editoriale di 6VIOLA per i pochi o molti che ci seguono (nel periodo attuale abbiamo spesso anche 2 mila persone al giorno che ci seguono) l’avete vista. Andiamo a cercate le notizie che non trovate facilmente nella lettura dei giornali o guardando la TV. Concludiamo con un invito: non sottovalutate il fatto che serviva la partecipazione di tutti anche solo ad un commento. Se vi diseducate a farlo capirete sempre meno la realtà e tendere ad andare in crisi depressiva. Mentre se ci siete è perché avevamo bisogno anche di VOI. Poiché il mondo sarà esattamente per come saremo in grado di pensarlo e poi realizzarlo, senza dovere constatare che sappiamo solo romperci il C..

more info:

Sindrome da burnout

http://it.wikipedia.org/wiki/Sindrome_da_burnout

P.S.
Aridatece Laura Tangherlini : – )

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in FILOSOFIA, Massmediologia, POLITICA, SCIENZA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...