Aperta la caccia ai sovranisti? [cosa significa MONETA SOVRANA]

  • Sono molto delusa.
    Ieri sera ho acceso il televisore dopo molto tempo e ho girovagato tra i vari canali per ascoltare alcuni confronti politici. I rappresentanti naturalmente erano sempre i soliti, dei nuovi movimenti nemmeno l’ombra, a parte Rivoluzione Civile. Nessuno di loro sovranista. La cosa che però mi ha più colpito è stato sentire da un pensionato e da un disoccupato che probabilmente dal 2015 ce la faremo e che se fossimo rimasti alla Lira saremmo già falliti da molto tempo.
    Mi chiedo se valga la pena di battersi politicamente per ripristinare un minimo di legalità e di giustizia in questo paese, dal momento che proprio quelle categorie che ritengo più deboli e da difendere sono quelle che daranno ancora il voto alla vecchia politica.
    1Mi piace ·  · Non seguire più il post · Condividi
    • Rex Gravagna e altri 27 piace questo elemento.
    • Luciano Brazzale e son tanti….
    • Federico Iussig Zuliani il livello è molto basso
    • David Casanova Triste, coraggio!!!
      3 ore fa tramite cellulare · Mi piace
    • Bruna Magnani Pero’ in Grecia, Mikis Teodorakis, compositore e Partigiano di ben altra tempra è: “Mikis Teodorakis, che all’età di 88 anni non ha intenzione di rimanere con le mani in mano nella Grecia diretta al default e, rivolgendosi agli studenti ateniesi, offre la sua diagnosi della crisi: “Il Paese è sottomesso da spettacoli degradanti, elezioni parlamentari e fuochi d’artificio, vere ragnatele modernizzate, in cui sono caduti finora tutti i partiti e anche la sinistra storica”. E ricorda che dal dicembre 2010 “abbiamo fondato il Movimento Indipendente Cittadini (PAC), per illuminare il popolo con queste verità. In molti sono scesi in piazza contro i dominatori stranieri e locali”. Cosa manca allora oggi alla Grecia per uscire dal tunnel? Semplice, conclude, la “scintilla per accendere il fuoco del purgatorio che porterebbe al percorso di liberazione”. “
    • Lorella Presotto Bruna, questa è la conferma cheanche i greci, come gli italiani, si bevono tutto. Nessuno decide di andare oltre, di informarsi, nonostante ormai in ogni casa ci sia un computer. Si vede che ancora le bastonate non sono state sufficienti.
      3 ore fa · Mi piace · 1
    • Paolo Gionco Il problema è la COMUNICAZIONE… ! La maggior parte delle persone che conosco e frequento basa le proprie opinioni su 4 notizie sentite alla televisione, pochi leggono un giornale e altrettanti vanno in rete!!
    • Massimo R Kolbe Massaron Il TRAGICO di questo golpe mondiale è che la gente si sente tutelata solo dai soliti noti… Per confidenza immagino… O dai chiassosi urlatori come Grillo che però glissano sulla sovranità monetaria…
      3 ore fa tramite cellulare · Mi piace
    • Bruna Magnani Si preferisce NON vedere, NON sentire, NON comprendere. Anche per il fatto che significa, in tanti casi, rimettere se stessi e le proprie scelte passate e stratificate n discussione . Ed è questo, ritengo, il vero problema.
    • Lorella Presotto Qualcuno ha detto “ogni popolo ha il governo che si merita”. Probabilmente gli italiani si meritano ciò che hanno.
      3 ore fa · Mi piace · 1
    • Pierangelo Riva l’unica colpa che do a loro, è il voto…… chi ha veramente colpa, è dell’informazione, giornali e tv. di tutte le categorie!!!! la lotta va fatta contro le redazioni giornalistiche, la colpa principale,
    • Antonella Ianuario si doveva fare un unica COALIZIONE POPOLARE, speriamo che abbiamo imparato la lezione.
    • Lorella Presotto ma chi? se sono convinti di tutte le balle che gli raccontano e non vanno oltre… chi lo fa un partito di unione popolare 100 persone informate, e per andare dove? Si vede che gli italiani vogliono cadere ancora più in basso…
    • Bettati Alessandro Abbiamo un informazione che nasconde la verita e manipola . Se poi ci sono ancora molte persone che voteranno i vecchi partiti questo non mi sorprendera.
      3 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 1
    • Antonella Ianuario A pescindere da tutto non demordiamo, si deve votare per coalizioni popolari, se sale Monti e la Sinistra sarà il fallimento per noi italiani.
    • Bruna Magnani Lorella, io penso che si tratti di vera e propria PAURA ad aprire gli occhi e di ABITUDINE a sentirsi “protetti e garantiti” dentro le varie “chiese”, per cui NON possono credere che NON sia piu’ cosi’.
    • Rex Gravagna non potrei condividerti di più…. Solo per questo sai a chi dò il mio voto, voglio il nuovo che non può essere rappresentato dai vecchi.
      3 ore fa · Modificato · Mi piace · 1
    • Ares Quindici I giovani comunque no la pensano cosi’ hanno le idee molto ben chiare ed è ler loro che biaogna continuare a crederci , mai abbandonarli loro sono il futuro..
      3 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 2
    • 3 ore fa · Mi piace · 1
    • Lorella Presotto Ares quel disoccupato aveva circa 35 anni e aveva due bambini uno d due anni e una di 3,5 mesi… qui non si tratta di età, ma di ben altro.
    • Pierangelo Riva il fallimento ci sarà sia che vinca la destra o la sinistra!!!!! bisogna ritornare alla vecchia moneta, e avere la possibilità di stamparla!!! allora si uscirà!!! questa è solo la mia idea, ma come leggo non sono solo!!!
      3 ore fa · Mi piace · 4
    • Antonella Ianuario Il male minore è la Destra e sicuramente l’italia deve riavere la propria moneta e terminare la sua condizione di sudditanza dall’UE.
      3 ore fa · Mi piace · 1
    • Antonella Ianuario Ma comunque invito a votare movimenti popolari che appoggeranno la Destra per incentivare il rinnovamento politico.
      3 ore fa · Mi piace · 1
    • Pierangelo Riva veramente sono stanco di sentire dibattiti cheti promettono il cielo, quando qualche mese fa, hanno firmato tutto quello che passava sotto il naso!!! di queste persone non credo più!!!
      3 ore fa · Mi piace · 1
    • Antonella Ianuario non votare non è una soluzione, puoi votare per Lorella Presotto, quindi per il rinnovamento.
    • Laura Madrigali Certo che ne vale la pena, devi continuare secondo coscienza.
      3 ore fa · Mi piace · 1
    • Alessandro Mazzone Bella domanda…è come spiegare anche alle fasce meno deboli e che consideri più colte che le opinioni personali sono una cosa e vanno rispettate, ma la giurisprudenza è un’altra…e queste non ti degnano di una risposta, per motivi che non sai, ma puoi solo immaginare.
      3 ore fa · Mi piace · 1
    • Rex Gravagna Posso permettermi di asserire una cosa… Comunque votiate, fate “campeggiare”nella vostra mente solo un “pensiero” … non date il paese a chi lo vuole svendere.. non dimenticate che avete figli non rendeteli schiavi di un’Europa che ci tratta da zerbino.. non lasciate che mettano i “ferri” alle caviglie dei vostri figli. sarebbe il peggior tradimento che possiate fare ai vostri figli.. quindi votate con coscenza.. Rex.
      3 ore fa · Mi piace · 3
    • Antonella Ianuario BRAVO REX se sale la Sinistra e Monti già sono pronti a svendere alla Cina e agli Arabi i trasporti pubblici.
      3 ore fa · Modificato · Mi piace · 1
    • Nicola Arena LOrella credo che Grillo abbia ragione quando dice che vuole che l’accesso alla rete sia libero e gratuito per tutti. Molti sottovalutano questa affermazione..ma basta rifletterci un pochino per capire che la cosa più importante è quella di INFORMARE LE PERSONE. siamo manipolati dalle televisioni e dai giornali…per cui si è giunti al paradosso che i PESCI STANNO DALLA PARTE DEI PESCATORI.
      2 ore fa · Mi piace · 3
    • Ares Quindici Un 35 enne invecchiato di 30anni…vai nelle scuole nelle universita’ tra gli studenti che vanno nelle piazze.. io ci son stato…hanno le idee chiare.è una generazione intelligente..molto
      2 ore fa tramite cellulare · Mi piace · 4
    • Antonella Ianuario Meno male che Facebook ci dà questa opportunità di informarci ed interagire tra noi, tra poco i relegiornali saranno così filtrati che la fonte di informazione più attendibile sarà FB.
      2 ore fa · Mi piace · 3
    • Rex Gravagna non potrei condividere di più.
      2 ore fa · Mi piace · 1
    • Rex Gravagna Scusa la foga.. buongiorno Antonella!
    • Antonella Ianuario E’ implicito…..buon giorno a te!
    • Nicola Arena SECONDO ME IL SEGRETO STA NELLA VELOCITA’ DI CIRCOLAZIONE DELLE NOTIZIE (OVVIAMENTE PRIMA VANNO BEN VAGLIATE)…QUINDI ATTENTI A QUELLO CHE CONDIVIDIAMO..MA CONDIVIDIAMO TANTISSIMO!!!
      2 ore fa · Mi piace · 4
    • Rex Gravagna Una cosa è certa le informazioni false su internet muoiono nella culla! In questo internet è insuperabile!
      2 ore fa · Mi piace · 2
    • Lorella Presotto Ares, io ho un figlio di vent’anni al primo anno di università. Mi parla dei suoi compagni di corso: nessuno si interessa di politica e quand lui parla con loro di Europa e lobby finanziarie gli ridono in faccia e dicono che esagera. Rammenta che la prima scuola è la famiglia e se dalla famiglia non giungono buone informazioni, perché i genitori sono a loro volta manipolati dalla tv e dai giornali, non c’è via di uscita. Quegli studenti che conosci tu probabilmente saranno delle mosche bianche, come lo è mio figlio.
      2 ore fa · Modificato · Mi piace · 5
    • Antonella Ianuario E’ vero c’è molto disinteresse tra i giovani universitari, quelli che si interessano di politica facendosi domande sul loro futuro sono mosche bianche. Ma comunque io sto cercando di sensibilizzarli, perchè questo è un momento storico-politico cruciale.
      2 ore fa · Mi piace · 2
    • Rex Gravagna Anche io lo faccio..
      2 ore fa · Mi piace · 2
    • Antonella Ianuario bene siamo in due allora……
      2 ore fa · Mi piace · 2
    • Nicola Arena mi aggiungo anch’io….ma credo di essere anch’io una mosca bianca….comunque tante mosche bianche o nere credo che faranno sentire il loro ronzio anche a chi è duro d’orecchi!!!!
      2 ore fa · Mi piace · 1
    • Antonella Ianuario bene non demordiamo….
      2 ore fa · Mi piace · 2
    • Roberto Garganigo Quello che dici è tristemente vero: “Il capolavoro della politica dei despoti è quello di impadronirsi dell’intelletto degli uomini per renderli complici della loro schiavitù”.
      2 ore fa · Mi piace · 3
    • Antonella Ianuario sono queste catene che con il risveglio della nostra coscienza e consapevolezza dobbiamo spezzare, le nostre le abbiamo spezzate, aiutiamo a liberarsi anche gli altri facendoli ragionare.
      2 ore fa · Mi piace · 1
    • Nicola Arena Antonella è veramente dura..ma credo che notiate anche voi che ….anche i più restii iniziano a confrontarsi…forse è un segno che cominciano ad avere dubbi sul loro modo di vedere le cose..e…..sistematicamente si mettono contro …ma credo sia un segno di debolezza…che li porterà ad accettare i giusti consigli…speriamo più prima che poi.
      2 ore fa · Mi piace · 1
    • Antonella Ianuario Questo sarà almeno l’inizio della presa di coscienza da parte degli Italiani.
      2 ore fa · Mi piace · 1
    • Lorella Presotto Speriamo carissimi, speriamo.
      2 ore fa · Mi piace · 2
    • Lorella Presotto Dovrò ricaricare le pile…
      2 ore fa · Mi piace · 1
    • Grillo Verde Cara Lorella Presotto ti segnalo questa intervista non perché io sia di destra, ma perché in tv c’è andato anche Paolo Ferraro Due e sarebbe da sentire cosa dice sulla sovranità .. inoltre è colpa della sinistra non essere stata capace di accogliere una persona, un intellettuale, della altezza di Paolo Ferraro. Nella eterogenesi dei fini -io spero- che la sinistra sappia fare il mea cupa e accorgersi che è come Kronos che mangia i suo figli ..
      (Io voterò Ingroia perché nel suo programma c’è la emancipazione dai trattati europei, ma serve informare il 99% con tutte le persone capaci di dire la verità, quindi i miei ringraziamenti a Ferraro per essere una luce nel buio) http://youtu.be/FfWlb-ygyHU

    • Lorella Presotto conosco Paolo, siamo amici. Ci siamo visti circa un mese fa a Teramo, entrambi eravamo relatori, condividiamo molte cose, anche l’esito poco speranzoso di queste elezioni. Ancora gli italiani non hanno capito.
    • Lorella Presotto Condividiamo io e Paolo l’idea di trasversalità, di dire basta ai totem destra e sinistra.
    • Grillo Verde Lorella Presotto io domenica ero in pazza ed ho parlato con _tutti_ da “fratelli di Italia” a SEL a quelli della lista Monti che ha -anche nella mia città- persone completamente all’oscuro dei fatti e che si sentono -in particolare questi ultimi filo Monti- rassicurati dalla figura di garante della moneta di Mr. Monti. Quindi serve parlare di economia e finanza con le persone invitando a cercare la documentazione che provi ciascuna tesi e stare ad una impostazione prettamente scientifica. Questo è il mio metodo. Grazie anche al tuo lavoro di divulgazione e di impegno politico a fare sì che si possa conoscere la realtà dei fatti.
    • Rex Gravagna Scusa mi Lorella ma “emancipazione dei trattati Europei” ? Come se l’italia avesse voce in capitolo? Ma veramente pensiamo di potere fare la voce grossa per rendere i trattati Europei creati ad “hoc” per schiavizzare il sud dell’Europa ? Come se la Grecia non bastasse a dimostrare l’intento… ?!! Mi fermo perchè rischio di offerndere, anche se dopo mi pentirei di essermi lasciato andare.. Una cosa e poi chiudo “QUEST’EUROPA E’ DA ABBATTERE , TORNIAMO AL MEC E OGNUNO SOVRANO A CASA PROPRIA!
    • Lorella Presotto in questo caso penso che “emancipazione” sia itnsa nello steso modo di “affrancazione”,ovvero liberarsi da trattati.
    • Rex Gravagna allora sarebbe il caso di non giocare con il “senso” politichese delle parole.. si evitano sgradevoli commenti.
    • Grillo Verde Rex Gravagna non dobbiamo però fare l’errore di Beppe Grillo di pensare che “con le buone o con le meno buone” (vedi il video seguente) si possa risolvere la situazione. Serve appellarsi alla via diritta poiché non dobbiamo temere la legalità. I soggetti illegali sono coloro che hanno illecitamente espropriato i popoli della loro sovranità che non era bene disponibile.
      https://6viola.wordpress.com/2013/02/19/grillo-parlante-su-sky-intervista-sky-tg24-15-1-2013/

    • Nicola Arena HO VISTO IL VIDEO E CREDO CHE PAOLO FERRARO SIA UN GRANDE. L’ITALIA HA BISOGNO DI QUESTE PERSONE CORAGGIOSE.
    • Dino Pastorelli TUTTI I PARTITI CHE CI HANNO PORTATO NELL’EURO, SONO RESPONSABILI DELLA GRAVE CRISI ECONOMICA E SOCIALE DEL PAESE!! MONTI, L’UOMO DELLE BANCHE VUOLE DISTRUGGERE COMPLETAMENTE L’ITALIA CON LE SUE POLITICHE ANTIPOPOLARI!! IL 24 E 25 FEBBRAIO, BOCCIAMO DEFINITIVAMENTE IL PDL, PD, UDC, E MONTI!!!
    • Rex Gravagna Grillo Verde, chiedo scusa, ma il mio temperamento non mi ha permesso di guardare il filmato di Paolo Ferraro, quei commenti dei <Montiani che lo precedono mi fanno rivoltare lo stomaco,impedendomi di continuare nell’ascolto.. ma do per buono sia il t…Altro
    • Nicola Arena SE POTESSIMO EMETTERE MONETA (LIRA O ALTRA MONETA DI “STATO” DI PROPRIETA’ DEL PORTATORE) COMPREREMMO IL DEBITO E RESTITUIREMMO TUTTO CON UN CLICK.
    • Rex Gravagna Nicola non hai afferrato la sottigliezza… non vogliono la tua moneta che stamperemo una volta fuori dall’euro.. vogliono l’euro che non abbiamo e che per potere restituire dobbiamo comprare con ulteriore esborso di interessi.. per spiegarmi meglio : voglion continuare a mungerci,, o meglio ancora ci dobbiamo prostituire per pagare i papponi dell’Euro.
    • Nicola Arena Rex diciamo le stesse cose, la mia era una precisazione per dire a questi europeisti: volete che ripaghiamo il debito in euro???? con un click emettiamo lira, compriamo euro e vi “restitueremo” i vostri euro, anche la mia era ironia …forse sarcasmo.
    • Rex Gravagna Grillo Verde ho appena finito di guardare il filmato “Grillo parlante”.. vedo che l’unica cosa che hai trovato non condivisibile in quasi sei minuti di intervista è con le buone o con le meno buone” estrapolato da un concetto che a fare vedere il filmato a persone “neutre politicamente” si mettono a ridere, perdonami ma hai veramente poco su cui attaccarti…
    • Rex Gravagna perdonami Nicola ma sono particolarmente incazzato , nel leggere di pagliuzze quando hanno le travi nei loro occhi..
    • Nicola Arena infatti condivido con Rex…il problema è che Grillo “Beppe” ormai da proprio fastidio ai politici che non vogliono abbandonare la poltrona.
    • Grillo Verde Rex Gravagna ieri ho visto un po’ di filmati girati in Grecia e mi sono sentito come i partigiani che volevano darsi alla macchia durante il nazi-fascismo. Tu pensi che queste reazioni legittime, ma EMOTIVE non siano già state messe in conto a chi progetta di ridurre la popolazione mondiale dai circa 7 miliardi di persone attuali a circa 1 miliardo di persone che i centri di studi strategici considerano il numero ottimale di persone che possono vivere sul nostro pianeta? Quindi la reazione violenta sarebbe una stupidità che permetterebbe di realizzare esattamente il piano che è stato studiato da molti anni, da prima dell’euro. 

      Il lavoro difficile ma INFALLIBILE è invece cambiare l’asse politico non semplicemente in modo nominalista, ma sostanzialista: ossia realizzare una modalità di presa di conoscenza e coscienza della situazione puntando a tutte le persone ancora capaci di una analisi politica. La analisi deve stare ai fatti come il massimo bene, poiché solo sapere la verità ci può permettere di vedere se ci sono delle soluzioni.

      E la soluzione c’è: inchiodare tutte le forze politiche a spiegare perché fanno ciò che fanno e non demonizzare l’euro in sé, in modo nominalista, ma indicando -qualunque sia il fattore di scala- quale debba essere la ARCHITETTURA legislativa e politica di una moneta gestita al fine del bene della collettività non come beneficenza ma in modo funzionalista, come un contratto è un documento funzionale a potere tenere traccia di una transazione legittima.

      Non dobbiamo rinunciare alla scrittura perché c’è chi usa la scrittura per le truffe, così come non dobbiamo rinunicare alla memoria per un tutti contro tutti perché temiamo per la nostra singola sopravvivenza personale nostra e dei nostri cari.

      Si deve capire che la convivenza pacifica è possibile se le persone si parlano e si spiegano e propongono leggi per normare i comportamenti che sono erga omnes, ossia a vantaggio di tutti e solo contro a chi voglia commettere reati.

      Naturalmente un impianto normativo è soggetto a mutare nel tempo e quindi soggetto e soggezionabile a revisione. Ma il futuro non è già scritto e dipenderà dalla altezza intellettuale di non comportarci come animali soggetti agli istinti primari di sopravvivenza, bensì a far capire al mondo che essere italiani non è solo sapere fare abiti alla moda, noi eroi, santi e navigatori che abbiamo insegnato a leggere e scrivere ai barbari, a fare strade, ponti, e il vertice della intellighezia internazionale se è vero – come è vero- che anche solo andando a cercare chi dirige gli istituti di fisica in Europa ci trovi degli italiani.

      La Grecia ha pagato anche per noi l’essere stato il primo paese della sperimentazione dello sterminio dei popoli con la ricetta delle letterine della BCE.

      Il sacrifico degli innocenti in particolare dei bambini e dei disabili e degli ultimi in Grecia, in specie, culla della civiltà democratica da cui nasce l’occidente non è stato sangue versato invano.

      Ci dobbiamo sentire mutilati come avessero staccato parti del nostro stesso corpo.

      Ma non siamo ancora finiti.

      Dobbiamo mettere tutta la nostra altezza intellettuale a non arrenderci alla violenza e rispondere con la intelligenza.

      I fatti si devono sapere: è questa la chiave di volta.

      Osserverete all’inizio incredulità perché la mente umana si rifiuta di pensare che una tale depravazione sia possibile nello scegliere di sterminare interi popoli.

      Poi osserverete rabbia quando le persone si dovranno arrendere a non riuscire a credere neanche ai loro stessi occhi del fatto che vi sono le prove che “i sacrifici umani” sono stati per il “mors tua vita mea” .. ma erano assolutamente evitabili.

      Infine dovremo spiegare quale è la soluzione: la ECO-SOSTENIBILITA, alla luce delle moderne teorie matematiche da insegnare anche agli economisti dei modelli nella teoria dei sistemi come studiate già dal 1945 in poi ad opera di matematici come Lyapunov e recentemente dal premio nobel Vandana Shiva. 

      C’è già scritto tutto quello che serve sapere.

      Adesso è solo da attivarsi perché tutti sappiano.
    • Nicola Arena Grillo verde dici delle belle cose e sono daccordo che bisogna reagire pacificamente, ma come risolveresti i problemi???? io una spiegazione semplice te la posso dare: L’euro di proprieta’ dei cittadini e non della BCE – conosci il Prof. Auriti??????
    • Rex Gravagna Giuro che non ti capisco.. vorrei tanto parlarti per farti capire attraverso la voce che stiamo cercando la stessa soluzione,.. forse con l’emozione che da il timbro della voce riuscirei a farti capire quanto io tengo a questo paese. Per questo ti dico non vedere a grillo come un’uomo violento perchè non lo è. Le battute sarcasticomiche, sono da sempre nel suo lessico..e te lo dice uno che in silenzio lo segue da anni. Stiamo perseguendo lo stesso obbiettivo e mentre corriamo fianco a fianco come cani ci mozzichiamo le zampe.. perchè? Correte assieme a noi come noi vogliamo correre assieme a voi.. l’obbiettivo è d’avanti a noi e lo raggiungeremo.. Quando lo avremo raggiunto tu ed io ( metafora) potremo con serenità stabilire cosa è meglio per questo paese e per i suoi figli..
    • Grillo Verde Auriti lo conosco e consiglio di studiarlo. Però Auriti commise degli errori in buona fede poiché la economia e anche un pozzo senza fondo di natura esoterica e l’economia è una bestia difficile da mettere dentro una casella. Ho già detto che c’è da studiare. Io come professione sono ingegnere specializzato nella teoria dei modelli matematici e della teoria della misura e del controllo ottimo. Ergo sono in grado di costruire il modello matematico di ogni sistema reale. Ecco perché mi sono reso conto già dal 2008 che il sistema Italia stava partendo per la tangente. A chi voglia studiare economia consiglio di non fermarsi alla scuola di Auriti a cui va il merito di avere studiato il problema della moneta non essendo un economista. Una delle cose da fare sarebbe fondare una libera università di modo che le varie teorie economiche e scientifiche possano avere una sede accademica come proponemmo anche a Paolo Barnard. Purtroppo la questione non deve scadere in una tifoseria, ma -come dicevo- nella impostazione scientifica di stare ai fatti in base al metodo della scienza che sa come ci si porta ad una verità oggettiva. Magari qui di seguito aggiungerò degli articoli che rinviano ai miei studi sulla teoria di Auriti, della scuola di Keynes che è oggi la MMT, ed infine agli studi sulla eco-sostenibilità. Comunque se qualcuno avesse domande specifiche su cui vuole dibattere è più facile che esprima le sue tesi e io dirò a mia volta cosa risulta a me. Il dialogo è la strada e grazie a tutti di portare questo metodo nella società, poiché è un meccanismo virale che può cambiare il futuro.
    • Nicola Arena il problema è più semplice di quanto si pensi…ossia: NON E’ ECONOMICO MA “GIURIDICO” semplicemente si basa sul riconoscimento della PROPRIETA’ della moneta nella fase di ACCETTAZIONE. poi una volta stabilito questo, si possono discutere tutte le teorie economiche del mondo.
    • Grillo Verde Nicola Arena il problema non è solo giuridico, ma ANCHE giuridico.
      Ora ti posto un articolo che lo dimostra:
      Definizione accademica del denaro e introduzione alle grammatiche formali

      pag 15 cit (La Moneta di Andrea Terzi ed. Il Mulino)
      def.1: “la moneta è l’unità di misura del valore dei contratti“.

      Mi ricorda questa tiritera la domanda che sentii all’esame di Calcolatori Elettronici presso la facoltà di Automatica (ingegneria).

      La domanda era così formulata:

      D:
      Cosa è un numero?

      E il candiato a superare l’esame continuava a esprimere un modo o una rappresentazione ma il professore continuava a dirsi insoddisfatto.

      Ve la faccio breve: alla fine dell’esame il candidato chiese dopo avere fatto scrivere il voto con cui superava l’esame .. “professore .. ma quale era la risposta giusta?”

      Ed il prof: “il numero è una classe di equivalenza”.

      Io che assistevo all’esame e che avevo studiato anche esami fuori dal mio piano di studi come gli esami di “logica formale” non rimasi soddisfatto dalla risposta del professore (era l’assistente in vero) e andai a parlare con la massima autorità presso l’università in campo matematico e mio professore di analisi III (detta complementi di Analisi Matematica) il mitico professor Ossicini (mitico perché si mise a verificare se la mia soluzione del compito di esame scritta in forma parametrica poi dava il numero della soluzione che diceva lui e mi fece i complimenti perché effettivamente avevo trovato un caso generale della soluzione di un integrale).

      Gli chiesi .. professore a me non risulta che un numero sia una classe di equivalenza, dove dicesi classe di equivalenza un insieme i cui elementi sono costituiti da una regola detta di equivalenza.

      A me risulta che un numero “non è una classe ma la genera”: a me risulta che un numero è un ente matematico astratto in grado, quando è un numero, di generare una classe di equivalenza, ma non di esserlo l’ente stesso, perché il numero agisce come un operatore e non è il risultato della applicazione dell’operazione, ma casomai il risultato è una rappresentazione numerica della applicazione di quell’operatore.

      Fu breve il mio caro professore Ossicini: non c’è niente da aggiungere .. hai ragione tu.

      Perché questo amarcord?

      Perché nella definizione di denaro c’è un errore grosso come una casa: il denaro non è una unità di misura, ma un ente in grado di generare una rappresentazione, una reificazione, laddove vi sia una regola tramite cui è istituito.

      Ossia un qualunque concetto primo -essendo primo- non può essere definito da altri concetti più primitivi essendo il concetto primitivo per ipotesi.

      In tale caso per evitare le definizioni ricorsive ossia che utilizzano il concetto stesso per definire ciò che dovrebbe prescindere dal concetto stesso, si usa una epistematica.

      Dicesi epistematica una tecnica di epistemologia, ossia una tecnica cognitiva, che si estrinseca tramite una procedura.

      Quindi

      1) si da un nome all’ente

      2) si connota l’ente tramite il come l’ente agisce.

      Usiamo l’epistematica per definire -ad esempio- l’operatore di somma

      1) si da un nome all’ente: “+”
      (ma potremmo usare anche un diverso simbolo perché non è essenziale il nome ma come quel nome o simbolo agisce)

      2) si connota l’ente tramite il come l’ente agisce, ad esempio:
      (in ipotesi di due soli simboli, 0 e 1, quindi in logica binaria)

      00+00=000
      00+01=001
      00+10=010
      00+11=011
      01+00=001
      01+01=010
      01+10=011
      01+11=100
      10+00=010
      10+01=011
      10+10=100
      10+11=101
      11+00=011
      11+01=100
      11+10=101
      11+11=110

      Quindi si distingue l’operatore di addizione (+) dal come l’addizione si esplica quando l’operatore è applicato.



      Analogamente per il denaro

      1) si connota l’ente: ad esempio D (come denaro)

      2) si connota l’ente tramite il come l’ente agisce.

      pg. 15:
      def. 2: “è il mezzo D che estingue il debito” vedi la dispensa indicata da Paolo Tumolo

      Ossia Sergio deve dare un bene a Giorgio, ad esempio una mucca.

      Sergio chiede a Giorgio se al posto della mucca gli può dare un supporto che indichi il valore della mucca tanto che sia convenuto come multiplo di una unità di riferimento presa a campione.

      D estingue il debito non ineluttabilmente ma perché esiste un contratto non solo tra Sergio e Giorgio, ma perché esiste una autorità in grado di fare rispettare quel contratto, poiché Giorgio non spenderà quel D in qualunque situazione, ma solo se ci sarà chi accetterà D (grazie ad un terzo, una terza persona) quindi grazie alla autorità che dice che D è il supporto valido agli scambi rispetto a una unità presa a riferimento.

      Ergo il denaro è una cosa che non si esaurisce né nella def. 1, e né nella def. 2, ma nel complesso della def. 1 e della def. 2 con la epistematica sopra sottointesa (di tipo “regola” in matematica o “contratto” in economia).

      cvd.
    • Rex Gravagna io comunque ti leggo incondizionatamente, ti ritengo “culturalmente interessante”.
    • Nicola Arena Beh credo che tu sia molto preparato Grillo Verde però (non me ne volere e perdona la mia insistenza da persona ignorante quale mi reputo) credo che per risolvere grandi problemi a volte bisogna ragionare con la mente di un bambino..mi spiego meglio: se io faccio lo spaccalegna e a fine giornata sono ricompensato con (per esempio) 100 €, è sacrosanto pensare che il valore monetario incorporato in quel simbolo SIA DI MIA PROPRIETA’ cioè non gravato da alcun DEBITO VERSO NESSUNO.
    • Grillo Verde Nicola Arena, c’è una parte di verità in quel che dici perché in una società italiana, ad esempio, quello che dici tu sarebbe ciò che accade. Ma se noi due naufragassimo su un isola deserta e io ti facessi lavorare per 100 euro tu li accetteresti?
    • Nicola Arena MA è PROPRIO QUELLO CHE DICE IL PROF. AURITI, IL VALORE NASCE PER CONVENZIONE, CIOE’ E’ LA COLLETTIVITA’ CHE LO CREA (PER CONVENZIONE …ACCETTANDOLO) QUINDI MANCANDO LA GENTE NON SI CREA VALORE, PERCHE’ NESSUNO LO ACCETTEREBBE PERCHE NON PREVEDEREBBE UN POSSIBILE SCAMBIO ECONOMICO.
    • Grillo Verde Sto quindi dicendo che una moneta è sia “il titolo” su qualunque supporto sia depositato, ma anche imprescindibilmente la autorità che consente che quel titolo sia legale.
    • Grillo Verde No, il denaro non è una convenzione, ma una norma e una autorità che fa rispettare quella norma.
    • Grillo Verde Anzitutto va capito questo che attiene nel come si normano gli spazi formali nelle grammatiche formali. Solo dopo, allora si può scendere a capire come mai inizialmente Auriti confuse moneta a debito e moneta a credito e solo dopo avere perso una causa contro la banca di Italia abbia cambiato idea (ho un video che è una intervista ad Auriti in cui Auriti ribadisce quanto sto dicendo).
    • Lorella Presotto mi fa piacere he Grillo vede a dispetto dei tanti economisti, affermi che tutto discende dalla norma, ovvero dalla scienza giuridica, inclusa la moneta.
    • Grillo Verde Ho dovuto studiare economia come autodidatta ma avevo le basi di matematica che mi assistevano e dopo vi posso assicurare che mi sono sentito meglio perché la crisi non mi creava più depressione ma solo cognizione di come funziona la truffa dentro cui siamo ..
    • Lorella Presotto … la creazione di un mostro giuridico …
    • Rex Gravagna Condivido, anche se i tecnicismi sono importanti, in questo momento cruciale penso che persone come Grillo verde sia indispensabile nel non farci più truffare una volta fuori da questa truffa.. ecco perchè continuo a seguirlo anche se su barricate che lui considera opposte, ma io no! E penso che fuori da questo marasma elettorale, come volgarmente si dice a “bocce ferme ” Volentieri mi piacerebbe leggere di lui in quello che lui eccelle… con questo non sto dicendo che di politica non ne capisce nulla.. per carità.. ma penso che il suo cervello eccelle decisamente meglio in altro..
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Aperta la caccia ai sovranisti? [cosa significa MONETA SOVRANA]

  1. Arianna ha detto:

    Lorella, se fosse vero quello che pensi, gli italiani non avrebbero espresso un voto strategico, come invece hanno fatto. Chi ha votato Berlusconi (ne conosco parecchi) lo ha fatto per fermare Monti-Bersani, non certo per amore del Cavaliere. E così pure molti di quelli che hanno votato Grillo.
    Che i pensionati e le fasce più deboli non mostrino consapevolezza è del tutto normale: non usano internet!
    E TUTTI i media, nessuno escluso, danno una sola versione dei fatti: quella di regime.
    Dove vuoi che abbiano acquisito consapevolezza?

  2. Hank ha detto:

    Ovvio che la gente voti il nuovo, che il nuovo non diventi vecchio e che il vecchio non sia mai detto si spacci per nuovo ( a buon intenditor ..)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...